TU ed IO: Imparare a superare i conflitti

Continua il ciclo di incontri /laboratori "Tu e IO: imparare a superare i conflitti quotidiani", con una presentazione a metà strada tra la rappresentazione teatrale, la conferenza e il laboratorio sperimentale. L’appuntamento è organizzato dal Consiglio di Zona 3 e dall'Associazione Mondo Senza Guerre.
Il 25 gennaio
"Io voglio, tu non vuoi" - I meccanismi della violenza.

()

TUeIOL'associazione MSGV (mondo senza guerre e senza violenza) é un movimento sociale, che ha sede nella nostra zona vicino a pza Udine, in via Mazzali 5.Sabato 25 gennaio alle ore 15:00 ha organizzato presso la sede,un nuovo ciclo di incontri del laboratorio TUeIO.
Un laboratorio a metà strada tra il teatro, la didattica e il laboratorio sperimentale per affrontare la violenza che subiamo ogni giorno e che esercitiamo sugli altri senza rendercene conto. Una spirale che quotidianamente accresce la violenza intorno a noi e genera conflitti sempre maggiori.
Il percorso dà la possibilità di scoprire metodi e strumenti pratici per sperimentare concretamente la nonviolenza. L’obiettivo principale è imparare a superare i conflitti quotidiani, modificare la relazione con sé stessi e con gli altri, per far diminuire la sofferenza e aumentare il benessere psicofisico.

Il laboratorio è organizzato dall’Associazione Mondo Senza Guerra e Senza Violenza (MSGV)

Gli incontri previsti sono 6 di 3 ore ognuno, con appuntamenti circa quindicinali, sabato pomeriggio dalle 15:00 alle 18:30.

Numero massimo di partecipanti: 30

Il metodo utilizzato si basa su un approccio attivo, socio-emotivo ed esperienziale che accompagna i partecipanti verso un percorso collettivo di miglioramento della propria vita psico-fisica.
In ogni incontro la didattica è coadiuvata da un’attività esperienziale che includerà i partecipanti.
Il progetto è destinato a ragazzi al di sopra dei 15 anni, adulti ed insegnanti e ha molteplici obiettivi:
• Fornire una visione chiara di cosa vuol dire “imparare a superare i conflitti” nei vari ambiti quotidiani (lavoro, casa, famiglia, scuola).
• Far comprendere che attivando una relazione nonviolenta con gli altri la sofferenza diminuisce e il nostro benessere psicofisico aumenta.
• Arrestare così la spirale di violenza piccola e grande che ci circonda, soprattutto in unmomento storico così difficile da vivere come quello attuale, dove la crisi dei valori e dellerelazioni interpersonali si aggiunge alla crisi economica.
• Rendere partecipe la popolazione del fatto che cambiare si può a partire dal proprio quartiere.

L'associazione aveva già organizzato negli anni passati lo -sportello d'ascolto- per i residenti,serate di aggregazione sociale e concorsi fotografici.Tutti gli incontri sono organizzati e tenuti dai volontari di Mondo Senza Guerre e Senza Violenza (MSGV),
 organizzazione internazionale umanista.

Per contattarli e per ulteriori informazioni

laboratori.nonviolenza@mondosenzaguerre.org
www.facebook.com/laboratorinonviolenza
www.mondosenzaguerre.org



Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha