Lacrime di coccodrillo per le librerie indipendenti

Pubblichiamo la segnalazione della Libreria Popolare di via Tadino. Tutta a favore dell’e- commerce dei principali operatori l’ultima edizione di BookCity Milano. ()

LibTadinoLa libreria è aperta, seppure con orario ridotto, ma non tutti possono venire a trovarci, quindi ci stiamo impegnando per avvicinare la libreria a tutti voi.
Nei fatti BookCity Milano ha abbandonato le librerie indipendenti affidandosi all'e-commerce di Ibs e Feltrinelli.
L'importante rassegna cittadina dedicata ai libri e alla lettura si è svolta dall'11 al 15 novembre, e quest'anno si è svolta solo virtualmente, on line.

Questa contingenza ha permesso agli organizzatori di fare un maldestro tentativo di cancellare il ruolo delle Librerie Indipendenti cittadine collegate in rete nella nostra Associazione.
A questa manovra la nostra associazione ha reagito con il comunicato che potete scaricare cliccando qui
e che vi chiediamo di leggere.

Per chi non lo sapesse Bookcity Milano è un’iniziativa "voluta dal Comune di Milano e dall'Associazione BookCity Milano (Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, Fondazione Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri), a cui si è affiancata l’AIE (Associazione Italiana Editori), in collaborazione con l’AIB (Associazione Italiana Biblioteche) e l’ALI (Associazione Librai Italiani)".
Nata nel 2012 per impulso dell'Assessorato alla Cultura, si è sviluppata negli anni successivi come rassegna condivisa "tra tutti i protagonisti del sistema editoriale, con l’obiettivo di mettere al centro di una serie di eventi diffusi sul territorio urbano il libro, la lettura e i lettori, come motori e protagonisti dell’identità della città e delle sue trasformazioni nella storia passata, presente e futura". Credo che nessuno possa o voglia negare che le librerie, quali che siano, non facciano parte e non siano protagoniste, con la loro funzione, del "sistema editoriale"
L'apporto delle Librerie indipendenti è cresciuto in questi anni con il crescere della manifestazione stessa, allargando il proprio contributo dalla sola fornitura e vendita dei libri ad un ruolo attivo nelle fasi di progettazione e promozione, nella realizzazione e gestione della Libreria centrale nel cortile del Castello Sforzesco, oltre che arricchendo il programma di Bookcity Milano con le decine e decine di eventi culturali realizzati nelle nostre sedi.

Anche quest'anno siamo stati parte attiva nella progettazione di un programma che purtroppo non è stato possibile realizzare, ed è stato sostituito da presentazioni e incontri on-line.
Seppure in questa forma virtuale, Bookcity Milano promuove egualmente la diffusione del libro e della lettura.

Peccato però che in questa edizione siano state cancellate le Librerie Indipendenti della LIM, una rete diffusa in tutta la città. Non riconosciuti come parte attiva della manifestazione nemmeno per la vendita dei libri, che sul sito della manifestazione è stata orientata verso due sole piattaforme di vendita on-line legate a due delle Fondazioni presenti nel comitato organizzatore.
Un conflitto di interessi che oltrettutto nega nei fatti più di uno degli obiettivi dichiarati dal progetto BookCity Milano. Purtroppo tutto ciò è accaduto nel silenzio (distrazione o disinteresse?) da parte del Comune, cosa che non fa onore a chi dovrebbe sempre mostrarsi all'altezza del riconoscimento ottenuto da Milano quale membro del circuito UNESCO Creative Cities Network (UCCN) for Literature.
La nostra protesta ha fatto sì che tardivamente venisse aggiunta una frase sul sito con la quale si ricorda che i libri si vendono anche nelle librerie fisiche!
Troppo tardi e troppo poco.

In questo video alcune brevi presentazioni dei libri che potrete trovare nei nostri scaffali, privilegiando gli editori indipendenti di qualità, per farvi entrare virtualmente in libreria.
Per vedere il video cliccate qui.


Per contattare le libreria, ricevere la newsletter e ordinare i libri:

telefono : 02 2951 3268
mail : info@libreriapopolare.it

www.bookdealer.it è la piattaforma di e-commerce dedicata alle librerie indipendenti


Commenta

Re: Lacrime di coccodrillo per le librerie indipendenti
18/11/2020 Daniela Mamotti
Hanno inserito anche book dealer poi


 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha