Le porte aperte dei negozi

Disperdere calore aumenta i consumi energetici e provoca un inutile inquinamento. ()

porta apertaOgni cittadino responsabile è chiamato a contribuire, per quanto nelle sue possibilità, perché il clima non continui a peggiorare. Come tutti gli scienziati ci continuano a rammentare in modo sempre più stringente e drammatico.
Eppure sembra che chiudere le porte dei negozi, come da sempre sono state, sia un grave problema economico di mancati introiti e di conseguenza politico !!!
I cittadini sono invitati a tenere la temperatura degli appartamenti sotto i 20 °C e giustamente si invita a non usare l’auto se non necessario per non inquinare, ma ognuno dovrebbe fare la propria parte.
Non capisco perché i preposti poteri pubblici, che spesso si vantano di avere una forte sensibilità ambientale, non riescono a far chiudere le porte dei negozi che disperdono aria calda d’inverno e fredda d’estate.
La credibilità di una forza politica si misura anche dalla capacità di intervenire su questi problemi che riguardano tutti i cittadini, compresi i commercianti che respirano la stessa aria inquinata.



Commenta

Re: Le porte aperte dei negozi
16/01/2020 marina
Quest'estate ho scritto una mail indignata le porte aperte dei negozi al sindaco e questa è stata la risposta:
rispondiamo alla Sua mail indirizzata al Sindaco, informando che l’Amministrazione Comunale è consapevole dell'importanza della questione che pone. Una eventuale chiusura delle porte si collocherebbe tra le azioni che hanno ricadute in termini di risparmio energetico, ovvero sulla riduzione delle emissioni atmosferiche di CO2 e gas serra, che costituiscono un obiettivo prioritario per l’amministrazione comunale alla luce degli impegni assunti con altre città europee ed extra-europee nella riduzione di gas serra, formalizzati con il PAES – Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile di Milano.



Tuttavia, se può sembrare scontato che dalla chiusura delle porte consegua un risparmio energetico, gli studi condotti in materia dimostrano che, nella realtà dei fatti, per gli esercizi commerciali caratterizzati da un alto numero di accessi da parte della clientela, ci si troverebbe nella situazione per la quale le porte risulterebbero spesso aperte con importanti scambi di masse d'aria tra gli ambienti interni ed esterni e la conseguente dispersione energetica. In questi casi sarebbe sicuramente più efficace l’installazione di un sistema alternativo alle porte.



Ai fini di studiare la problematica e successivamente di porre in essere una azione strutturale per affrontarla nel miglior modo possibile, informiamo che il Comune ha stipulato un protocollo di intesa con un istituto di ricerca nazionale finalizzato ad approfondire la tematica in questione.


Re: Le porte aperte dei negozi
16/01/2020 marina
ho scritto al sindaco quest'estate una mail indignatain periodo di emergenza caldo. questa è stata la risposta:

rispondiamo alla Sua mail indirizzata al Sindaco, informando che l’Amministrazione Comunale è consapevole dell'importanza della questione che pone. Una eventuale chiusura delle porte si collocherebbe tra le azioni che hanno ricadute in termini di risparmio energetico, ovvero sulla riduzione delle emissioni atmosferiche di CO2 e gas serra, che costituiscono un obiettivo prioritario per l’amministrazione comunale alla luce degli impegni assunti con altre città europee ed extra-europee nella riduzione di gas serra, formalizzati con il PAES – Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile di Milano.



Tuttavia, se può sembrare scontato che dalla chiusura delle porte consegua un risparmio energetico, gli studi condotti in materia dimostrano che, nella realtà dei fatti, per gli esercizi commerciali caratterizzati da un alto numero di accessi da parte della clientela, ci si troverebbe nella situazione per la quale le porte risulterebbero spesso aperte con importanti scambi di masse d'aria tra gli ambienti interni ed esterni e la conseguente dispersione energetica. In questi casi sarebbe sicuramente più efficace l’installazione di un sistema alternativo alle porte.



Ai fini di studiare la problematica e successivamente di porre in essere una azione strutturale per affrontarla nel miglior modo possibile, informiamo che il Comune ha stipulato un protocollo di intesa con un istituto di ricerca nazionale finalizzato ad approfondire la tematica in questione.


Re: Le porte aperte dei negozi
16/01/2020 Georgia
Ho chiesto ai commercianti che ci lavorano, le catene a cui appartengono li vincolano d avere le porte aperte... si potrebbe magari fare un elenco pubblico di quali sono affinché con la pressione sociale cambino le regole. Il comune, non fa nulla, questo è evidente, ma non mi stupisco: dove sono multe per parcheggi sulle strisce, doppia fila o sul marciapiede??


Re: Le porte aperte dei negozi
15/01/2020 Nicole
Per quel poco che posso fare, non entro in quei negozi.


 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha