Ripartenze: Consorzio viale dei Mille 1

Quest'anno si resta in Italia per il Natale, si mangia italiano, si compra italiano e certo non c'è niente di più italiano dei prodotti delle carceri italiane. ()

consorzio 1La crisi è stata dura, la chiusura prolungata ha lasciato il segno; solo nel secondo lockdown hanno avuto una vendita limitata di alimentari online.
Ora contano sull'apertura natalizia, come tutti i negozianti.

La vetrina principale espone panettoni dagli ingredienti particolari - zenzero-mandarino-gelsomino, albicocca-pesca-lavanda - ma anche tradizionali, unendo la tradizione dolciaria del nord e del sud, e ad accompagnarli, i vini della Valtellina.

All'interno si può circolare nei locali, passando dalla gastronomia alla sartoria.
Molti prodotti culinari provengono dalle carceri del Sud: da Palermo, Ragusa, Siracusa, prodotti biologici con mandorle, cioccolato, dolcetti di pasta frolla, torroni, da Bari i taralli, grissini e cioccolatini da Padova, ma anche dolcetti da Sondrio e da Milano. C'è la passata di pomodori, confetture di zucca e cipolle, succhi di mela, giardiniera in agrodolce, marmellate, tante leccornie per allietare i pranzi delle famiglie milanesi. C'è anche la pasta per celiaci da Sondrio.
Le confezioni sono sobrie, ma gradevoli e con bella grafica, i prezzi contenuti per accontentare sia chi cerca piccoli o medi regali di sapore ottimo e che si presentano bene.

Chi invece teme il carico degli zuccheri può acquistare regali in tessuto di cotone della sartoria del carcere femminile di Milano, T-shirt con i disegni dei gatti galeotti che sono bellissimi a righe bianche e nere, turbanti colorati, borse di stoffa e di materiali riciclati, carte lavorate a mano con disegni impressi dal carcere di Forlì.
Da Trento viene la novità dei detersivi biologici e da Venezia prodotti di bellezza ormai affermati.

Altri prodotti si possono scoprire recandosi al Consorzio, in viale dei Mille 1, angolo piazzale Dateo, aperto dalle ore 9.30. Il tutto è disponibile anche online: consorziovialedeimille.it. Comprando un regalo italiano si fa anche un regalo a chi, in carcere, si impegna per cambiare il proprio futuro.


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha