Città della Salute. Percorso condiviso per individuare il luogo migliore nell’area metropolitana

L’assessore De Cesaris: “Milano conferma il sito di Piazza D’Armi, per il quale il Ministero della Difesa ha dato parere positivo” ()

Oggi il Collegio di Vigilanza, riunito al Palazzo della Regione, ha definito un percorso condiviso per individuare all’interno dell’area metropolitana il luogo migliore dove far sorgere la Città della Salute e della Ricerca. È stata definitivamente esclusa l’ipotesi di Vialba e la Regione ha confermato l’impegno economico già previsto per la realizzazione del progetto. Nelle prossime settimane un tavolo tecnico interistituzionale, che coinvolge la Regione, il Comune di Milano e il Comune di Sesto San Giovanni,  lavorerà per individuare l’area definitiva che ospiterà il grande centro di eccellenza medico-scientifico.  

“Durante il lavoro di analisi delle aree – ha dichiarato l’assessore all’Urbanistica Ada Lucia De Cesaris - il Comune di Milano ascolterà tutti i soggetti coinvolti nel progetto. Riteniamo molto importante che non vadano disperse le importanti risorse economiche già in campo per un progetto strategico, che deve essere avviato quanto prima”.

In questi giorni il Comune di Milano ha ricevuto un primo parere positivo da parte del Ministero della Difesa, proprietaria dell’area di Piazza D’Armi, per utilizzare una parte del sito per la realizzazione della Città della salute e della Ricerca.




Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha