TU ed IO: Imparare a superare i conflitti personali per fermare insieme la spirale di violenza sociale e personale in cui viviamo

Il 30 novembre dalle 15 alle 18, nella sala di via Valvassori Peroni 56 a Milano, il progetto prenderà il via con una presentazione a metà strada tra il teatro, la conferenza e il laboratorio sperimentale, parte del progetto più ampio ”Milano nonviolenta parte dalla Zona 3” che è stato patrocinato dal Consiglio di Zona 3 e si è attivato da settembre 2013 in alcune scuole della Zona. ()

logo okL’appuntamento è organizzato dal Consiglio di Zona 3 e l’Associazione Mondo Senza Guerre.
Il progetto è destinato a ragazzi al di sopra dei 15 anni, adulti ed insegnanti e ha molteplici obiettivi:

- fornire una visione chiara di cosa vuol dire “imparare a superare i conflitti” nei vari ambiti quotidiani (lavoro, casa, famiglia, scuola);

- far comprendere che attivando una relazione nonviolenta con gli altri la sofferenza diminuisce e il nostro benessere psicofisico aumenta;

- arrestare così la spirale di violenza piccola e grande che ci circonda, soprattutto in un momento storico così difficile da vivere come quello attuale, dove la crisi dei valori e delle relazioni interpersonali si aggiunge alla crisi economica;

- rendere partecipe la Zona 3 del fatto che cambiare si può a partire dal proprio quartiere, presentando il progetto più ampio sull’educazione alla nonviolenza in Zona 3.

L’incontro del 30 Novembre dal titolo: ‘TU e IO come risolvere il conflitto in famiglia"comprende un percorso emotivo e uno razionale.
Il percorso emotivo è imperniato su una breve performance teatrale, che mostra l’escalation della violenza con un esempio tratto dalla vita quotidiana, quello razionale si basa sulla spiegazione del meccanismo della violenza e su come potrebbe essere superato, grazie a grafici ed esempi pratici.
Aprendo un interscambio con i partecipanti si sceglierà un esempio pratico tra quelli da essi suggeriti.
Nell’ultima parte dell’incontro si spiegherà il progetto ampio dell’educazione alla nonviolenza a partire dalle scuole e dai genitori nella Zona 3.

Entrambi i percorsi saranno condotti da professionisti:
- la performance teatrale sarà a cura di Giulia Salis e Marco Giacomini, attori della compagnia Atelier Teatro e attori professionisti al Teatro Trebbo di Milano;
- la formazione sarà affidata a Valeria Angella, docente presso la società Dale Carnegie Training e a Emanuela Fumagalli, attivista di Mondo senza Guerre che da anni lavora nel campo della formazione e del superamento dei conflitti.
Il metodo utilizzato si basa su un approccio attivo, socio-emotivo ed esperienziale che accompagna i partecipanti verso un percorso collettivo di miglioramento della propria vita psico-fisica.

Il laboratorio proseguirà con altri incontri a partire da gennaio 2014:

25 gennaio, "Io voglio, tu non vuoi" - I meccanismi della violenza;

8 febbraio, "Di chi è la colpa?" - Il riconoscimento dei propri meccanismi;

22 febbraio, "Come faccio a cambiare le relazioni?" - Strumenti ed esercizi. Il corpo cosciente;

8 marzo, "Come faccio a cambiare le relazioni? - Strumenti ed esercizi. La comunicazione nonviolenta.

22 marzo, "Il punto di vista, la coerenza e la regola aurea" - Metodo e strumenti. E io come voglio essere trattato?

12 aprile, "Dal risentimento alla riconciliazione". Il mio nemico.


Per contatti
laboratori.nonviolenza@mondosenzaguerre.org


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha