LE PRIME CASE DI COMUNITA’ in ZONA TRE

Il giorno 15 dicembre la Giunta Regionale, dopo aver consultato i Sindaci (dice la Giunta) ha deliberato l’elenco delle prime Case di Comunità (CdC) in Regione. Oltre a queste ci sono indicate le allocazioni degli Ospedali di Comunità (OdC) e le Centrali Operative Territoriali (COT). ()

1unnamed
Si definirà entro lunedì la mappa delle 24 Case della Comunità da realizzare a Milano.
Le nuove strutture previste dal piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) come "punto d’accesso" alla sanità (con medici di base, ambulatori, servizi anche sociosanitari e sociali) nasceranno in edifici del servizio sanitario (individuati dalla Regione), ma anche messi a disposizione dagli enti locali, e ieri c’è stato un confronto tra il Comune e l’Ats, col direttore Walter Bergamaschi, il sindaco Beppe Sala, l’assessore Lamberto Bertolè (nella foto) e i presidenti dei nove Municipi. La riunione, fanno sapere da Palazzo Marino, "si è aggiornata per svolgere approfondimenti tecnici, con l’obiettivo di arrivare alla proposta definitiva entro lunedì", quando a Milano farà tappa il tour della Presidenza del Consiglio dei ministri per illustrare il PNRR.

La Delibera ci ricorda che:
• Case di Comunità che costituiscono punto di riferimento continuativo per la popolazione e permettono di garantire la presa in carico della comunità;
• Ospedali di Comunità, strutture di ricovero di cure intermedie, che si collocano tra il ricovero ospedaliero tipicamente destinato al paziente acuto e le cure territoriali. Gli Ospedali di Comunità sono finalizzati a ricoveri brevi destinati a pazienti che necessitano di interventi sanitari a bassa intensità clinica, di livello intermedio tra la rete territoriale e l'ospedale; 3
• Centrali Operative Territoriali, modello organizzativo innovativo che svolge una funzione di coordinamento della presa in carico della persona e raccordo tra servizi e professionisti coinvolti nei diversi setting assistenziali: attività territoriali, sanitarie e socio sanitarie, ospedaliere e dialoga con la rete dell’emergenza-urgenza.

Di seguito l’elenco delle nuove strutture progettate per Milano e la mappa delle loro localizzazioni.
Come si può constatare la Zona 3, e in particolar modo la Zona Citta Studi e la periferia, potranno avvalersi di un'unica Casa di Comunità e una Centrale Operativa di Orientamento suddivise in due sedi Via Costa e Via Ricordi.




Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha