Arte e Scienza – Sport 2.0: tra big data e gestione del talento

Avete gioito , esultato, vi siete inorgogliti quando la Nazionale italiana di Pallavolo femminile è arrivata in finale ai campionati mondiali nell’ottobre scorso? Bene, il loro bravissimo allenatore, Davide Mazzanti, dialoga con Piercesare Secchi, docente di statistica del Politecnino, sulla possibilità di esaltare ancor di più creatività e capacità attraverso la tecnologia, l’informazione e l’enorme mole di dati a disposizione . Non necessariamente per prendere l’oro invece dell’argento – ma perché no - ma soprattutto per rendere ancora più entusiasmanti le prestazioni e i gesti di atleti talentuosi. ()

Arte e Scienza 32019

Riprende Arte e Scienza, il ciclo di incontri con i protagonisti della cultura artistica e scientifica, italiana e internazionale, che dialogano con i docenti del Politecnico di Milano sugli intrecci tra creatività e tecnologia, sui rapporti con la memoria e le tradizioni, sugli scenari presenti e futuri del mondo del lavoro. Primo ospite del 2019 Davide Mazzanti, allenatore Nazionale italiana di Pallavolo femminile.

Anche lo sport si trova ad affrontare la sua rivoluzione digitale: mai come oggi è stato semplice generare ed avere a disposizione una molteplicità di dati che raccontino un evento, una prestazione, un gesto tecnico. La sfida diventa allora quella di farne davvero fonte di ispirazione e nuova conoscenza, permettendo ad allenatori e analisti di esaltare ancor di più il talento e la creatività di chi sta in campo L’idea dell’incontro nasce a seguito dell’importante risultato raggiunto dalla Nazionale di Davide Mazzanti agli ultimi Mondiali di pallavolo e della sua collaborazione con Moxoff, spinoff del Laboratorio Mox del Politecnico di Milano, per l’ottimizzazione del gesto tecnico e della strategia di gara.

Davide Mazzanti, Direttore Tecnico del settore Femminile della Federazione Italiana Pallavolo, Piercesare Secchi, docente di Statistica al Politecnico di Milano, dialogheranno su quale possa essere l’approccio migliore per valorizzare sia i big data che il patrimonio umano e tecnico che un allenatore si trova oggi a disposizione.

ll tecnico azzurro Davide Mazzanti, nato a Fano il 15 ottobre 1976, ha mosso i primi passi nel mondo della pallavolo allenando squadre giovanili dal 1997 al 2002. Nella stagione 2002-2003 inizia il suo percorso nell’alto livello, ricoprendo il ruolo di secondo allenatore in A2 sulla panchina della Gs Volley Corridonia poi nella Galassia Volley Falconara in B1 (2003-2005) per poi esordire in A1, con il medesimo ruolo, con la Alfieri Volley Santeramo (2005-2006). Al 2005 risale il primo contatto con la nazionale azzurra seniores, un rapporto in qualità di componente dello staff tecnico che si è protratto sino al 2012, partecipando sia ai Giochi Olimpici di Pechino 2008 che a quelli di Londra 2012. A livello di club esordisce in B1 come capo allenatore sulla prestigiosa panchina della Teodora Ravenna (2006-2007). Nel biennio (2007-2009) ha ricoperto il ruolo di secondo a Bergamo conquistando una coppa Italia ed una Champions League.
Conclusa l’esperienza bergamasca è stato nominato primo allenatore del gruppo juniores del Club Italia (2009-2010). L’anno successivo ha fatto ritorno a Bergamo, esordendo da primo allenatore in A1 e nelle due stagioni (2010-2012) alla guida della formazione lombarda ha ottenuto la vittoria dello Scudetto 2011 e della Supercoppa 2011. Dopo una breve parentesi sulla panchina della River Volley Piacenza, nel 2013 è stato nominato responsabile del Club Italia e allo stesso tempo ha guidato la nazionale juniores azzurra (2012-2014).
Successivamente si è seduto sulla panchina di Casalmaggiore, e il suo arrivo ha coinciso con la vittoria del Campionato Italiano 2015. Stesso risultato Mazzanti lo ha raggiunto il campionato successivo con l’Imoco Volley Conegliano, che si è aggiudicata il tricolore 2016, la Supercoppa 2016 e la Coppa Italia 2017. All’esordio sulla panchina italiana Mazzanti ha condotto le azzurre alla qualificazione ai Campionati Mondiali 2018. Nel World Grand Prix ottiene un fantastico secondo posto, eguagliando il miglior risultato dell’Italia nella storica manifestazione.
Al suo primo Mondiale sulla panchina azzurra ha guidato l’Italia alla conquista della medaglia d’Argento, secondo risultato di sempre dopo l’Oro di Berlino 2002. Con un bilancio di 11 vittorie e 2 sole sconfitte la nazionale tricolore a Yokohama si è arresa solo in finale alla Serbia. Fuori dal campo Davide è sposato con l’azzurra Serena Ortolani, dalla quale ha avuto la sua primogenita Gaia.

Piercesare Secchi è Professore di Statistica presso il Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano. Dal 2009 al 2016 è stato direttore del Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano, e dal 2011 al 2016 membro del Senato Accademico dello stesso Ateneo e delegato del Rettore per i cluster e i consorzi. E’ docente di Statistica Applicata presso la Scuola di Ingegneria Industriale e dell’Informazione. E’ membro del MOX, il laboratorio di modellistica e calcolo scientifico del Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano. E’ coordinatore del CADS (Center for Analysis, Decisions, and Society), joint center del Politecnico di Milano e di Human Technopole. E’ membro del consiglio di amministrazione del MIP, la Business School del Politecnico di Milano. E’ socio fondatore di Moxoff, uno spin-off del Politecnico di Milano che dal 2010 mette in sinergia il mondo della ricerca modellistica matematica, statistica e numerica, con quello industriale. E’ socio fondatore di Mathesia, una piattaforma di crowdsourcing creata nel 2014 per generare innovazione grazie all’applicazione della matematica a problemi di carattere industriale. E’ stato membro del gruppo di esperti della struttura di missione per l’attuazione del progetto “Casa Italia” della Presidenza del Consiglio dei Ministri italiana.


ORGANIZZATORE: Politecnico di Milano

DATE E ORARI: mercoledì 30 gennaio 2019 Dalle 18:00

LUOGO: Politecnico di Milano, Aula De Donato Piazza Leonardo da Vinci, 32


www.eventi.polimi.it/events/arte-e-scienza-mazzanti/




Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha