Nasce “Tempo Zero”

Un gruppo di studenti di Città Studi si pone l’obiettivo di aumentare la consapevolezza collettiva sul tema del riscaldamento globale. Nasce così una realtà attiva e organizzata che esce dalle aule universitarie per parlare ai cittadini invitando tutti a prendere coscienza del problema e della propria responsabilità. ()

T0 logoLa temperatura del nostro pianeta sta aumentando, in misura e con velocità mai registrate in passato.
Il riscaldamento globale è un fenomeno che non può essere messo in discussione, è già in atto e non si possono chiudere gli occhi. Ciò che possiamo fare rallentarne il processo, tentare di invertirlo e affrontarne al meglio le conseguenze: migrazioni di massa, guerre, povertà.

Per la prima volta l’umanità è messa davanti all’evidenza che la sua azione è veramente significativa, tanto da riuscire a modificare la struttura fisico-chimica dell’ambiente in cui vive. Questo fatto implica una grande responsabilità: siamo in grado di distruggere o risanare il nostro pianeta con le nostre stesse mani, influenzandone l’evoluzione con le nostre scelte.

Abbiamo dunque un’occasione: da qui nasce Tempo Zero.
Siamo un giovane gruppo di confronto e di azione sui cambiamenti climatici aperto a tutti, composto principalmente da studenti universitari del dipartimento di Fisica dell’Università Statale di Milano, consapevoli che la nostra generazione è quella destinata a prendersi carico di questo problema e ad organizzarsi per risolverlo. Ci poniamo come obiettivo quello di aumentare la consapevolezza collettiva sul tema del riscaldamento globale e al contempo creare una realtà attiva ed organizzata.

Nel tentativo di raggiungere questi obiettivi ci impegniamo a organizzare iniziative che possano raggiungere il più ampio pubblico possibile, rivolte quindi non solo a studenti del dipartimento ma a tutta la realtà di quartiere e oltre. Nel nostro primo anno di attività (ovvero l’anno scorso) l’iniziativa più significativa è stata l’organizzazione di un ciclo di quattro conferenze tenute da relatori quali Luca Mercalli, Bruno Arpaia, Grammenos Mastrojeni e il professore Maurizio Maugeri, nel tentativo di affrontare il tema del rapporto tra due mondi che spesso sembrano distanti: il mondo scientifico e quello dell’attivismo politico.

Quest’anno vogliamo proporre un progetto simile e ugualmente ambizioso: un nuovo ciclo composto sempre da quattro conferenze in cui però ci concentreremo nell’affrontare temi più disparati, passeremo dal parlare del problema demografico fino a cibo e moda, dal collasso del mondo in cui viviamo a salute sul lavoro nell’era del cambiamento climatico.

Le conferenze si terranno principalmente nel dipartimento di Fisica in Città Studi, e per favorire la presenza di cittadini che non appartengono all’ambiente universitario l’ultima conferenza avrà luogo alla Fabbrica del Vapore.

Il nostro gruppo è sempre aperto alla partecipazione di chiunque sia interessato, per informazioni su quello che facciamo abbiamo la pagina su Facebook Tempo Zero – Cambiamenti Climatici, la pagina Instagram tempozero.t0 e la mail tempozero.t0@gmail.com.


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha