C’è del nuovo alla Stoppani: “Assistente per un giorno”

Prendi una Scuola elementare che ha una lunga tradizione di partecipazione, mettici un’Associazione dei genitori che ha voglia di fare e ci mette un bel po’ di inventiva e rischi di diventare “Assistente per un giorno”. ()

bambini stoppani webL’Associazione Scuola Stoppani, che è attiva nell’omonima scuola primaria da tre anni, già ci mette del suo raccogliendo fondi consistenti per far sì che nella scuola si possano svolgere le normali attività. Ora si è inventata un’iniziativa che merita attenzione e, là dove possibile, duplicazione.

I genitori si sono accordati con alcuni esercenti e professionisti della zona per permettere a un gruppo di 80 bambini della scuola di conoscere da vicino i segreti di alcune attività professionali.
Sono state così raccolte le disponibilità di istituzioni importanti quali la Questura, i Vigili del fuoco, la Biblioteca, di professionisti come dentisti, farmacisti e veterinari, di esercenti come cartolai, fioristi, gelatai, librai, panettieri e l’esperienza ha preso il via.

Clicca per ingrandire l'elenco degli esercenti di zona che hanno dato la loro disponibilità a collaborare.

Gli “assistenti per un giorno”, veri e propri apprendisti in erba, si sono così recati presso i loro luoghi di lavoro e per un pomeriggio intero hanno affiancato i titolari della professione per apprenderne i contenuti e le caratteristiche. Particolarmente entusiasti i ragazzini che hanno svolto la funzione di “Assistente Vigile del Fuoco” che hanno potuto vedere da vicino come si svolge questa importante funzione civile, salendo persino su un mitico “carro dei pompieri”.

A detta di Gaia Pozzoli, coordinatrice del progetto, le professioni più gettonate sono state quelle di gelataio, fioraio e, naturalmente, di vigile del fuoco. I bambini hanno aderito con grande entusiasmo e con sorprendente responsabilità, affrontando con la dovuta serietà un’esperienza formativa che sarà da loro ricordata a lungo.
Per questo tipo di incarico, ogni bambino riceverà una paghetta che verrà versata su un libretto di risparmio speciale (il “Brucoconto”) pensato per loro dalla Banca Popolare di Lodi che è sponsor dell’iniziativa. Non è mancato, significativamente, il patrocinio della Zona 3.
I media hanno dato grande risalto a questa bella idea, andate a vedere il video che le ha dedicato Repubblica TV per cogliere l’entusiasmo sia dei ragazzi che dei “datori di lavoro”.
Matilde ha fatto la fioraia, Benedetta la libraia, Alice l’assistente cinofila, Pietro l’assistente di Polizia e Giovanni? L’esperto del tè, una professione per domani.

L’iniziativa si è svolta durante l’intero mese di maggio. Si spera nella replica, magari l’anno prossimo. Bravi.

Per saperne di più: www.associazionescuolastoppani.com

Massimo Cecconi


Tags:
apprendisti, assistenti, professioni, scuola stoppani

Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha