Nuovo sportello di consultazione per i cittadini in via Porpora 43

È stato aperto uno sportello gratuito con cadenza settimanale di orientamento, sostegno psicologico e mediazione familiare, in convenzione con il Municipio 3. ()

Copia di LOCANDINA SPORTELLO MUN 3
La finalità dello sportello è soprattutto di offrire un sostegno a soggetti fragili che vivono uno stato di difficoltà economico-sociale. Gli interessati usufruiranno di un servizio di ascolto, supporto, consulenza e orientamento.
Per ciascun caso sono previsti, di norma, un massimo di tre incontri gratuiti prorogabili, per affrontare disagi, problemi personali, lavorativi, relazionali e familiari (genitorialità, separazione, divorzio etc.).

I colloqui si svolgono tutti i venerdì dalle ore 10:00 alle 12:00 su appuntamento presso lo “Spazio Porpora”, via Porpora 43, 20131, Milano.

Lo spazio è curato dall'Associazione DiF - Difesa in Famiglia, che dal 2015 svolge l’attività di sportello di orientamento legale e psicologico integrato rivolto alla famiglia, anche mononucleare, e ai singoli individui che la compongono, incontrando una media di circa 30/40 persone all’anno, con un ciclo di incontri gratuiti, di norma tre.

Oltre all’attività di sportello, DiF svolge una funzione di prevenzione e informazione tramite incontri divulgativi sul tema della famiglia e delle sue peculiarità nella vita attuale.

Lo scorso 29 settembre DiF ha partecipato alla Festa nel giardino del quartiere (Municipio 6) di via Romolo Gessi con un gazebo in collaborazione con l’associazione Colori Primari e il 25 ottobre all’evento “Missioni possibili” per il tema di mediazione dei conflitti nell’ambito familiare presso Il Mercato Verde, via Bassini, 43, in zona Municipio 3. Entrambi gli eventi si sono svolti a Milano

L’associazione è intervenuta all’edizione di Bookcity 2019, in uno spazio messo a disposizione dalla Casa delle Associazioni 7, con la presentazione di tre libri di temi inerenti l’attività istituzionale.

Già in programma la partecipazione alla Civil Week organizzata dal Corriere della Sera-Buone Notizie, nel periodo 5-8 marzo 2020.

L’ambizione dell’Associazione è quello di crescere non tanto in volume quanto in penetrazione sul territorio con lo scopo di ricreare il tessuto connettivo fra le famiglie e le realtà presenti sul territorio integrando un sistema che frazionato non porta a risultati di coesione culturale e sociale sperati: creare una sorta di agorà libera e sicura dove tutte le famiglie, grandi e piccini, possono rivolgersi in una sorta di centro polifunzionale aggregante. La povertà educativa sociale e culturale potrebbe essere alleviata e man mano arginata mettendo a frutto in modo sinergico le diverse abilità presenti sul territorio. Questo progetto è in cammino e in fase di ulteriore approfondimento mentre le prime sperimentazioni inducono all’ottimismo.

Per avere un appuntamento telefonare dal lunedì al venerdì dalle ore 13:00 alle 14:30 al numero 35550230.


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha