Girovagando: Romanò Cornici

Oltre il cancello, nel cortile, s'intravvedono le assi chiare, smilze o più larghe e spesse, il profumo del legno arriva a folate. Il laboratorio in via Pellizzone 4 rimane nascosto in un angolo tranquillo della città. Romanò è molto affacendato . ()

20200219 175234jpgDa quanto tempo è aperta questa attività?

E' stato mio padre a iniziare negli anni '70; dal 1984 abbiamo continuato mio fratello ed io. Tre anni fa però mio fratello ha deciso di intraprendere un'altra strada. Io ho preferito proseguire questo lavoro, ma da solo è pesante seguire i dipendenti, gli ordini dei materiali, le esigenze della clientela.

Che cosa l'ha affascinata di questo lavoro?

Il suo fascino è dato dall'essere un lavoro mai identico, perché la manualità è soggetta allo stato d'animo del momento . Abbiamo un campionario a cui attingere, ma c'è la fase della scelta dello stile da adattare al dipinto, la scelta della sfumatura di colore della cornice deve essere affine ai colori del dipinto. In questa fase l'esperienza e la sensibilità individuale sono essenziali.

Gropius diceva che ogni artigiano è artista e ogni artista è un artigiano. E' così?

Senza dubbio la parte bella del lavoro manuale è creare e variare assecondando l'ispirazione. Sotto questo aspetto è vero, si è artisti perché ogni lavoro è unico e apporta una novità.

Come avviene la fase esecutiva?

La scelta è molto vasta, possiamo creare cornici d'ispirazione rinascimentale, barocca, moderna. Anche le cornici più semplici richiedono una preparazione di base; dopo l'assemblaggio si stende una base di gesso che va attentamente levigato e successivamente si può tinteggiare.
Ogni quadro viene personalizzato anche nella cornice e nella sfumatura del colore.

E' affascinante e si capisce perché ci sia un ritorno all'artigianato tra i giovani. Si potrà conservare la qualità e la competenza dell'artigianato milanese che ha dato vita al design?

Purtroppo non lascio eredi perché mio figlio non ha ereditato la mia manualità e segue un'altra strada. Però la creazione non esaurisce l'attività che comprende molte altre incombenze: ricerca dei materiali, rapporti con clienti e dipendenti, con gli uffici. Tutto questo diminuisce l'attenzione e la pazienza.

Chi sono i vostri clienti?

Lavoriamo con rapporti continuativi, ormai da tempo, con gallerie d'arte e anche con alcuni musei. Facciamo tutto noi, nello scantinato abbiamo i macchinari per segare il legno e le sagome e i profili che usiamo abitualmente, con la possibilità di apportare modifiche. Decidiamo insieme al cliente o all'artista, consigliandolo.

La fama di Romanò lo designa come il laboratorio artistico di cornici più importante di Milano, ma lui si nega, sostenendo che è uno dei pochi rimasti e certo il più vecchio.


Commenta

Re: Girovagando: Romanò Cornici
20/02/2020 MARIAPAOLA MAURI
Interessante!
Non lo conoscevo...mi ha incuriosito e andrò a cercarlo. Grazie


 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha