QUBI

Non Profit. QUBI’, la ricetta di Milano contro la povertà infantile.

La povertà assoluta in Italia è più che raddoppiata negli ultimi otto anni e cresce al diminuire dell’età: QUBI’ nasce con lo scopo di contrastare la povertà...[continua]
download
La cura della città

Festival Memi

Sono aperte le iscrizioni al Festival MEMI.Fino al primo luglio,artisti e collettivi potranno presentare proposte per progetti che coinvolgano i cittadini per...[continua]
argonne area cantiere
Notizie di Zona 3

Cosa c'è di nuovo nell'area cantieri di viale Argonne?

Pubblichiamo alcuni comunicati del comitato Argonne-Susa sull'area di cantiere M4 in viale Argonne...[continua]
IMG 5824
La cura della città

I colori della civiltà

No al fascismo al Caterina da Siena...[continua]
imm rosa
La cura della città

Dal cemento nascono i fior…

Lambrate. Un gruppo di cittadini si prende cura della manutenzione di un giardinetto…Anche questa è la città....[continua]
fKbEwD illuminazione2
Le vostre segnalazioni

Lampioni spenti

Pubblichamo una segnalazione giunta alcuni giorni addietro sperando che nel frattempo il problema sia stato risolto....[continua]
DSC09112
La cura della città

Piccoli misteri urbani

Ma dov’è finita la bicicletta? Anche questa è la città...[continua]
20190604 173317
Notizie di Zona 3

Inaugurato l'Emporio Solidale presso l'oratorio SS. Nome di Maria in via Pitteri 54 , venerdì 31 maggio

Lambrate, Barona, e poi Niguarda. Sono tre, nati da un'idea che si è sviluppata a Roma. La Caritas Ambrosiana e la Fondazione Cariplo danno vita al supermercato...[continua]
MI faccio in3
Social Streets

Sostenibilità social per una Milano plastic-free

Cinque social street del Municipio 3 - piazza Piola, via Aselli, via Benedetto Marcello, via Maiocchi e via Morgagni - lanciano un progetto di cooperazione sul...[continua]
IMG 20190528 121048
Le vostre segnalazioni

Parterre alberato, auto in sosta e civismo urbano

L'annosa questione della auto che occupano i marciapiedi dei viali alberati. Una situazione di degrado urbano difficile da risolvere....[continua]
Lambro
Le vostre segnalazioni

L'inquinamento è sotto controllo?

Il fiume Lambro in che condizioni si trova? E' quello che ci chiede chi frequenta abitualmente il parco Lambro....[continua]

Eventi in Zona 3

19/06/2019

Le esposizioni universali alla Biblioteca Storica del Politecnico

A un anno dall’apertura della Biblioteca Storica vengono proposti una serie di eventi a tema aperti a tutta la cittadinanza con lo scopo di far...[continua]
21/06/2019

Serata speciale alla libreria TEMPORIBUS ILLIS

è con molto piacere che vi segnaliamo alla libreria TEMPORIBUS ILLIS (associata LIM) la serata speciale del solstizio d’estate nell’ambito della...[continua]

Via...Vai

Una città è (o dovrebbe essere) una comunità che vive in case e palazzi a cui si accede attraverso vie, viali e piazze che spesso portano il nome di persone o luoghi sconosciuti ai più.
Per riportare alla memoria nomi, luoghi e fatti intraprendiamo questo piccolo viaggio nella toponomastica della nostra zona.
Le notizie di base sono attinte principalmente dal bel volume Le vie di Milano di Claudio e Vittore Buzzi (Hoepli) e da Wikipedia.

Loreto

Il piazzale che segna il confine tra il Municipio 3 e il Municipio 2 deve il suo nome a un santuario dedicato alla Madonna di Loreto, edificato nel 1616 all’altezza dell’attuale piazza Argentina per volere del cardinale Federico Borromeo che ne affidò i lavori all’architetto Francesco Maria Richini. Annessi al santuario, molto famoso nella Milano di allora, vi erano una casa per il clero e un chiostro. Il complesso venne abbattuto definitivamente intorno al 1913 e parzialmente inglobato nella costruzione di un palazzo.
Il piazzale, che si raggiungeva percorrendo lo Stradone di Loreto, oggi corso Buenos Aires, divenne tragicamente conosciuto nell’agosto del 1944 quando i fascisti fucilarono e lì esposero i corpi di quindici partigiani. Nell’aprile del 1945, proprio per ricordare il precedente evento, nel piazzale vennero esposti, appesi alle traversine di una stazione di servizio, i corpi di Benito Mussolini e di altri gerarchi fascisti, giustiziati dai partigiani.
Nei pressi del piazzale, una stele, posta in fondo a viale Andrea Doria, ricorda l’eccidio dei partigiani, uccisi dai fascisti a monito dei cittadini milanesi.

Notizie per immagini

TAG Cloud