P.zza Ferravilla: è di nuovo occupazione

A un mese dallo sgombero voluto da Zambetti, i ragazzi del Lambretta tornano ad occupare, e far vivere, le villette abbandonate dall'ALER. Riportiamo l'articolo di milanoinmovimento.
()

Il collettivo Lambretta e il Casc Lambrate decidono di liberare nuovamente le quattro villette di via Apollodoro!

A un mese dallo sgombero, constatato che lo stato delle villette è tornato a quello prima dell’occupazione: siringhe, spaccio e degrado,

il Lambretta riconferma la sua posizione: non ci sta!

Lo sgombero, ricordiamo,  era stato richiesto dalla Regione e da Aler, nella persona di Zambetti , subito dopo arrestato per collusione con la ‘ndrangheta, e il Lambretta era diventato oggetto di discussione/scontro tra Comune, Aler e Questura.

Il Lambretta ha sempre ritenuto che il caso di Piazza Ferravilla/ via Apollodoro rappresenti un emblema delle vicende che contraddistinguono da anni la città: collusione con le mafie e speculazione del patrimonio pubblico.

Il Lambretta ha riaperto !

A breve aggiornamenti

ore 16,51: Piu di 100 studenti, precari e disoccupati della zona stanno ripulendo e sistemando il lambretta. Abbiamo aperto le palazzine e sono state distrutte per grossa pare. Non ci scoraggiamo e iniziamo i lavori subito. Siamo carichi e determinati.

ore 17,14 siamo dentro a tutte le palazzine, è ststo tutto portato via per renderle inagibili, dentro alla prima palazzine abbiamo trovato siringhe sulle scale. Le case sono state chiuse per lasciarle all’abbandono, questo appare evidente appena ci si affaccia dal giardino. Venite tutti e numerosi continuano i lavori.

ore 14,27 sono tantissimi i residenti del quastiere solidali con noi, che bella accoglienza, grazie e tutti e tutte.


Link all'articolo originale


Tags:
collettivo Lambretta, via apollodoro

Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha