leonardo un cervello in fuga

Notizie di Zona 3. Leonardo da Vinci - Un cervello in fuga

Nell'ambito delle manifestazioni dedicate a Leonardo da Vinci, ViviLambrate presenta una lettura scenica di e con Pietro Cuomo....[continua]
IMG 5999
Le vostre segnalazioni

Sugli alberi di viale Argonne

Civismo e senso di appartenenza animano la bella proposta di una lettrice....[continua]
download
Notizie di Zona 3

Cosa offre il Fuorisalone 2019 in zona

Eventi e proposte della Milano Design Week 2019 al Lambrate Design District...[continua]
DSC08358
I luoghi. Le storie

Riaprono i cantieri

Effetto governo? Anche questa è la città....[continua]
DSC08391
I luoghi. Le storie

Senza parole

Ça va sans dire…Anche questa è la città...[continua]
DSC08431 (3)
I luoghi. Le storie

Parcheggio selvatico

Un’auto un albero un’auto un albero un’auto un albero…Anche questa è la città....[continua]
download
Notizie di Zona 3

Nuova linfa di arte e cultura per Lambrate: la Fonderia Battaglia, storico luogo dell’arte milanese, si trasferisce nel quartiere.

La storica Fonderia Battaglia preferisce Lambrate al nascente polo dell’ex Scalo Farini e apre in Via Oslavia 17. A conferma della vocazione per l’antica arte...[continua]
DSC05572
I luoghi. Le storie

18 marzo 1978

Ma sono mille papaveri rossi… Per Fausto e Iaio. Anche questa è la città....[continua]
SOUFRA
Notizie di Zona 3

Contaminazioni culinarie e cinema. Food Film Festival

Venerdì 22 marzo 2019 all’Oratorio San Giuseppe in via Redi 21, Milano, verrà presentato il film “Soufra”, una storia che vede protagonista Miriam, profuga...[continua]
IMG 5092
I luoghi. Le storie

Laguna blu?

Anche Lambrate ha la sua laguna e anche questa è la città....[continua]
images 9
Le vostre segnalazioni

Troppo alta la rumorosità del tram in via Beato Angelico?

La lettrice Ilde Coffano ci chiede cosa poter fare quando il passaggio dei tram provoca un elevato livello di rumorosità....[continua]

Eventi in Zona 3

Via...Vai

Una città è (o dovrebbe essere) una comunità che vive in case e palazzi a cui si accede attraverso vie, viali e piazze che spesso portano il nome di persone o luoghi sconosciuti ai più.
Per riportare alla memoria nomi, luoghi e fatti intraprendiamo questo piccolo viaggio nella toponomastica della nostra zona.
Le notizie di base sono attinte principalmente dal bel volume Le vie di Milano di Claudio e Vittore Buzzi (Hoepli) e da Wikipedia.

Loreto

Il piazzale che segna il confine tra il Municipio 3 e il Municipio 2 deve il suo nome a un santuario dedicato alla Madonna di Loreto, edificato nel 1616 all’altezza dell’attuale piazza Argentina per volere del cardinale Federico Borromeo che ne affidò i lavori all’architetto Francesco Maria Richini. Annessi al santuario, molto famoso nella Milano di allora, vi erano una casa per il clero e un chiostro. Il complesso venne abbattuto definitivamente intorno al 1913 e parzialmente inglobato nella costruzione di un palazzo.
Il piazzale, che si raggiungeva percorrendo lo Stradone di Loreto, oggi corso Buenos Aires, divenne tragicamente conosciuto nell’agosto del 1944 quando i fascisti fucilarono e lì esposero i corpi di quindici partigiani. Nell’aprile del 1945, proprio per ricordare il precedente evento, nel piazzale vennero esposti, appesi alle traversine di una stazione di servizio, i corpi di Benito Mussolini e di altri gerarchi fascisti, giustiziati dai partigiani.
Nei pressi del piazzale, una stele, posta in fondo a viale Andrea Doria, ricorda l’eccidio dei partigiani, uccisi dai fascisti a monito dei cittadini milanesi.

Notizie per immagini

TAG Cloud