L'orto in cascina. LA BANCHINA DEI FAGIOLI

Una banchina a spirale, fatta di uno o più anelli concentrici, è il centro di un orto sinergico. Io, in questo centro, ho deciso di piantare i fagioli, le taccole per l’esattezza.
()

2 fagioli400Dopo il trasferimento nelle banchine laterali delle piante già presenti nell'orto precedente, ho finalmente deciso la posizione del centro dal quale partire per creare il ricciolo antroposofico, che è sicuramente il simbolo di riconoscimento di un orto sinergico.
Si tratta della formazione di una banchina a spirale, che in base alla superficie che abbiamo a disposizione può avere da un minimo di un anello, a due o tre o più anelli concentrici.  

Quando ho collaborato alla creazione dell'orto sinergico di Cascina Rosa, questo modo di organizzare un orto mi è subito sembrato molto interessante, funzionale, esteticamente originale e simpatico.
Tutto è partito da un biologo giapponese: Fukuoka, che ha scritto il libro "La rivoluzione del filo di paglia", in seguito un'agronoma spagnola ha per prima applicato e codificato sul campo le modalità di esecuzione con le misure, l'irrigazione a goccia, gli abbinamenti strategici per la sinergia tra le piante, la copertura eventuale con paglia, ecc.                             

Ma la cosa più importante sono proprio le piante consigliate e quelle invece sconsigliate pensando proprio alla nostra salute.  È presto detto, le sconsigliate sono le solanacee, cioè i peperoni, le melanzane, le patate, gli alchechengi, mentre i pomodori, pur essendo della stessa famiglia, sono sconsigliati alle donne e concessi agli uomini perché proteggono la prostata. Inoltre tenete presente che tutte le piante spontanee eduli contengono omega 3. All'edicola dell'Istituto dei tumori trovate i due libri scritti dagli esperti di nutrizione di Cascina Rosa, con molte ricette interessanti.

Nel punto di inizio della spirale ho messo i fagioli "Marconi"; in Friuli li chiamano "tegoline", qui a Milano "taccole", da mangiare verdi, bolliti e sono buonissimi sia caldi che freddi.
Le stecche di bambù serviranno ai fagioli per arrampicarsi meglio e pare che le forme piramidali attirino l'energia cosmica... e se fosse proprio vero?       

Sulla superficie piana della banchina ho seminato: radicchio rosso, lattuga variegata, lattuga bianca e sul bordo interno alla spirale ho seminato a distanza di 15 cm sempre le taccole abbinate ad un seme di girasole, che potrà servire da tutore naturale ai fagioli.  

Nell'orto sinergico è previsto, come tutore, l'uso del mais, ma a me non piace e invece i girasoli sono belli da vedere e i semi li uso per le capinere e i merli. Spero che funzioni. Per mal che vada userò altro bambù.                                                                                                                                                       D'abitudine io cerco di procedere a piccoli pezzi e seminare subito, variando i semi, così, nel corso delle stagioni, posso avere le stesse piantine a diversi stadi di crescita.






Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha