L’ombra di Roger Hobbs

La rubrica “Un libro al mese” è a cura della libreria eQuiLibri di via Morgagni 31 bis. ()

ombra roger hobbs

Quasi nessun libro riesce ad essere rappresentato cinematograficamente con eccellenza, ma “L’ombra” di Roger Hobbs sembra stato scritto per una sceneggiatura e si spera, leggendo questo libro che ci toglie il respiro dal quale non riusciamo a staccarci, di poterlo vedere anche sullo schermo per riviverne le scene, per riprovarne le emozioni.
Infatti la Warner Bros ne ha acquistato immediatamente i diritti perché in America ha incontrato l’approvazione del pubblico. C’è, a parer mio, la promessa dell’adrenalina della serie di Ludlum nei volumi di Bourne e la genialità di Le Carrè.

L’editor è Gary Fisketjon, che ha scelto di pubblicare Raymond Carver, Bret Easton Ellis, Don de Lillo e altri autori senza sbagliare un colpo.

Il protagonista si fa chiamare Jack Morton, si è tinto i capelli di castano grigio, ha messo le lenti a contatto azzurre, si veste casual per sembrare un professore, ma solo questa volta.

Non ha identità, non ha una donna, solo una trentina di persone lo hanno conosciuto veramente e solo in passato per quello che era in una realtà che non esiste più. Non ha un numero di telefono, non riceve posta, brucia l’hard disk delle mail nel microonde molto spesso. Mille identità, mille volti, mille nomi sui passaporti nascosti solo lui sa dove. Addestrato da un’altra ombra, Angela, una decina d’anni più di lui, che gli ha insegnato tutto.

È stato assoldato da Marcus, che coordina rapine come un compositore di musica. I soldi della rapina gli servono per concludere un grosso acquisto di droga dal Lupo, feroce quanto lui.

Ma questa volta i rapinatori hanno fatto cilecca e il Lupo non perdona.

Hector Moreno e Jeremy Ribbons hanno rapinato un casinò di Atlantic City, ma il primo è riuscito persino a farsi ammazzare e l’FBI in poche ore ha identificato il gigantesco nero Ribbons dalle telecamere, che però sparisce con il bottino.

Quattro morti, un milione di dollari rubati, uno spargimento di sangue infinito e centinaia di bossoli.

La ricerca sarà lunghissima, Ribbons si nasconde in un motel ( l’Hotel Cassandra), ma non ci sono nascondigli introvabili per l’Ombra.

Riuscirà a soddisfare Marcus e a far incastrare il Lupo.

Terminata la missione, sparirà come un “ombra” soddisfatto di non avere identità …fino alla prossima volta.

L’autore Robin Hobbs ha scritto questo thriller a soli 22 anni e sta già lavorando ad una nuova avventura del protagonista.


L’ombra
di Roger Hobbs
Einaudi
euro 19


(Marina Marcucci)


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha