Tempi moderni?...

Tempi moderni... e sempre la stessa storia? Racconto di un'incresciosa esperienza personale. ()
NostalgiaSala buia affollatissima, sedie molto vicine, l’evento ha attirato molte persone, ma la coppia accanto a me dopo pochi minuti si alza e se ne va. Al loro posto si spostano le persone che erano più in là.

Dopo alcuni minuti sento premere contro la mia coscia e mi sposto per quel che posso dall’altra parte, ma ecco che il problema si ripresenta. Forse quell’uomo non vede bene e si sposta per cercare una posizione migliore, mi sposto di quel tanto, ma poco dopo ritorna il problema. Accavallo le gambe per restringere la superficie posata sulla sedia e ancora una volta l’uomo si allarga. Sempre più contorta assisto alla fine dello spettacolo e mi chiedo cosa fare, non voglio disturbare il meraviglioso evento e neppure schiacciargli un piede con forza o gridare porco, cerco di valutare se è un caso di “me too”. Certo al buio l’individuo non si è accorto della mia non tenera età, o forse è il patriarcale sopruso ancora così radicato in Italia, o è solo un porcello.

Quando si accendono le luci mi giro a guardare fuggevolmente l’uomo e vedo che ha i capelli quasi bianchi. Me ne vado velocemente, disgustata.

Ma voi, come vi sareste comportate?

Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha