Una rivoluzione silenziosa

La coprogettazione sta cambiando le modalità con cui l’amministrazione pubblica si relaziona al territorio e alle sue associazioni. Se ne parla al seminario organizzato da IPAZIA il prossimo 14 febbraio.
()

coprogettazioneUn ciclo di seminari dedicati a strumenti di intervento nel sociale o, come dicono gli organizzatori, “strumenti per attivare il territorio”.  Il progetto è realizzato da IPAZIA -un’associazione di promozione sociale fondata nel 2009 “da un gruppo di giovani che condividono l’idea di una società libera, equa, aperta a tutti e partecipata”- con il contributo del Dipartimento della Gioventù e del Comune di Milano, nell'ambito del piano di lavoro territoriale in materia di politiche giovanili della Regione Lombardia.

Di incontri ne sono stati programmati tre.  Il primo, che si è svolto il 29 gennaio, aveva per tema la conoscenza e l’apprendimento ed era incentrato sull’esigenza di comprendere, e voler superare, le ragioni del perdurante silenzio sul fenomeno dell’infiltrazione mafiosa nel tessuto economico locale.

Il prossimo sarà il 14 febbraio, sarà dedicato a “LA COPROGETTAZIONE” e intende discutere i contorni, la portata, i rischi e le opportunità associati a una fra le più rilevanti e meno riconosciute trasformazioni in corso nell’azione promossa da associazioni e cooperative.

La co-progettazione, infatti, sta cambiando le modalità con cui l’amministrazione pubblica si relazione al territorio e alle sue associazioni. Ben oltre il tradizionale “bando di concorso” per la realizzazione di progetti e attività, si pone come primo obiettivo quello di “individuare i soggetti del terzo settore disponibili alla co-progettazione per interventi innovativi e sperimentali nel settore dei servizi sociali e delle politiche familiari”
In questo modo, rendendo le associazioni e gli attori locali componenti attivi innanzitutto nell’analisi e individuazione delle problematiche, poi nell'ideazione, gestione e realizzazione di un intervento, saranno valorizzati i punti di vista di tutti i “portatori di interesse” sul territorio e si potranno costruire percorsi di cambiamento efficaci e sostenibili.
Al seminario saranno presentate le esperienze significative di due Cooperative Sociali: Koiné e Diapason.
Cecilia Guidetti, ricercatrice dell’IRS – Istituto per la Ricerca Sociale, arricchirà il dibattito con la sua esperienza.  

Un ultimo appuntamento è programmato per il 28 febbraio e tratterà dell’Evento come strumento per attivare il territorio.

I seminari si tengono presso la sede di IPAZIA, in Via Bianchi d’Espinosa, angolo Via Graziano Imperatore.

Per info: www.associazioneipazia.org




Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha