Vivere la città. Via Benedetto Marcello

Come affrontare lo stato di degrado dell'ambiente urbano? Lanciamo qualche proposta concreta.

()

Benedetto Marcello 20150423

Parecchi lettori hanno più volte segnalato il disagio sofferto dagli abitanti della via Benedetto Marcello a causa del bivacco diurno e notturno nella zona di persone senza fissa dimora, di transenne e lavori in corso che non terminano mai, di giardini in stato di abbandono, al punto che si prova fastidio a passare di lì, nonostante siano poche le vie a Milano che possono vantare un viale come questo, con al centro una grande fontana, aiuole e alberi.

Mesi fa un lettore ci scriveva proponendo di organizzare una bocciofila sull'esempio di quella della via Morgagni e diversi abitanti risposero mostrando il loro interesse.

E' indubbio che la situazione di degrado di via Benedetto Marcello vada affrontata. E ci sembra che siano i residenti i soggetti più adatti a promuovere un'azione di sensibilizzazione nella zona e a raccogliere l'adesione dei cittadini disponibili ad avviare un gruppo o un'associazione locale per discutere del problema, valutare le soluzioni possibili, confrontando le opinioni e i pareri di chi vive sul posto, eventualmente con il supporto qualche esperto, se qualche progetto dovesse prendere forma.

Per parte nostra ci mettiamo a disposizione per facilitare i contatti, far circolare informazioni e contribuire ad  avviare un percorso di partecipazione, che ha permesso in molte altre realtà cittadine di concretizzare iniziative di questo tipo. Attendiamo i vostri commenti e le vostre segnalazioni.


Tags:
ambiente urbano, degrado, partecipazione

Commenta

Re: Vivere la città. Via Benedetto Marcello
28/04/2015 luca
benedetto marcello fa schifo e sarebbe ora che si facesse qualcosa davvero a partire dall'indecoroso suk bisettimanale per passare agli immigrati che bivaccano mangiano dalle auto in sosta tirando fuori pietanze a più non posso dai frigobar come fossero in un camping e per le deiezioni umane che sono ancora più frequenti di quelle canine


Re: Vivere la città. Via Benedetto Marcello
28/04/2015 luca
rispondo in primis al sig Guido e alle sue testuali parole:"Che poi di notte nella zona davanti agli alberghetti ci sia chi dorme sulle panchine ( ovviamente perchè non ha i soldi per pagarsi l'alberghetto ) non mi pare riprovevole ( meglio che vederli in corso Buenos Aires )."
in qualsiasi posto civile all'estero (parlo a ragion veduta e se vuole le cito i Paesi uno per uno) le persone che bivaccano dormono mangiano orinano e defecano sulla pubblica via non vengono tollerate e vengono fatte gentilmente sgomberare in quanto sono motivo di degrado a vario titolo e purtroppo troppo spesso non si limitano solo a pernottare ma a compiere attività anche illecite e se permettessimo dal basso del nostro buonismo che chiunque possa dormire tranquillamente accampato per strada finiremmo in una situazione di intollerabile degrado civile.


Re: Vivere la città. Via Benedetto Marcello
27/04/2015 guido
In Benedetto Marcello il mercato c'è sempre stato e non capisco perchè volerlo spostare da un'altra parte. Quando il mercato non c'è diventa parcheggio per le automobili dei residenti: i due parcheggi sotterranei evidentemente non sonop bastati.
A causa di questa continua discussione si evita di sistemare il piazzale, ad esempio eliminando i cordoli attorno ad alberi inesistenti e generando quindi l'impressione di abbandono.
La situazione di via Morgagni è diversa perchè è una strada di residenti mentre Benedetto Marcello è una zona di ristoranti, alberghi, scuole e altri edifici pubblici.
Che poi di notte nella zona davanti agli alberghetti ci sia chi dorme sulle panchine ( ovviamente perchè non ha i soldi per pagarsi l'alberghetto ) non mi pare riprovevole ( meglio che vederli in corso Buenos Aires ).


Re: Vivere la città. Via Benedetto Marcello
23/04/2015 PIETRO GUERMANDI
Penso che aiuterebbe una illuminazione più potente e capillare, una potatura delle alberature ai livelli bassi del tronco (peraltro già effettuata da poco ma insufficiente) in modo da rendere perfettamente visibile la parte interna del giardino.
Rimane ovviamente aperta la questione della sistemazione del parterre centrale della seconda parte della via, sede del mercato bisettimanale; lo stato di degrado in cui versa contribuisce a considerare l'intero ambito della via (interessata da Vincolo paesaggistico ai sensi del DLgs 42/2004, Parte III Titolo I !!! ) come un luogo sgradevole. Degrado chiama degrado!


Re: Vivere la città. Via Benedetto Marcello
23/04/2015 Franco
Guardate per fare qualcosa di concreto per la via Benedetto marcello penso bisognerà attendere il 2016 con la nuova amm.ne locale e con nuovi dirige ti in cdz3 perché nom vedo soluzioni alternative la bocciofila di via Morgan i è veramente un alt attività per i residenti molto valida io ero andato personalmente a premiare un vincitore alla gara di bocciofila
Però stiamo parlando se ben ricordo del 2009/2010 lascia a voi la deduzione comunque sia la Benedetto marcello avrà bisogno di essere sistemata se non altro per gli abitanti della via stessa che non penso sia consono lasciarli in questo degrado


Re: Vivere la città. Via Benedetto Marcello
23/04/2015 Anita
Fpyej


 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha