L'orto in cascina. LA CIPOLLA RAMATA DI MILANO

A una delle cipolle di questo tipo, dimenticata in frigo, è cresciuto il ciuffo; l'ho dapprima trapiantata in un vasetto sul balcone e oggi l'ho portata nell'orto così starà in buona compagnia tra le talee di rose e la vite di moscatella.
()

3 cipolla 400L'ho piantata sulla superficie piana, in un angolino vuoto, perché voglio solo che fiorisca e faccia il bulbo con i semi, voi la potrete trovare già germogliata nei vivai, piccola, e potrete piantarla sul fianco della banchina in linee diagonali, scavando con un cucchiaio il buco necessario a contenere il pane di terriccio con la piantina.

Io non mangio cipolle, non mi piace il loro forte odore, ma la rispetto molto come pianta. E' una benvenuta nell'orto sinergico così come il porro o l'aglio o l'erba cipollina ed essendo una pianta così apprezzata sin dall'antichità, mi sembra giusto parlarvene.

È di origine persiana, i caldei la usavano per fare vaticini quando scrutavano le stelle, i romani l'apprezzavano  molto, nel medioevo si riteneva che ridesse vitalità agli astenici. In Francia è forse nata la famosa zuppa di cipolle, ma anche in Lombardia e Valle d'Aosta è un piatto tipico arricchito di fontina o altro formaggio. È un piatto invernale.   
A molti piace anche cruda in insalata e vi voglio raccontare come renderla più digeribile, passandovi l'informazione come l'ho avuta io. La cipolla va sfogliata e liberata di quella sottile pellicina che divide i vari strati; va lasciata in acqua acidulata per qualche minuto, scolata e condita. La pellicina contiene silice che il nostro stomaco non è in grado di digerire, ma serve alla cipolla come membrana per far entrare l'umidità e preservare a lungo la freschezza del bulbo, perché ne impedisce la fuoriuscita. Le trecce di cipolla durano da ottobre per tutto l'inverno , fino a quando l'arrivo della primavera le risveglia e le fa germogliare. Se messe in congelatore la membrana si frantuma e perde la sua caratteristica.
 
Sono certa che conoscete le sue proprietà curative, ma forse non sapete che si può adoperare per eliminare lo sporco sui mobili e le cornici dorate , serve per pulire i quadri a olio scuriti dal tempo e allontana le mosche e anche le streghe. Pare che anche la patata sia un buon pulitore di cornici e dipinti. Controllare!
 




Articoli o termini correlati

L'orto in cascina. LA BANCHINA DEI FAGIOLI (La cura della citta)
L'ORTO DI CASCINA CAMPAZZO (La cura della citta)

Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha