Leggende metropolitane e ROM

Questo articolo non vuole far scaturire polemiche, ma solo sgombrare il terreno da voci e false notizie mirate a scatenare odio razziale nei confronti dei ROM
()

rom2Durante l'Assemblea Pubblica in Zona 3 sui problemi di Lambrate ho risentito le solite affermazioni fasulle montate da giornali e partiti di destra e che mirano indubbiamente al solo scopo di creare odio e rivalità razziali nei confronti dei ROM. Vediamole una ad una.

I Rom hanno scavalcato cittadini milanesi nella graudatoria delle case popolari

Nulla di più falso. E' una cosa che può controllare chiunque chiedendo alla direzione ALER, gestore fino al 1/12/2014 delle case popolari comunali. L'ultima volta che ho sentito parlare di un caso di richiesta di scavalco delle liste per case da destinare ai ROM è stato nel 2009 (amministrazione Moratti) per 6 famiglie su richiesta dalle maestre del Rubattino per garantire la continuità scolastica di alcuni bambini. La richiesta era stata accettata, ma poi un ennesimo sgombero ha annullato tutto l'iter.

Pisapia ha dato soldi ai ROM

Altra notizia falsa. L'amministrazione Pisapia non ha mai offerto neanche un euro alle famiglie ROM. Differentemente è stata la politica dell'amministrazione Moratti che donò a famiglie ROM 2000 € affinché tornassero al loro paese. In molti hanno accettato, per poi tornare, dopo qualche mese, in Italia. I soldi destinati ai ROM sono delle cifre stanziate nel 2008 dal governo italiano (e quindi non comunali) da destinarsi a politiche di integrazione e che l'amministrazione non ha mai speso con interventi ad personam.

Il piano di integrazione toglie lavoro agli italiani

Ahimè non è così. I livelli di discriminazione dei ROM sul mercato del lavoro sono tali, che difficilmente un ROM può competere con italiani o anche con altre etnie. Viceversa sono molti i casi di sfruttamento in nero di lavoratori ROM a condizioni inaccettabili, cui sono costretti proprio da discriminazioni razziali. Ho conosciuto alcune famiglie ROM che stanno emancipandosi dagli accampamenti e spesso mi domando chi glielo faccia fare. Lavorare 12h al giorno, facendo lavori durissimi per 800 € al mese in nero, senza garanzie e senza nessuna copertura assicurativa, sono condizioni che nessuno dovrebbe accettare e che sicuramente un italiano non considererebbe neanche lontanamente.

Il piano di integrazione toglie case agli italiani

Stesso problema di cui sopra. La discriminazione è altissima, per cui i proprietari disposti a dare le loro case a famiglie ROM lo fanno perché offrono sistemazioni che non riescono in alcun modo ad affittare. Appartamenti spesso in condizioni pessime, senza certificazioni, a cifre sproporzionate ed in nero. Se poi si aggiunge il fatto che le famiglie ROM sono numerose, li ritroviamo spesso in case minuscole pagate troppo per la loro qualità.

I ROM sono tutti ladri

Vorrei che chi afferma questa cosa l'andasse a dire ad Andrea Pirlo! Il nostro capitano della nazionale è infatti di etnia ROM. Io non voglio affermare che siano tutti dei santi ed onesti, né legittimare i furti a loro adducibili, ma la discriminazione che soffrono li relega all'ultimo grado dell'economia cittadina, portandoli così spesso a delinquere, eppure in molti non si avvicinano mai a comportamenti delinquenziai, per cui affermare che è la loro stessa natura a farli diventare ladri lo trovo un preconcetto inaccettabile.
Io sono un uomo di sinistra, per cui mi sono vergognato di aver avuto anch'io paura dei ROM, inculcata sin da piccolo da frasi come "attento agli zingari, perché rubano i bambini" o altre. Per esorcizzare questa paura ho cominciato ad aiutare la Comunità di Sant'Egidio con donazioni di mobili, libri, zaini, vestiti, passeggini e, anche, borse di studio per i bambini. Ho così avuto più volte occasione di conoscere famiglie ROM e, vi assicuro, che raramente ho conosciuto persone più gentili, ospitali e generose  (con il poco che posseggono).

I ROM rapiscono i bambini

Mai bufala più grande è stata perpetrata. E' da quando sono nato che la sento, eppure non c'è mai stato un singolo caso dimostrato di rapimento di bambini da parte di ROM (del resto, vi siete mai domandati sul perché avrebbero bisogno di rapire bambini visto la dimensione delle loro famiglie?). Tutte le notizie montate appositamente dai media si sono poi sgonfiate in fase processuale mostrando che i presunti tentativi di rapimento non erano altro che fraintendimenti da parte di persone fortemente condizionate da pregiudizi. Del resto basta chiedere i numeri alla Questura. Viceversa sono sempre più frequenti i casi di bambini ROM strappati alle loro famiglie per essere dati in affidamento a famiglie italiane partendo dal presupposto che l'ambiente in cui crescono sia malsano.

I ROM puzzano e sono sporchi

Provate voi a vivere in accampamenti senza acqua e servizi igienici e a non puzzare. 


Infine mi sono documentato su un'affermazione che mi avela lasciato stupito fatta da Luca Longo, presidente Associazione Asscomp Porta Venezia, sul fatto che il Comune di Milano abbia utilizzato 13 Mln di Euro in favore dei Somali di porta Venezia.
A parte che non di Somali si tratta ma, bensì, di Eritrei, i soldi sono stati dati ad enti del terzo settore in convenzione col Comune di Milano a favore di persone in fuga dalla guerra (come Eritrei e Siriani). L'azione è stata eseguita su incarico della Prefettura e con fondi del Governo Italiano. Il Comune non ha mai impegnato denaro del bilancio comunale per questo tipo di interventi proprio perchè  si tratta di azioni obbligatorie disciplinate da convenzioni internazionali sottoscritte dall'Italia da oltre 50 anni e dunque è il governo a doversene fare carico.



Articoli o termini correlati

Incontro pubblico di ascolto e confronto su “Problematiche del quartiere Lambrate” (Il punto CdZ)
ROM e i cittadini di Lambrate: una convivenza difficile (La cura della citta)
ROM: tra sgomberi e paura alla ricerca di una soluzione (Pro e contro)

Commenta

Re: Leggende metropolitane e ROM
22/10/2014 Paolo Morandi
Gentile Martina,
il web non permette, per bisogno di sintesi, di riportare molte informazioni che necessiterebbero per documentare meglio le affermazioni, per questo la "superficialità" a cui siamo spesso costretti. Comunque le affermazioni riportate sono reperibili (non senza difficoltà) tramite bilanci comunali e richiedendo informazioni a Questura ed Aler.
Per quanto riguarda l'affermazione che sia nella "cultura" ROM rubare, evidentemente, intendiamo il termine "cultura" in modo molto differente. In un mio precedente articolo racconto di come, nella piccola comunità rurale dell'oltre Po mantovano, gli "zingari" fossero attesi con ansia. Per i contadini del luogo significavano l'arrivo di artigiani che riparavano tetti, pentole, ombrelli, coltelli, attrezzi da lavoro, biciclette, cioè oggetti per loro preziosi, ma, soprattutto, una rottura della monotonia delle giornate legate al duro lavoro nelle stalle e nei campi. Le feste estemporanee che portavano gli zingari e l'arrivo delle giostre erano i soli momenti di svago. Adesso l'evoluzione dell'economia ha spinto gli zingari ai margini della società in un ruolo contrapposto e non più complementare, da cui la trasformazione degli artigiani/giostrai in ladri. Questo non li vuole in nessun modo giustificare, ma affermare che siano "culturalmente" spinti al furto è un'affermazione falsa e xenofoba.


Re: Leggende metropolitane e ROM
22/10/2014 martina
Questo articolo purtroppo otterrà l'effetto contrario a quello per cui è stato scritto e se non riceverete commenti feroci (mi auguro di no), vuol dire o che i vostri lettori la pensano tutti come voi ( cioè sono degli arancioni convinti, no matter what), oppure, mi piacerebbe pensarlo, i vostri lettori sono persone di livello.

Comunque rimane un articolo superficiale.

Per favore, lasci perdere il fatto che Pirlo proviene da quell'etnia per convincere chi non la ama ad amarla!

Infine non è pregiudizio affermare che gli zingari rubino. Se si parla di cultura, è nella loro impossessarsi di ciò che non gli appartiene senza tanti moralismi, anzi, ingegnandosi a farlo con destrezza laddove l'accattonaggio non ottenga i risultati sperati. Tra le altre cose, sono gli unici accattoni che ti ingiuriano se li ignori! Così come nella nostra viene inculcato il comandamento, poco rispettato, "non rubare" fin dalla tenera età.

Quello che bisogna dire invece è che i loro furti non sono mai di entità pari a quelli perpetrati dalla criminalità organizzata, da molti dei nostri corrotti politici, dalle multinazionali con sedi fiscali in paradisi ecc...

grazie e buon proseguimento.


 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha