La riqualificazione di viale Andrea Doria

Abbiamo ricevuto e volentieri pubblichiamo questo articolo augurandoci che possa richiamare l'attenzione delle istituzioni, perché l'attuale aspetto e l'impatto che questo viale comporta non è certo il miglior biglietto da visita per i viaggiatori in arrivo a Milano dalla Stazione Centrale. ()

viale Doria   foto storica

Il nostro viale, dopo la costruzione delle due metropolitane (anni 60 e 70) è stato abbandonato dalle varie Amministrazioni cittadine: eliminato il tram, abbattuti i doppi filari di pioppi, nel tempo la parte centrale del viale è stata trasformata di fatto in un'area adibita a parcheggio, senza porre alcuna attenzione al contesto urbano, e lasciata in pieno degrado.

Nel tratto affacciato su piazzale Loreto sono stati trasferiti due capolinea di autobus, 55 e 56 (quest’ultimo a due carrozze e con frequenza diurna di 3-4 minuti!) nonché l’Ufficio Postale, che ha riunito qui diversi precedenti sportelli prima sparsi nella zona. Per capire il grado di inquinamento, acustico e ambientale, val la pena di notare che si tratta della via di principale di collegamento tra la Stazione Centrale e piazzale Loreto e quindi ad alto (e non sempre buono) afflusso di persone, viaggiatori, borseggiatori, ecc…

Il Comitato Amici di viale Doria è nato una decina di anni fa, stimolato dalla forte opposizione dei cittadini al progetto di trasferimento del mercato di via Benedetto Marcello ma, scampato il pericolo del mercato (bocciato dalla Giunta ), il Comitato ha poi sonnecchiato.

Il problema si è ripresentato nel gennaio 2013, quando abbiamo dovuto “rivitalizzarlo” (un migliaio di nuove adesioni, nuovo Consiglio Direttivo, ecc.) per opporci prontamente al nuovo progetto deliberato dal Consiglio stesso di trasferire il mercato nel parterre del viale Doria.

Questa volta, dopo una forte protesta, conclusasi a nostro favore, il Comitato ha deciso di tramutare uno svantaggio (pericolo del mercato) in un atto positivo, coinvolgendo gli Associati in un progetto di riqualificazione del viale e delle zone limitrofe, sottoscritto da 1200 nuclei familiari, che nella sua formulazione “basica” prevede i seguenti interventi relativi all’ambiente e alla mobilità:

1. recupero del patrimonio arboreo del tratto del viale compreso fra via Palestrina e piazzale Loreto e piantumazione di nuovi alberi e di nuove aiuole nel parterre centrale

2. allestimento di una nuova pista ciclabile lungo l'intero viale, che colleghi quella del tratto Vittor Pisani/Stazione Centrale con quella di via Padova, creando un percorso che consenta ai ciclisti di raggiungere in sicurezza i Giardini Pubblici "Indro Montanelli" e il centro da piazzale Loreto;

3. riqualificazione dello spazio degradato compreso fra i civici 52 e 56 di viale Andrea Doria (di fianco alla ASL), piantonando aiuole ed allestendo uno spazio dedicato ai giochi per bambini, oggi del tutto assenti in quella zona.


La salvaguardia del patrimonio arboreo esistente (circa una ventina di alberi nel tratto Palestrina - Loreto) è da ritenersi urgente per lo stato di grave sofferenza degli alberi, le cui radici sono compresse fra l'asfalto (soprattutto nel parterre) e il sottostante tunnel di servizio della metropolitana. La piantumazione di nuovi alberi ed aiuole, compatibilmente con l'esigenze di salvaguardare i posti auto per i residenti in una zona ad alta intensità di traffico, è attesa da 40 anni, visto che dopo la conclusione dei lavori per lo scavo della linea MM2 non si è mai provveduto ad una vera riqualificazione.

Il progetto che abbiamo elaborato con la collaborazione su base volontaria di un Architetto, nostro Associato, è disponibile a tutti e gradiremmo che venisse preso in considerazione dal Consiglio di Zona 3 e dall'Amministrazione Comunale nell'ambito degli interventi di riqualificazione della città, tenendo conto che non comporta un rilevante impegno finanziario, che l'attuale impatto visivo del viale sui visitatori che arrivano a Milano non è certo il meglio che si possa loro offrire e che, se attuato, consentirebbe anche di implementare significativamente il sistema di piste ciclabili che si sta introducendo a Milano.

Luisa Dapri


Tags:
ambiente urbano, partecipazione, riqualificazione

Commenta

Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
11/12/2014 Francesco Pettenati
sono entusiasta del progetto di riqualificazione di v.le Doria,ma non mi convince l'utilizzo dell'area tra il civico 52-56 che attualmente è uno schifo. Potrebbe essere utilizzato a un parcheggio pubblico multipiano per togliere le auto in sosta sul viale tra coretto e via Palestrina:un giairdino per bimbi in un'area piccola circondata da tre pslazzi a 8 piani e prossima all'ncrocio Brianza-Doria-Loreto ,capolinea autobus 55 e 56 non mi pare il massimo.Comunque sono con Voi. Avanti tutta!
Francesco Pettenati


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
21/11/2014 Gilda Puglia
Un grazie di cuore alla Dott.ssa Luisa Dapri per l'impegno e la disponibilita' che regala a tutti noi residenti di Viale Andrea Doria.Io personalmente vorrei che fossimo numerosi a sollecitare i componenti del Consiglio di Zona perche' Vle Andrea Doria e Piazza Caiazzo possano essere riqualificati per noi,per loro e per tutti gli altri che amano questa citta'.
Gilda Puglia


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
19/11/2014 Marco Cagnolati
Concordo con gli interventi sul fatto che Via Andrea Doria sia da riqualificare COMPLETAMENTE fino a P.zza Caiazzo. La zona in questo momento è degradata, il fatto che ci sia anche il capolinea di diversi autobus pubblici non aiuta di certo... Sicuramente mercati/mercatini/fiere/bancarelle NON SONO COMPATIBILI con l'attuale situazione, ne lo saranno in futuro.
Via Andrea Doria si merita di meglio e in tempi brevi !!!


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
18/11/2014 Maurizio Pellegrini de Vera
A mio avviso il trasferimento del mercatone nel tratto finale di via andrea doria che dovrebbe essere il punto più elegante del tragitto fra la stazione centrale e piazzale loreto, non è consigliabile e ciò anche in previsione del previsto EXPO del 2015.
dobbiamo tenere conto della attuale struttura,
della presenza delle numerose banche,del grand hotel doria e della struttura degli ufffici dell'ASL, tutti servizi oggetto di notevole frequenza, che potrebbe diventare difficoltosa proprio per la presenza del mercato. Consideriamo anche la tempistica per la pulizia stradale del dopo mercato che di certo non sarebbe un bel vedere.
Quindi io sono decisamente contrario a tale iniziativa e spero che si possano considerare anche delle alternative, ma sono ampliamente favorevole alla riqualificazione della zona nei punti descritti nell'articolo.


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
18/11/2014 avv. Ilaria Li Vigni
Plaudo all'iniziativa del Comitato Doria e mi auguro che il progetto di nuova valorizzazione della strada avvenga in tempi brevi e non sia rallentato da lungaggini tecniche e burocratiche.

Ritengo infatti -e la mia esperienza quotidiana di avvocata penalista me lo conferma- che una valorizzazione anche "fisica" dei luoghi contribuisca a limitare il degrado sociale e ad accentuare la coesione fra i cittadini, di qualsiasi provenienza geografica e ceto.

La zona risente di numerose complessità sociali, dalla Stazione Centrale -con i fenomeni di microcriminalità presenti in tutte le stazioni delle grandi città- agli isolati tra via Padova e viale Monza, ad altissima diffusione di migranti con le problematiche che ben conosciamo.

E', quindi, davvero fondamentale che via Andrea Doria, crocevia tra realtà complesse, sia valorizzata e quotidianamente frequentata dai cittadini del quartiere e non e la salvaguardia del patrimonio arboreo, la creazione della pista ciclabile e la sistemazione dei tratti di via degradati sono certamente passi molto importanti per una rivalutazione della via e della zona.

Ilaria Li Vigni, avvocata in Milano


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
17/11/2014 luisa dapri
Vorrei rassicurare il Consigliere Mariani ma soprattutto i milanesi: la riqualificazione di viale Doria (nonché Caiazzo e vie limitrofe) sottrae ai cittadini DEGRADO e offre loro un GIARDINETTO/PARCO giochi per bambini nonché una PISTA ciclabile, mantenendo AMPI PARCHEGGI inseriti in un contesto alberato e fiorito (un po' come Corso Lodi e/o Indipendenza, ad esempio).
Il piacere di passeggiarvi, oltre che di parcheggiarvi, gioverebbe alle attività commerciali. E offrirebbe una buona accoglienza ai tanti passeggeri che trascinano i loro troller dalla Stazione Centrale a Loreto.
Quanto ai disturbi viari, Viale Doria non ha nulla da invidiare ad altre vie dovendo sopportarvi - fra l'altro -i due capolinea di bus 55 e 56 con motori accesi anche durante la sosta diurna e notturna! (i motori rischiano di non ripartire dopo lo stop a causa dello stato obsoleto degli stessi!!).
Caro Consigliere vorrei chiudere facendo mio un slogan del Suo sito "...A mio avviso, difendere una piazza o una via non si deve risolvere solo con uno striscione che vien poi ripiegato una volta vinta questa o quella battaglia e non puo’ limitarsi alla difesa solo di cio’ che abbiamo sotto al balcone cosi’ com’e’...".
Grazie per aver contribuito al dibattito.

Luisa Dapri
Vicepresidente
Comitato Amici di Viale Doria


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
17/11/2014 Alfonso Lavanna
Concordo con la necessità di riqualificare COMPLETAMENTE viale Doria compresa piazza Caiazzo .
La pista ciclabile è più che necessaria : in questo momento è un continuo via vai sui marciapiedi .


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
16/11/2014 Gabriele Mariani
Come è stato ampiamente descritto, Via Andrea Doria risente , nella sua conformazione attuale, dell'invasività dei lavori di costruzione della metropolitana.
Grandi superfici pavimentate senza verde alberato rendono la via poco attrattiva , la scarsità di esercizi commerciali e la forte presenza di attività terziarie contribuiscono a rendere i luoghi piuttosto anonimi.
Un buon intervento di riqualificazione dovrebbe mirare a creare attrattivita' e trasformare l'asse viario da semplice luogo di transito a luogo con funzioni pubiche in grado di rivitalizzarne l'uso.
Questo processo di trasformazione deve peró necessariamente fare i conti con gli attuali usi.
Quanto più i residenti consideteranno positivo , ad esempio , sottrarre suolo alla sosta per restituirlo a verde quanto più si riuscirà a mutarne l'aspetto.
Recentemente i residenti si sono opposti alla possibilità di portarvi un mercato natalizio temporaneo temendo che ciò aprisse le porte allo spostamento qui del vicino mercato di via Benedetto Marcello.
In consiglio di zona abbiamo stralciato questa possibilità per seguire la volontà espressa in quella sede dai residenti presenti.
Ogni opinione è legittima, tuttavia invito a riflettere sul fatto che la riqualificazione di uno spazio pubblico non e' fatta solo di marciapiedi, aiuole, alberi e parcheggi ma anche di attività e funzioni che su tali superfici insistono.
Zone ben più centrali e ben più periferiche avranno un mercato natalizio ( ad esempio i residenti in Lambrate farebbero carte false per un'iniziativa del genere).
Un'altra riflessione che invito a fare e che lo spazio pubblico e' tale inquanto di tutti, non solo di chi vi si affaccia.
Ad esempio, i residenti della stretta via Nino Bixio sopportano da un secolo il rumoroso sferraglliare dei tram sotto le loro finestre , tram sui quali vi saliamo tutti.
Milano crescerà e migliorerà quanto più sapremo mettere "a rete " funzioni, servizi , verde, sosta, commercio ecc. sapendo coniugare l'interesse specifico dei residenti di determinate vie o piazze in trasformazione con l'interesse più generale della città nel suo insieme.
E' una sfida da cogliere ed affrontare con determinazione ed onestà intellettuale da parte di tutti , cittadini ed istituzioni .


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
16/11/2014 luisa dapri
E' confortante sapere che esistono ancora cittadini che non si sono rassegnati e combattono per arrestare il degrado di questa città, di cui il Viale A.Doria, come è ben documentato nell'articolo, è un triste esempio.
Il Comitato Amici del Viale Andrea Doria ha tutta la mia approvazione e tutto il mio sostegno affinché incalzi le Istituzioni perché prendano gli adeguati provvedimenti resi ancora più urgenti dall'imminenza dell'Expo.
Edoardo Felisi


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
16/11/2014 Dr. Roberto Bosisio
Sono d'accordo nel proseguimento del progetto elaborato dal Comitato Amici Viale Doria, che riterrei come prima tappa della continuazione del risanamento anche tra Piazza Caiazzo e la stazione centrale.
Si avrebbe in tal modo un bel viale con uno scorcio degno di una metropoli, che non dimentichiamolo l'anno prossimo ospiterà l'Expo 2015, verso la stazione e i grattacieli.
Un po' di coraggio non guasterebbe, affrontando radicalmente i problemi come hanno fatto e con successo Parigi, Barcellona e così via.
Forza, noi vi sosterremo con entusiasmo.
Parlo anche a nome della quarantina di condomini di Piazzale Loreto 1, dei quali sono il referente per le attività del Comitato Amici Viale Doria. Buon lavoro.


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
16/11/2014 Luciano Olivieri
La riqualificazione di Viale Andrea Doria è importante e necessaria anche se la riqualificazione di Piazza Caiazzo non dovrá più essere considerata una variabile secondaria nel contesto del progetto.Tutto questo sia per le necessità oggettive che riguardano la piazza (massacrata da decenni a seguito dei lavori della metropolitana), sia per la sua posizione che le attribuisce un ruolo strategico all'interno dell'asse di Viale Andrea Doria.
Luciano Olivieri
Presidente Associazione Piazza Caiazzo


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
15/11/2014 cristina
Condivido il progetto volto a migliorare la vivibilità di via Andrea Doria ed in generale della zona di piazzale Loreto, ridotto ad una rotatoria stradale…Avanti così!


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
15/11/2014 Luigi Morandi
E' ora che il Comune di Milano intervenga per riqualificare viale Andrea Doria.
Non possiamo e non vogliamo che un punto d'ingresso della città per il prossimo Expo sia degradato ed insicuro come è adesso il Viale .
L.Morandi


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
14/11/2014 Laura Corti
E' giunto il momento che l'Amministrazione comunale inizi ad ascoltare la voce dei cittadini che, con tanta passione, da anni stanno profondendo i loro sforzi per vedere riqualificata la propria zona. In fondo cosa stanno chiedendo? Semplicemente di avere un minimo in più di qualità della vita e di vedere un viale che si riappropri del valore intrinseco della denominazione "v-i-a-l-e" con una profondità e visuale libera da ostacoli di acciaio e di degrado.
L'intervento di riqualificazione, ben descritto nell'articolo, gioverebbe non solo ai residenti, ma anche alla città intera.
Laura Corti


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
13/11/2014 roberto
Per fortuna che esistono cittadini positivi e propositivi. L'EXPO' è un ottima occasione di riqualificazione, ma i soldi? Lascino quantomeno ai cittadini la possibilità di operare al meglio. Grazie


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
12/11/2014 gianvito
tutto cio' che puo migliorare la nostra amata città è ben accetto,contro l immobilismo e l ottusità-miope di tutte le varie amministrazioni cittadine che ci hanno sempre governato sempre dall alto.
CITTADINI NON SUDDITI,,,,


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
12/11/2014 Agata
Mi piace moltissimo il progetto , mi piacerebbe vedere riqualificata anche viale monza ! Comunque spero che abbia buon esito via Andrea Doria che sia un inizio di una città migliore !!!!!!!!


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
12/11/2014 Claudio Felisi
La necessità di riqualificare il viale Andrea Doria e soprattutto il suo sbocco su piazzale Loreto non è solo un'esigenza di qualche centinaia di residenti stanchi di vedere il proprio quartiere degradarsi — ciò che sarebbe già di per sé legittimo, benché forse riduttivo agli occhi dell'amministrazione— bensì un'occasione importante per buona parte della comunità urbana di vedere la qualità della propria vita migliorata. Piazzale Loreto è infatti un nervo centrale della zona nord di Milano: metro M1, M2, bus circolare 90-91, un ampio Ufficio delle Poste, un imponente istituto della ASL, il collegamento verso Stazione Centrale... centinaia di migliaia di milanesi e di forestieri passano da quest'arteria della città, che è ormai atrofizzata da anni: quando l'amministrazione arresterà l'agonia e darà nuovo slancio al quartiere, per esempio dando fiducia e attenzione a questo bel progetto di iniziativa cittadina, ispirato dal senso civico di chi Milano la vive e la ama da decenni?


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
12/11/2014 Rosanna Carlostella
L'articolo della D.ssa Dapri è d'impatto, diretto, immediato e chiaro. Viale Andrea Doria va urgentemente rivalorizzato. Dovremmo, però, lottare contro una burocrazia cieca, ottusa ed incompetente e la costante mancanza di fondi, addotta a pretesto dagli Enti Locali per non fare nulla e continuare a mal amministrare. Devono, quindi, continuare a muoversi i cittadini.


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
11/11/2014 Majocchi Elisabetta
Brava Luisa, tutto ciò che può migliorare la nostra zona è ben accetto, soprattutto alberi, aiole, arbusti, siepi. Auguro a te e al comitato di avere successo.
Betty Majocchi


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
11/11/2014 anelda rizzi
non posso che essere d'accordo con quanto illustrato dalla Sig.ra Dapri Luisa


Re: La riqualificazione di viale Andrea Doria
11/11/2014 giuseppe nava
Mi piace molto il progetto e sono pienamente daccordo con la proposta , che dovrà essere
verificata nel dettaglio prima di diventare un piano esecutivo.
Grazie per l'impegno degli organizzatori .
Giuseppe Nava


 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha