Imparare la partecipazione

"Cosa vuol dire esattamente partecipazione? Informazione, coinvolgimento o qualcosa di più? Quando si parla di partecipare a qualcosa, a cosa partecipiamo? E poi, a cosa serve, se serve davvero, la partecipazione? Siamo sicuri di sapere davvero cosa sia la democrazia partecipata e quali ne siano le potenzialità? È qualcosa di diverso dalla democrazia rappresentativa e da quella assembleare, e se sì, cosa la distingue veramente?"
A queste e ad altre domande sulla partecipazione risponde il Corso "Partecipare si, ma come?" che si svolgerà in tre incontri ad incominciare dal sabato 24 marzo.
()

Imparare la partecipazioneIl Laboratorio di democrazia partecipata, che pensiamo noto ai lettori di questo giornale, nasce nel 2012 grazie alla generosa ospitalità del circolo ACLI di via Conte Rosso. La sua mission, come associazione informale dedita alla diffusione della cultura della partecipazione, si concretizza in tre aspetti tra loro collegati: presentazione pubblica dei cosidetti “casi virtuosi”, esperienze positive di percorsi partecipativi nei più recenti contesti (cito solo il caso del quartiere di S. Salvario di Torino, quello dei processi partecipativi di Cormano, l’Isola del pepe verde a Milano); esperienze di intervento concreto sul territorio di Lambrate (camminate di quartiere del 2013 e del 2014 – quest’ultima in collaborazione col Laboratorio di Urbanistica del Politecnico -, e dal 2014 collaborazione attiva con la rete di ViviLambrate che ha portato alla riqualificazione della piazza Rimembranze ad opera di Comune e Municipio 3); infine, attività di “formazione/autoformazione alla cultura della partecipazione”. Questo aspetto è certamente presente in alcune attività “esterne”, come la preparazione di aderenti e di studenti alle camminate di quartiere, ma è anche oggetto di iniziative specifiche.
E’ quanto avverrà con questo “Corso popolare di democrazia partecipata”, scandito in tre incontri in tre sabati pomeriggio: il 24 marzo presso le ACLI, il 7 e il 14 aprile presso la sede del Municipio 3 in via Sansovino 9, grazie all’attiva collaborazione del Municipio all’iniziativa. Alla presentazione di alcuni casi concreti di progettazione partecipata in ambito urbano e no, con la presenza di esperti del settore, seguirà un incontro più “teorico” ma interattivo, sui principali concetti e strumenti dei percorsi partecipativi, volto anche a fugare molti equivoci sul termine “partecipazione” spesso inflazionato; infine, i partecipanti verranno coinvolti in prima persona in una “simulazione” di progettazione partecipata condivisa su un caso “concreto” presentato dall’équipe del Laboratorio.
Il corso è organizzato in collaborazione con il Milano, Municipio 3 e l'associazione MIA, editrice di z3xmi.it.

Ci auguriamo una presenza numerosa e diversificata, di cittadini attivi, di associazioni, di amministratori.


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha