Donne, genere e lavoro: istruzioni per l'uso

Giovedì 2 marzo si svolge, presso la sala Consiliare del Municipio 3, una tavola rotonda sul tema donne e lavoro.
()

locandina 19 02

Le donne, pur con elevati livelli di istruzione, quando entrano nel mondo del lavoro trovano più ostacoli dei colleghi: più precarietà, stipendi più bassi, percorsi di carriera più difficili.

Secondo il Global gender Gap Report 2016, uno studio del World Economic Forum che misura la disparità di genere fra donne e uomini, l'Italia è al 117 posto su 143 per quanto riguarda la parità nel lavoro e nella partecipazione alla vita economica. Risalire la china è indispensabile per un'effettiva giustizia sociale e per il nostro sviluppo economico.

In Italia solo il 51% delle donne lavora, mentre lo fa il 74% degli uomini.
Il genere determina differenze di trattamento retributive e di carriera, benché le donne risultino più istruite e performanti nei percorsi scolastici ed accademici. L'essere donna come pure l'avere un orientamento di genere non conforme, possono impedire la piena realizzazione professionale ed una discriminazione già dal primo colloquio di lavoro. La divisione iniqua del lavoro di cura, tutta sbilanciata sulle donne, aggiunge ulteriori difficoltà ai percorsi di lavoro e carriera. Anche nei meccanismi di arretratezza culturale che vedono un genere privato della possibilità di esprimere il proprio potenziale e le proprie energie, sta il mancato sviluppo economico del Paese. Ma molto si può mettere in campo per superare le trappole della discriminazione e promuovere la parità effettiva nel mondo del lavoro.
Cosa possono fare il Comune di Milano e il Municipio 3 per il lavoro delle donne, per fronteggiare le discriminazioni di genere, alimentare una cultura dei diritti e della parità che possa liberare talenti ed energie?

Di questo parleremo nell'incontro con l'Assessore Cristina Tajani,Laura Specchio,  Presidente della Commissione consigliare Lavoro e Commercio, a Melissa Oliviero, della Camera di Commercio, a Monica Romano, consulente del lavoro e ed esponente LGBT, Ilaria Li Vigni, avvocata e Riccarda Zezza, imprenditrice.

Giovedì 2 marzo  alle 18.15, presso la sala consigliare di via Sansovino 9



Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha