ORME alla Festa della Repubblica

Non frecce tricolori, ma bandiere tricolori e blu stellate, un palcoscenico e sullo sfondo una bella palazzina ocra e un cielo ricco di bianchi ciuffi di nuvole, il Sindaco Giuseppe Sala e tante altre autorità hanno inaugurato il nuovo murales della Repubblica all'Ortica. ()

Repubblica muralesSi stava proprio bene nel venticello fresco, che rendeva sopportabile il calore del sole al pubblico presente nello spazio adiacente alla casa in costruzione, sulla cui parete si trova il 14° murales del museo all'aperto dell'Ortica: il volto e il sorriso di Anna Iberti, la cui foto rappresenta il simbolo dell'Italia democratica che si rallegra per per la vittoria nel Referendum, donne in bicicletta che rappresentano il lavoro, art. 1 della Costituzione, i bambini che sono il futuro e tanti piccoli segni rossi a ricordo delle scarpette rosse: la violenza contro le donne.

Il murales, finanziato dalla cooperativa SEAO non é solo una riproposizione della storia, di un passato da ricordare ma piuttosto di un presente che richiama il bisogno di una Repubblica da custodire e preservare unita, come il Covid ci ha ricordato.

Le ORME dell'Ortica sono un emblema della nostra storia, ricordano le radici popolari, i valori di comunità solidale del quartiere.
Il valore simbolico del murale della Repubblica su quella casa in costruzione della cooperativa SEAO - Società Edificatrice Abitazioni Operaie a proprietà indivisa, che esiste dal 1879 e da 141 anni offre alloggi assegnati in godimento a canoni contenuti, promuovendo un'idea di comunità e uuna concezione dello spazio abitativo più inclusiva e solidale -, racconta di una città che possiede un legame forte con il passato, fatto di accoglienza, resistenza e resilienza, ma guarda al futuro nel segno di grandi trasformazioni che mantengono però sempre al centro, come priorità, i cittadini.

Con angolazioni diverse e scansioni individuali, questo è il senso delle argomentazioni delle autorità presenti: ecologia, solidarietà, attrattività e usufruibilità della metropoli, che in questa rinascita, dopo la traumatica esperienza del Covid, sa ritrovare lo slancio e i valori di riferimento contenuti nella Costituzione. I giovani e l'istruzione, il lavoro sono le chiavi del domani.

Oltre al Sindaco, hanno preso la parola : la Presidente di Municipio 3 Caterina Antola, la vice sindaco Anna Scavuzzo, Roberto Cenati per l'Anpi, i rappresentanti del Ministro della scuola Bianchi, del presidente delle “Orme” Lanzetti, il presidente della cooperativa SEAO Antoniucci che ha finanziato l'opera e Willie degli Orticanoodles.

La Banda comunale ha brillato di luccicanti fiati e di un repertorio di brani operistici e non; il coro “Suoni e L'Anpi” ha ricostruito, attraverso le canzoni del repertorio popolare-politico, la storia del nostro Paese e tutti i presenti hanno partecipato al coro con sentimento.

Buona Festa della Repubblica Democratica d'Italia !


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha