Zona corso Como. Nuovo spazio di 1.000 mq per la creatività: Comune cerca partner per riqualificare via D’Azeglio

Assessore Tajani: “Un intero immobile a disposizione di giovani creativi”  
()

Immobile MDA3Un nuovo spazio in zona corso Como per la creatività, le produzioni artigiane, i makers e i fab lab: in totale, mille metri quadri in via Massimo D’Azeglio 3, cui si aggiungono 1.500 mq tra cortile ed aree esterne, messi a disposizione dal Comune che ha avviato un’indagine esplorativa per la ricerca di soggetti interessati al recupero e alla valorizzazione dell’immobile.  

“L’Amministrazione è attenta alla crescente richiesta di spazi da parte dei giovani creativi e del mondo dei makers, un movimento culturale, produttivo e commerciale che si sta affermando nel panorama economico cittadino e del Paese”, ha dichiarato l’assessore alle Politiche per il Lavoro Cristina Tajani, che ha aggiunto: “Uno spazio urbano che può rappresentare una buona opportunità di sviluppo, sia per chi deciderà di investire sulla struttura aiutandoci a riqualificarla, sia per produttori e autoproduttori nei settori artigianali o digitali che lì potranno trovare sede confrontandosi direttamente con altri autoproduttori e creativi”.

Palazzo Marino intende destinare l’immobile di Zona 9 all’insediamento di attività nei diversi settori della creatività: dalla moda e design al disegno dei tessuti e degli accessori, con particolare attenzione al mondo dei makers, fab lab e autoproduttori, ossia quel movimento culturale contemporaneo che rappresenta un’evoluzione in chiave tecnologica del tradizionale ambito del ‘fai da te’ e dell’artigianato artistico. Il progetto di riqualificazione della struttura dovrà essere in grado di unire la componente creativa a quella produttiva e commerciale, riunendo in un unico luogo laboratori, spazi espositivi, show room, co-working e incubazione, oltre a rappresentare il punto di incontro per giovani produttori o progetti di impresa.

Lo spazio di via D’Azeglio 3, di proprietà comunale dal 1962, si estende per circa 1.000 mq complessivi, con due fabbricati disposti a “L” e un grande cortile antistante che, ad oggi, richiedono di essere ristrutturati e attrezzati. Il nuovo spazio dovrà porsi come punto di riferimento della vita sociale del quartiere e delle communities interessate alle attività che vi si svolgono.

Nella sezione bandi del sito del Comune di Milano è pubblicata la documentazione necessaria per le manifestazioni di interesse, da inviare entro il 30 settembre 2013 all’ufficio protocollo della Direzione Centrale Politiche del Lavoro, Sviluppo economico e Università di via Dogana 2, dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.




Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha