Linee guida del Municipio per riqualificare lo Zelasco

Il Municipio 3 definirà le linee guida per la riqualificazione del Centro sportivo Zelasco, inserita nel Piano triennale delle Opere pubbliche per un investimento di oltre 2 milioni di euro. Questo il resoconto della commissione Sport del 15 marzo che ha discusso le priorità da proporre al Comune, emerse dopo un apposito sopralluogo a inizio mese. ()
campoNel 1981, nell’area di via Valvassori Peroni adiacente alla ferrovia che 30 anni prima aveva ospitato la scenografia del “villaggio dei barboni” del famoso film di De Sica e Zavattini “Miracolo a Milano”, fu realizzato questo centro sportivo scolastico. Esso fu poi intitolato a Gianfranco Zelasco, il preside della scuola media statale Cairoli, che per primo aveva creduto e voluto la realizzazione e il funzionamento di questa struttura al servizio delle scuole del quartiere. Zelasco morì, insieme alla moglie Rita, al figlio quindicenne Paolo e ad altre 265 persone, il 19 luglio 1985 mentre si trovavano in villeggiatura in Val di Stava, vittime dell’inondazione di fango provocata dai materiali di una miniera locale. In quella tragedia si salvò miracolosamente la figlia Simona di 17 anni, che ora siede nei banchi del Consiglio di Municipio 3 e che il 15 marzo scorso era presente alla riunione della commissione Sport che ha tracciato le linee guida della riqualificazione del Campo Zelasco e di cui pubblichiamo la cronaca.

Il Centro sportivo, confinante con l’oratorio della Parrocchia di Santo Spirito, è guidato da un Comitato di gestione che rappresenta cinque scuole della zona: elementari Leonardo da Vinci, Clericetti e Tito Speri, medie Quintino Di Vona e Cairoli. Il Comitato di gestione delega all’associazione Amici del Campo la conduzione della struttura e l’organizzazione e lo svolgimento delle attività sportive rivolte ai giovani studenti della zona. Il campo ospita anche i corsi di calcio per bambini organizzati dall’associazione Aspes.

La riunione del 15 ha fatto seguito al sopralluogo dell’1 marzo durante il quale è stata visionata la struttura e si sono approfondite le attività che vi si svolgono insieme ai rappresentanti dell'associazione di genitori che gestisce il Campo.

Le due riunioni della commissione Sport sono state convocate perché nel Piano triennale delle Opere pubbliche 2022-2024 è stata inserita la riqualificazione del campo sportivo Zelasco: in seconda annualità con 50.000 euro, in terza annualità con 500.000 euro e negli anni successivi con un milione e mezzo di euro per un totale di oltre 2 milioni. La Commissione ha contattato gli uffici del Comune per sapere se esisteva già un progetto, in mancanza del quale il presidente Pensabene ha sottoposto alla Commissione un documento di indirizzo da portare in Giunta per una successiva delibera di linee guida per gli uffici tecnici del Comune che indicasse le priorità rilevate dal Municipio e dai gestori del campo. È stato fatto quindi il sopralluogo che ha consentito di stilare un elenco in ordine di priorità degli interventi da realizzare.

Nel corso della riunione quindi si è discussa una bozza di documento presentata dal presidente Pensabene di cui illustriamo in questo articolo i contenuti e i commenti di alcuni cittadini e consiglieri. Il percorso prevederà che la commissione sottoponga queste valutazioni e il documento definitivo alla Giunta del Municipio 3 per una delibera, a seguito di un percorso che avrà comunque visto un coinvolgimento del Consiglio.

Questa è la bozza del documento in discussione.

“La commissione Mobilità, Piano quartieri e Sport chiede alla giunta del Municipio 3 di deliberare quanto segue:
  • di fornire alle direzioni comunali competenti la seguente lista di interventi in ordine di priorità per il progetto “Riqualificazione del Centro sportivo Zelasco in via Valvassori Peroni”:
  1. posizionamento di adeguata illuminazione in entrambi i campi da calcio, per poterli utilizzare anche d’inverno dopo le 17;
  2. sistemazione e allargamento degli spogliatoi, con installazione di sistema di riscaldamento;
  3. creazione di docce e adeguamento dei bagni per persone con disabilità;
  4. verifica della possibilità di un allargamento del campo adiacente alla ferrovia in modo da renderlo un campo regolamentare a 5 valutando la possibilità di realizzare una tenso-struttura;
  5. conversione del manto erboso in erba sintetica, con priorità per il campo a 5;
  6. creazione di una tettoia o di vele per la protezione da agenti atmosferici;
  7. installazione di adeguate misure di sicurezza, come ad esempio impianto di videosorveglianza e accesso automatico con codice e uscite di sicurezza per prevenzione di furti;
  8. sistemazione di adeguato palco per le premiazioni;
  9. valorizzazione della targa commemorativa di Gianfranco Zelasco;
  10. verifica della possibilità della creazione di gradoni e spalti per il pubblico;
  11. installazione di panchine a bordo campo;
  • di confermare la priorità per la fruizione dello spazio agli enti scolastici secondo contratto di locazione transitoria stipulato dal Comune di Milano su indirizzo del Municipio 3, valutando la possibilità di un utilizzo esterno dopo le 18;
  • che si studino i lavori di riqualificazione in modo tale da rendere comunque parzialmente accessibile la struttura alle scuole ove possibile.
L’obiettivo non dichiarato sul documento ma a cui ha fatto più volte riferimento il presidente Pensabene è anche di rendere il campo grande e quello a 5 utilizzabili dall’utenza privata al di fuori dell'orario fruibile da bambini e ragazzi, vista la grande richiesta di campi a Milano, per contribuire economicamente ai costi di gestione che ora sono completamente a carico dell’associazione Amici del Campo Zelasco. Per questo scopo sono importanti i punti 1 (illuminazione) e 5 (manto erboso del campo a 5).

A questo proposito, l’assessore allo Sport Filippo Rossi ha espresso la sua soddisfazione per questo impegno della Commissione e sottolineato l’importanza del punto dove si chiede di dare priorità all’utilizzo scolastico. Rossi ha ricordato che nelle domeniche di aprile i cittadini saranno coinvolti in una attività di riqualificazione del campo.

La signora Maria Vittoria Capocelli, rappresentante dell’associazione Amici del Campo, anch’essa soddisfatta della proposta, ha sottolineato che per recuperare spazi sarà necessario probabilmente intervenire sull’attuale area ristoro o nel lato opposto vicino al campo piccolo. Opportuna sarebbe la copertura del campo a 5. L’obiettivo del Comitato di gestione è di ampliare l’utilizzo del Campo ad uso del quartiere, per campi estivi a beneficio anche delle scuole medie. La signora Capocelli suggerisce anche di pensare a rinnovi per 10 anni, per poter dare continuità ai gruppi di volontari che gestiscono il campo e ai progetti che lo riguardano.

L’ex consigliera Merlo ha indicato come fondamentale evidenziare che la fruizione principale del campo sia riservata alle scuole, indicandone l’esclusività fino alle 18. Nelle premesse ha suggerito di inserire un ricordo del professor Giancarlo Zelasco e di verificare l’attuale scadenza del contratto con le scuole rinnovandola automaticamente, per evitare che un termine prima dell’inizio dei lavori possa sottrarre la gestione del campo ai genitori. A tal proposito il Presidente di Commissione ha rassicurato che l’attuale contratto del 2021 prevede una durata di 5 anni. L’avvocato Merlo ha espresso inoltre il dubbio che l’installazione del fondo in erba sintetica possa diminuire la capacità di drenaggio rispetto all’erba naturale. A questo proposito l’ex consigliere Monti è intervenuto assicurando che l’erba sintetica, grazie al particolare fondo richiesto, che deve essere perfettamente filtrante, è di fatto più drenante del fondo naturale. Federica Merlo ricorda poi che il Consiglio dovrebbe aver competenza sugli indirizzi relativi all’uso degli spazi sportivi assegnati al Municipio senza la necessità di ricorrere alla delibera di giunta.

A questo proposito ritengo opportuno osservare che già nella consigliatura precedente, la prima con il nuovo regolamento dei Municipi, avevo avuto occasione di sottolineare come l’introduzione di una Giunta con potere deliberativo, sottratto al Consiglio tranne che in casi specifici (regolamenti, ecc.), togliesse importanza a quest’ultimo e riducesse di molto lo spazio di dibattito e di confronto che, con il regolamento precedente dei Consigli di Zona si svolgeva appunto nelle Commissioni istruttorie e nel Consiglio.

La consigliera Simona Zelasco estenderebbe il vincolo di fruizione per le scuole anche al fine settimana riservandolo a tornei e manifestazioni scolastiche.

Il punto dell’utilizzo da parte di privati a pagamento risulta delicato e chi scrive crede che dovrebbe essere approfondito. Da diverse parti si temono scelte diverse, di tipo 'privatistico', che snaturerebbero l’uso pubblico e comune del Centro e della sua ormai pluridecennale storia, timore da me condiviso.

Sempre sul tema 'delicato' degli utilizzi 'a pagamento' al di fuori degli orari riservati alle scuole, la consigliera Zanasi ha osservato che potrebbe non essere opportuno specificarlo in questo documento che dovrebbe trattare solo di interventi di riqualificazione. Infatti l'eventuale collaborazione con una società 'no profit' o anche a fini di lucro dovrebbe essere definita da una convenzione e da un relativo regolamento dell’utilizzo del campo. L’ex consigliere Muzio ha suggerito invece di chiedere che i lavori siano calendarizzati in estate, quando non c'è attività scolastica, e il presidente Pensabene ha fatto sua la proposta che verrà inserita nelle linee guida.

Al termine il consigliere Migliarese ha concordato sul fatto che, per quanto riguarda l’utilizzo dei privati, servirà un regolamento specifico: qui il Presidente chiaisce che il regolamento riguarderà in particolare le scuole, i comitati e le associazione coinvolti e regolerà gli orari di utilizzo; verrà rilasciato con deliberazione successiva al termine dei lavori. Migliarese ha inoltre apprezzato che sia il Consiglio municipale a definire le linee guida che poi possono espletarsi in una delibera di giunta: in questo modo si garantisce un contributo originale e importante del Consiglio.

Articoli o termini correlati

Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha