Volontari di prossimità. Un progetto contro l'emarginazione

Le Social Streets di via Maiocchi e di via Morgagni in collaborazione con la Cooperativa Comunità Progetto presentano il progetto “Volontari di prossimità” per colmare il vuoto e la solitudine delle persone senza fissa dimora che vivono nelle nostre strade e rendere più umana la zona in cui abitiamo.

()

volontari

La persona senza dimora è sicuramente una persona in grave difficoltà, priva di mezzi di sostentamento ed in condizioni di grave disagio psico-fisico. Non si intende tamponare la gravità della situazione con piccoli beni di sostentamento come la coperta, il panino, ma lavorare sulle relazioni. Quello che manca alla persona di strada è una rete di sostegno e di relazioni che sia in grado di rompere la solitudine e l'isolamento e procedere verso percorsi di inclusione sociale di lungo periodo.

Costruire relazioni, tessere, attraverso semplici ed informali incontri quotidiani, il primo tassello per il cambiamento: la fiducia verso l’altro. Questo il compito del volontario di prossimità. L'iniziativa si rivolge a tutti colo che hanno già iniziato o hanno voglia di iniziare a dare un po' del loro tempo affiancati dagli educatori di strada della Cooperativa Sociale “Comunità Progetto”, che lavorano dal 1994 con interventi educativi in favore delle persone senza dimora per conto del Comune di Milano.

Piccolo esperimento di Social Street in vivo. La prossimità fisica della vita nella stessa strada o quartiere diventa il primo elemento in comune con le persone che si incontrano. 
Certo non è facile: di fronte hai una persona malmessa, sporca, a volte oltre il confine della follia o altrimenti alterata. Piccoli incontri senza la pretesa di salvare.
 Questo volontario non si sostituisce al sistema d’intervento sociale, alle istituzioni preposte, agli operatori professionali, ma li affianca utilizzando la posizione privilegiata della relazione informale e di prossimità come legame in grado di rinforzare, sostenere o promuovere un diverso modo di vivere della persona di strada.

CERCHIAMO PERSONE INTERESSATE A PARTECIPARE AD UN PERCORSO FORMATIVO GRATUITO REGALANDO UN PO’ DI TEMPO PER COLMARE LA SOLITUDINE DELLE TANTE PERSONE CHE VIVONO SULLE NOSTRE STRADE.

PRIMO INCONTRO APERTO MERCOLEDÌ 29 OTTOBRE 2014 ore 20 

PRESSO IL BAR STOPPANI (via Stoppani ang. via Maiocchi)

info: morgagnisocialstreet@gmail.com


Tags:
emarginazione, social street, volontariato

Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha