Bilancio partecipativo. Le proposte dei cittadini

Sino alla fine di novembre resta aperta la raccolta delle proposte finanziabili con i fondi del Bilancio Partecipativo. In zona 3 ad oggi sono 17 le idee presentate, quelle che otterranno i maggiori consensi verranno poi sviluppate per essere decise dal voto dei cittadini ()

BP MilanoSul sito del Bilancio Partecipativo sono pubblicate le proposte, consultabili per aree tematiche e Municipio di competenza, che ciascuno di noi può sottoporre all’esame dei cittadini. 
Sino a fine mese, poi inizierà una fase di “progettazione”, per definire le caratteristiche e gli aspetti economici della proposta, a cui possiamo partecipare tutti.   Verranno poi realizzate con i fondi disponibili (per ogni Municipio 500.000 euro) quelle più votate.

Qui potete trovare le proposte per la nostra zona, quattro sono per il miglioramento di una strada, di cui due riguardano via Benedetto Marcello (una più' orientata alla riqualificazione, l'altra di regolamentazione del mercato), una via Amadeo, una e' una proposta di un Bosco Mobile su corso Buenos Aires nel contesto di un crescente uso del bike sharing, specie da parte degli studenti universitari, tre sono per il miglioramento della mobilita' ciclabile: una - ben documentata - propone un collegamento ciclo-pedonale tra piazzale Bacone e Città' Studi, una seconda una ciclovia per collegare zona 2 e zona 3 e la terza (l'ordine e' arbitrario, perché' le proposte vengono presentate in ordine casuale che cambia ogni volta) il prolungamento della pista ciclabile tra piazza Udine e Segrate (ma e' poco articolata e manca un tracciato, sia pure indicativo).

Numerose le proposte per la creazione di parchetti o aree ricreative, alcune ben documentate, altre meno:
- uno spazio ricreativo per il Quartiere Feltre verso Parco Lambro
- un parco giochi inclusivi/sensoriali per bambini disabili, in una zona del parco Lambro
- sempre al Parco Lambro, recinzione di un'area di circa un ettaro da attrezzare come area per i cani
- un parchetto per i bambini Dell'ortica in fondo a via Amadeo
- la riqualificazione del parco di via Rubattino (quello subito prima lo svincolo della tangenziale)
- valorizzazione di un'area esistente tra via Tucidide e il Cavalcavia Buccari, in fondo all'ortica, creando un'area periurbana di inclusione sociale con campo giochi dei bambini, bocce per gli anziani, un percorso per adolescenti e adulti e un sistema di illuminazione notturno.

A queste si aggiungono:
- una proposta di tipo culturale, una installazione per far conoscere i primi 12 articoli della costituzione attraverso un percorso /labirinto, che potrebbe potrebbe essere collocata in piazza Leonardo da Vinci oppure nella piazza dell'Ortica oppure al parco Lambro
- la proposta di un nuovo centro sportivo principalmente rivolto agli studenti, con campo da calcio a 11, un campo polifunzionale per praticare basket, pallavolo, pallamano, calcio a 5, tennis (ma, come fanno osservare in un commento, non e' ben chiaro dove verrebbe collocato e con quale rapporto con il centro esistente in via Valvassori Peroni).

L'ultima proposta arrivata al momento in cui le esaminiamo e' quella di una  MICRO SMART GRIDS per diffondere una mobilità elettrica condivisa attraverso una rete partecipativa di punti di ricarica, un’idea assolutamente innovativa,  installando su edifici e aree pubbliche un device smart IoT (Internet of Things), predisposto sia come punto di ricarica che di condivisione di energia da fonti rinnovabili, disponibile ai cittadini, ai condomini, ai commercianti.

Ogni proposta ha una descrizione sintetica, e poi tre approfondimenti (dettagli, contesto, benefici) che in qualche caso ben completano la presentazione, mentre in altri nulla viene aggiunto alla descrizione. 
Per ogni proposta viene indicato un range di costo, tra 100 e 500 mila euro, valori entro i quali devono essere realizzabile;  alcuni interventi possono essere quindi più' o meno costosi, anche in funzione delle scelte di progetto che saranno definite nella seconda fase di co-design (da dicembre 2017 a febbraio 2018).

A questa fase arrivano le proposte che raccolgono maggiori consensi,  da esprimere sul sito del Bilancio Partecipativo attraverso il tasto "supporta".  Ad oggi per le 118 proposte raccolte sull'intera città' sono stati espressi 3376 supporti ma, per non condizionare l'espressione del consenso, non e' dato sapere quanti supporti ha ottenuto ciascuna proposta. I supporti saranno resi pubblici al termine della prima fase. Per esprimere il supporto bisogna registrarsi con una procedura che non chiede solo un indirizzo email, ma anche nome, cognome e alcune altre informazioni - tra cui il fatto di essere un residente o un city user - al fine di scoraggiare registrazioni fake che diminuirebbero la affidabilità' del progetto.
Ciascuno può' supportare tutte le proposte che vuole, di qualunque municipio, sino a fine novembre.

Tags:
pertecipazione

Articoli o termini correlati

Bilancio Partecipativo. Cosa c'è di nuovo (Democrazia e Partecipazione)
Hai una buona idea per il tuo Municipio? (Democrazia e Partecipazione)
incontro con l'assessore Lipparini in Municipio 3. Presentato il Bilancio Partecipativo 2017-18 (Il punto CdZ)
Dall'idea alla città (Democrazia e Partecipazione)

Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha