Girovagando. L'enoteca “Divino”

Sull'angolo di piazza Bernini, in via Lippi n. 2, all'Enoteca Divino una nuova gestione attenta alla vocazione culturale di Città Studi. ()

Divino 2017 09 26

La nostra zona è ricca di tante presenze al servizio dei cittadini, costituiscono un tessuto vivo e vitale, da difendere e sostenere. Per questo abbiamo voluto dare uno sguardo in giro, senza la pretesa di voler stilare graduatorie, recensire o dare giudizi, ci interessa solo segnalare ciò che ha incontrato il nostro gusto e apprezzamento, del tutto personale s'intende. Iniziamo con una piccola scoperta, l’enoteca “Divino”, e l'intervista a una delle titolari.

L'enoteca esisteva già, ma non sapevo che fosse stata rilevatae gestita da due donne ristoratrici e un socio esperto di formaggi.


Da quanto tempo avete rilevato il locale e che cosa ha determinato questa scelta?

Abbiamo aperto il 22 maggio. Pensavo - racconta Luisa – di andare in pensione, ma mi sono ritrovata “esodata” e ho cominciato a cercare una soluzione per poter sfruttare le mie competenze, ho trovato su internet Caterina che organizzava catering, home restaurant e chef a domicilio. E' nato così “Quicuoca”. Arrivati al momento di ingrandirci con un vero e costoso laboratorio è giunta la proposta di rilevare il”Divino”. In seguito abbiamo conosciuto Paolo, il selezionatore esperto di formaggi.

Sotto quale aspetto intendete differenziarvi dalle altre enoteche?

Questo locale vuole essere un luogo del gusto, ma anche un punto d'incontro culturale e coniugare il piacere del vino e del cibo con il calore dell'accoglienza, un punto d'incontro dove anche la persona “singola”sa di poter entrare per fare due chiacchiere trovando interlocutori attenti, accoglienti, che sappiano offrire una cosiddetta “spalla empatica”.

Vogliamo andare oltre il commercio – chiariscono i soci : Caterina, Luisa e Paolo -, porre attenzione alla persona, utilizzare quel pizzico di pepe che ravviva l'esistenza.

Con quali iniziative pensate di raggiungere il vostro scopo?

Nel nostro futuro sono previsti: un piccolo corner shopping, serate con presentazione di libri, serate a tema enogastronomico-culinario con presentazione e degustazione di vini e cibo.

A ottobre, per chi non avesse partecipato alla Kermesse Cheese di Bra - che viene organizzata ogni due anni in Piemonte -, presenteremo una sorta di “fuori cheese”, ovvero una selezione di chicche casearie dei migliori produttori.

Il 10 novembre l'azienda vinicola Principe di Spadafora di Monreale - alle porte dell'evento enogastronomico Golosaria, che si terrà a Milano dall'11 al 13 novembre -, proporrà una degustazione di alcuni dei loro migliori vini siciliani, accompagnati da piattini golosi dell'enoteca.

Il 14 novembre una speciale degustazione di pecorini affinati - stagionati con diverse tecniche – marchigiani “Le affinità gustative”.

A seguire proporremo serate con piccole rappresentazioni teatrali o musicali.

Per ora siamo aperti dal lunedì al venerdì sia a mezzogiorno che alla sera.

Non ci resta che andare a gustare un bicchiere "Divino".




Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha