Se passate da via Benedetto Marcello...

…al numero 7 trovate il Liceo Alessandro Volta, se non il migliore, tra i migliori licei scientifici d’Italia. ()

DSC00672Passando in questi già tristi giorni davanti al Liceo Volta “la tristezza poi ti avvolge come miele”, per dirla con Guccini.
La tristezza per la scuola chiusa e drammaticamente silenziosa per via del Coronavirus che sta impedendo agli studenti di beneficiare del loro diritto all’istruzione, ma anche la costernazione di fronte a una facciata di edificio vilipesa dal passare del tempo e delle stagioni.
Inaugurato nel 1936 come “Casa del soldato”, il palazzo divenne liceo nell’anno scolastico 1953/1954 e da allora ha ospitato migliaia e migliaia di ragazzi che lì hanno trovato una scuola di alto livello, perfettamente allineata alle eccellenze milanesi e nazionali.
Un liceo ottimamente condotto dai suoi presidi e dai suoi insegnanti, i quali hanno contribuito a formare cittadini capaci e consapevoli della propria preparazione scolastica che poi sarebbe diventata professionale e di vita.

Ora, in un momento infausto per la formazione e per la cultura, stringe un po’ il cuore che la scuola sia chiusa ma anche che si presenti così malmessa, anche se solo nella struttura edilizia.
Va da sé che ci saranno mille comprensibili giustificazioni legate alle difficoltà finanziarie e alla carenza di fondi da dedicare al restauro da parte dall’ente preposto alla gestione delle immobile (la Città metropolitana) ma è altrettanto scontato che il Liceo Volta meriterebbe una particolare attenzione proprio per il ruolo che svolge nel panorama della scuola pubblica nazionale.
Dicono le cronache che nel 2016 un gruppo di studenti, con il supporto dei tecnici di un’azienda che produce vernici, ha tinteggiato circa 1000 metri quadri (atrio, aule, corridoi) dell’Istituto ma l’esterno dell’edificio rimane malinconicamente fatiscente.
Con tutto ciò, in attesa di tempi migliori, se passate davanti al Liceo Volta toglietevi comunque il cappello…


Commenta

Re: Se passate da via Benedetto Marcello...
21/05/2020 elvira giulia nosengo
Da docente mi chiedo come si possa definire "il migliore della citta'"un liceo.
Su quali basi si fondi tale giudizio,sarebbe interessante approfondirlo.Dal passaparola? dalla selezione all'iscrizione? dalla posizione ?dal luogo comune?Senza naturalmente nulla togliere al lavoro degli insegnanti e dirigenti,ci sono molti buoni licei in città,e gli insegnanti non accedono alle cattedre per meriti ma per punteggio.


 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha