In rete contro bullismo e cyberbullismo

Le scuole, le associazioni e il Municipio 3 in rete nel Tavolo_della Nonviolenza per contrastare un fenomeno in rapida e drammatica diffusione anche fra i più giovani. ()

Il  futuro dipende dal presenteL'incremento dell'uso del digitale e dei cellulari ha moltiplicato le azioni di persecuzione digitale anche tra i bambini e solo un progetto esteso può far da contrasto, un modello che possa beneficiare di una rete d'esperienze, confronti, ma anche coltivi speranze, utopie sul futuro, empatie.
Il protagonista del romanzo “Non è un paese per vecchi” di Corman McCarthy dice: “Quando ero giovane, a scuola era considerata una grave infrazione masticare chewing gum; oggi, all'ingresso delle scuole ci sono i metal detector”. Da noi ieri c'era il motteggio, oggi c'è il cyberbullismo già alle elementari.

Mercoledì 31 marzo si è tenuto, on line, un incontro di coordinamento - organizzato dal Municipio 3 con il Tavolo per la_Nonviolenza - e le scuole, per il contrasto ai bullismi di ogni forma, con la partecipazione di Nicola Iannaccone Responsabile promozione salute ATS Milano – referente Covid per le scuole, la Presidente della Commissione Educazione Manuela Sammarco, la Presidente del Municipio 3 Caterina Antola, numerosi dirigenti e docenti scolastici della zona e le associazioni che si occupano di tematiche di contrasto alla violenza.

Il bullismo è stato, sino a un decennio fa, un tema ignorato nelle scuole, ma si era all'epoca del furore politico dell'aziendalizzazione del sistema sociale e si predicava la necessità di cavarsela da soli, perché ”E' la legge di natura”, ovvero della giungla, in fondo siamo animali.
Oggi, il disvelamento interessa ogni campo del welfare.
Il Covid ha incrementato - ci dice la cronaca - atteggiamenti scorretti di vessazioni da parte di adulti e purtroppo anche di giovani, tale da richiedere di mettere in atto azioni di contrasto.

Anche il Municipio 3, quindi, lavorerà sulle linee antibullismo e cyberbullismo con ATS, secondo la legge del 29 maggio 2017 n° 71, modelli base di organizzazione che affianchi quello che ogni istituto scolastico ha già messo a punto. Bisogna costruire un protocollo comune e questo richiede tempo e intelligenza di insieme, che si farà proprio grazie al gruppo di lavoro neonato, che farà parte del Tavolo Municipale per la Nonviolenza, istituito 3 anni fa per coordinare attività di contrasto e prevenzione della violenza nelle varie forme.

Le difficoltà emerse dagli interventi evidenziano la difficoltà del coinvolgimento dei genitori. Purtroppo ci sono alunni e alunne che restano molte ore da soli a casa e che non sono controllati nell'uso che fanno del cellulare.
Spesso neppure i genitori sono consapevoli dei rischi nell'uso di questo strumento e non si accorgono di quello che succede ai figli, fino a quando non arrivano le minacce fisiche e i ricatti. Ma il ricorso alle forze di polizia avviene quando ormai è troppo tardi, mentre occorre prevenire e responsabilizzare.

Dalle esperienze positive sperimentate da scuole e associazioni emerge la necessità di creare una rete territoriale concreta, un coordinamento tra associazioni, scuole e genitori, per poter meglio usufruire di servizi e spazi del territorio, utilizzare le strutture esistenti come le sale parrocchiali, i centri sportivi, i teatri, i centri di aggregazione giovanile e offrendo opportunità di socializzazione ai ragazzi con la supervisione di adulti preparati.

È vero che sulla scuola si rovescia ogni problema e che l'istituzione non può fare e risolvere tutto, resta tuttavia la necessità di tutelare la sfera emozionale dei ragazzi, anche fuori dell'ambiente scolastico, e creare una rete di collaborazione e informazione resta la via maestra, per decidere, prima che accada, cosa fare per far emergere le situazioni, quando e in che modo operare.

Per maggiori informazioni: tavolo.nonviolenza3@gmail.com.


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha