Come vorremmo la nostra zona? Appunti per la prossima amministrazione municipale

Raccogliamo insieme le osservazioni di alcuni lettori che vorrebbero la nostra zona più pulita, più ordinata, più decorosa. Un impegno da proporre e discutere con i candidati al prossimo rinnovo dell'amministrazione cittadina e municipale. ()

Milano conceptDegrado tra Lambrate e piazza Piola.

Vorrei parlare un po' delle vie che mi circondano (idealmente da p.za Loreto a p.za Bottini) e segnalare delle criticità che penso siano note a tutti, da anni, ma che ben poco negli anni sono cambiate. Piazza Loreto necessita di un profondo restyling, è una delle piazze più brutte e disordinate della città. Se l'Albero della Vita non verrà qui, perché comunque non si promuove un serio intervento? Poi c'è via Porpora, fortino di droga e prostituzione. Marciapiedi strettissimi e storti, sporcizia, muri imbrattati, traffico alle stelle. 
Viale Lombardia e via Teodosio: altre due note dolenti. Potenzialmente viali alberati bellissimi, eleganti e in stile europeo, in pratica con le auto tra gli alberi, sporcizia (soprattutto tra le auto, visto il disordine) e esercizi commerciali e passeggio del tutto soffocati. Via Ampère: beh, marciapiedi da quarto mondo, anche questa via potenzialmente graziosa con gli alberelli e interessante, finalmente, l'intervento edilizio in atto tra Ampère e Poggi con continuità visiva. 
Via Vallazze è la via più ordinata anche se imbrattatissima, soprattutto dopo via Teodosio verso Lambrate. Via Accademia e via Poggi sono graziose. Via Pacini è oscena: il parterre centrale è pieno di auto (tutti residenti? Non penso), i muri sporchissimi, al centro potremmo avere come viale Majno o una lunga ciclabile Lambrate-Piola o del bel verde curato, invece degrado. Piazza Gobetti non ha bisogno di commenti, penso. 
Via Ponzio: Unicredit ha fatto una bella aiuola davanti alla sua sede (finalmente) recuperando un angolo ai rifiuti abusivi, perché non continuare? Via Ponzio sembra la periferia di Belgrado. C'è anche un ostello immerso in questa ghost street... Via Celoria idem... Le aiuole curate cambiano la percezione di una via! In via Zanoia auto sul marciapiede, in via Jommelli e Catalani idem, non ci si passa e c'è pure l'ospedale. 
La piscina Ponzio-Romano non viene recuperata, la piazzetta D'Ovidio-Compagni del Poli non ha un centimetro di muro libero, possibile che nessuno faccia nulla? Abbiamo nel quartiere il Politecnico, eccellenza non solo italiana, perché non rendere il quartiere bello, giovane, in cui si possa passeggiare gradevolmente? Perché tutto questo degrado? Perché mi devo vergognare di portare qui i miei amici turisti? Nessuno vorrebbe un quartiere più bello? Assessori e autorità dicono che ci vuole coraggio a togliere le auto, non esistono rimedi o soluzioni? In cinque anni migliorata solo piazza Leonardo, adesso, e basta? Ogni cinque anni un intervento? Dall'alto deve partire qualcosa, ma anche dal basso, da noi cittadini: perché non miglioriamo il quartiere e iniziamo a curare e ampliare il verde?

Yuri Benaglio

Vitruvio. Percorso a ostacoli

Via Vitruvio è una via ad alta percorrenza pedonale, collega la Stazione Centrale con Corso Buenos Aires e con la linea MM 1. E' quindi molto frequentata, ma i marciapiedi hanno una larghezza insufficiente, molto più stretti di molte altre vie. 
E per di più, quando hanno archeologie di vecchi pali sul marciapiede rendono davvero difficoltoso il passaggio. Alcuni di questi sono proprio in mezzo al marciapiede stesso. E' possibile richiedere un intervento per "ripensare" la via?

Riccardo Borghi.








Piazza Leonardo. Via Ampére

Abito in zona e sono abbastanza stupita dal modo di operare del comune rispetto alle "tematiche del verde". Per esempio, piazza Leonardo è stata chiusa da un giorno all'altro senza un preavviso e non si capisce quando l'area verrà restituita agibile ai cittadini. In via Ampère sono stati tagliati numerosi alberi ma non è stato comunicato ai cittadini con che tempistiche (e se) avverrà la ripiantumazione. Se qualcuno ha notizie in proposito e potesse fornire informazioni gliene sarei grata. Altra questione della quale mi piacerebbe avere informazioni è quella in merito all'area ex CNR. Era stato presentato un progetto per edificare un palazzone (dal mio punto di vista terrificante), aperto un ufficio vendite e partito il cantiere per smantellare l'area. Ora è tutto fermo in una desolante situazione di degrado. Grazie e buon lavoro. 

Flavia

Ricordiamo che il progetto di ristrutturazione di piazza Leonardo è stato presentato in varie occasioni e discusso anche in Consiglio di Zona. I lavori, per un importo superiore a 700.000 euro, sono iniziati nell'ottobre 2015 e dovrebbero concludersi  entro il prossimo aprile. Certo è che esiste un grosso problema per quanto riguarda la comunicazione dall'amministrazione verso i cittadini, siamo sommersi da un eccesso di informazioni, mentre non riceviamo quelle utili per la vita quotidiana nelle zone in cui viviamo. Il presupposto della partecipazione dei cittadini alla vita sociale sta in una corretta ed efficace informazione.  Nel nostro piccolo, e su basi del tutto volontarie, stiamo cercando di svolgere questo tipo di servizio ed è un impegno che intendiamo prortare avanti, anche con l'aiuto e il supporto dei cittadini.

A fine 2014 alcuni abitanti di via Ampére avevano segnalato il taglio di un filare di grandi platani, disposti lungo il marciapiede, all'interno dell'area privata ex-CNR. E' triste oggi constatare che hanno abbattuto un patrimonio naturale per far posto ad un cantiere chiuso e abbandonato e purtroppo questo caso non è affatto isolato, vedi i lavori fermi del grande complesso in costruzione in piazza Carlo Erba, di cui abbiamo riferito, e ancora peggio l'ecomostro all'interno della via Maiocchi, incompiuto e abbandonato da anni, che comincia a rappresentare un pericolo per tutti quelli che abitano lì intorno.
Su questi temi ci sembra doveroso promuovere e sollecitare un confronto tra i cittadini e la pubblica amministrazione.

Tags:
città, degrado, municipalità

Articoli o termini correlati

Sul taglio dei platani in via Ampère (La cura della citta)
In piazza Carlo Erba il cantiere è fermo (Articoli_segnalazioni)

Commenta

Re: Come vorremmo la nostra zona? Appunti per la prossima amministrazione municipale
22/05/2017 Impresa Rusconi
Gentile Sig.ra Flavia,
rispondiamo con piacere ai suoi interrogativi circa l’area di via Ampere 56 (ex CNR). Le confermiamo che non è mai stato aperto un ufficio vendite, ma nel maggio 2015 era stata fatta solo una brevissima presentazione al quartiere del progetto immobiliare, nel quale abbiamo illustrato, tra le altre cose come, l’impatto del progetto edilizio sia assolutamente a favore del quartiere. Infatti a fronte dell’abbattimento di alcune piante (6 ad alto fusto) ne verranno messe a dimora moltissime (30 ad alto fusto, 200 tra basso fusto e cespugli).

L’apertura della commercializzazione da parte di GRM Sviluppo (società costituita da tre dei principali player del mercato immobiliare milanese, Gestimm, Impresa Rusconi e Mangiavacchi Pedercini) è prevista per settembre 2017.

Nel corso del 2015 e del 2016 sono state realizzate le opere di demolizione e di contenimento scavi, oltre che la bonifica del terreno, andando ad eliminare un altro elemento di inquinamento presente. Nel marzo di quest’anno è stato emesso il Permesso di Costruire dal Comune di Milano (i contatti preliminari tra il comune e i promotori sono cominciati nel 2014) e da aprile il cantiere è in piena attività, senza che sia mia stato abbandonato.

Restiamo a sua disposizione per ulteriori chiarimenti.
Un cordiale saluto
Impresa Rusconi


Re: Come vorremmo la nostra zona? Appunti per la prossima amministrazione municipale
01/03/2016 paola
jcYe7


Re: Come vorremmo la nostra zona? Appunti per la prossima amministrazione municipale
01/03/2016 paola
Vorrei che ci fossero piste ciclabili che collegano la stazione di Lambrate e le università alla stazione Centrale.
Anche la via Plinio, e via Noe, molto larghe, potrebbero prevedere una pista ciclabile che collega Città studi con le varie stazioni .
Ma forse i commercianti non vedono di buon occhio la cosa visto che spesso gli automobilitisti parcheggiano in seconda fila per poter entrare a fare acquisti nei negozi delle vie sopracitate.
Ho mandato diverse mail sull'argomento a Maran senza mai ottenere risposta.


Re: Come vorremmo la nostra zona? Appunti per la prossima amministrazione municipale
25/02/2016 Paolo Burgio
Gentile Luisa Dapri nell'articolo abbiamo menzionato solo le ultime segnalazioni ricevute, ma ho ben presente il comitato di cittadini che lei rappresenta e che chiede da tempo la riqualificazione del viale Andrea Doria.
Riqualificazione che dovrebbe coinvolgere anche una risistemazione del piazzale Loreto.
Ci auguriamo che l'avvento delle nuove municipalità consenta di instaurare un più proficuo rapporto dei cittadini con l'amministrazione e sia possibile discutere più fattivamente le istanze che stanno a cuore a tutti noi. z3xmi.it si impegnerà a promuovere questo confronto pubblico sui temi di interesse comune nella convinzione che sia possibile con la partecipazione dei cittadini migliorare la qualità dei nostro vivere in città.


Re: Come vorremmo la nostra zona? Appunti per la prossima amministrazione municipale
25/02/2016 paola
Come cittadina mi auspicherei che i bagni della valvassori Peroni ubicati al piano inferiore funzionassero(bisogna intervenire sul tratto delle fognature) parimenti al sistema di aereazione,manca una macchina
Necessitano quattrini per mettere e permettere a sistema lo stabile: faccio presente che il luogo è molto frequentato ed i rappezi costano più di fare i lavori reali una volta per sempre.
Inoltre negli spazi verdi intorno possono essere fatti orti,giardini sensoriali per gli ipovedenti ed attività come yoga e taichi.
Manca il bar che dovrebbe avere prodotti di filiera buoni,puliti e giusti.


Re: Come vorremmo la nostra zona? Appunti per la prossima amministrazione municipale
24/02/2016 DAPRI LUISA
Caro Paolo Burgio, mi spiace notare che l'articolo non ha compreso il progetto che ormai da anni il Comitato Amici di Viale Doria sta cercando di portare avanti: il viale Doria è diviso fra zona 3 e 2 e questo non significa che nessuno lo deve trattare (Le pare?).
La prego quindi di ridare voce alla riqualificazione del viale Doria come da articoli pubblicati da z3xmi il 9/11 e 10/12/2014: RIPRISTINO DEGLI ALBERI TAGLIATI in occasione dei lavori di MM1 e MM2, PISTA CICLABILE, GIARDINETTO con giochi per bambini.
Il Comitato ha anche scritto agli Assessori Maran e Bisconti il 16/4/2015 per chiedere di rivedere tutta l'urbanistica di Piazzale Loreto (arredo urbano e circolazione delle autobus 56 e 55).
Se organizzerà un gruppo di lavoro su questo ordine di problemi della zona, La prego di non dimenticarmi: sarei felicissima di collaborare!!
Un caro saluto


 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha