A Lambrate le paline segnaletiche della cittadinanza attiva

Arriva in uno dei quartieri più dinamici del Municipio 3 un progetto il cui obiettivo è far conoscere e valorizzare i tanti esempi di attivismo civico che arricchiscono la vita della nostra città. ()

Palina exCaserma MameliSabato 14 dicembre, nell'ambito della manifestazione Il Sabato di Lambrate, presso la galleria Subalterno1 in via Conte Rosso 22, sarà presentato il “progetto palina codice x”. Una prima parte, dalle 14.30 alle 16.00, prevede un breve seminario con la presenza dell’assessora Bruzzese per il Municipio 3, dell'architetto e artista Ugo La Pietra e del sottoscritto per l'associazione Axis. Al termine e orientativamente sino alle 18.00 si snoderà una camminata per il quartiere, per raggiungere le tre paline posizionate presso 'piazza' Rimembranze di Lambrate, il Giardino condiviso San Faustino e piazza Vigili del Fuoco al Rubattino.

Il progetto, sviluppato da Axis con la collaborazione di La Pietra e finanziato dal Municipio 3, ha portato all'installazione in questa porzione di città dei primi segnali urbani in grado evidenziare alla città quei gruppi di cittadini che, pur in forme diverse, si sono presi cura e/o si sono riappropriati mentalmente di una parte della città. “Abitare è sentirsi ovunque a casa propria”: abbiamo inteso questo celebre slogan di La Pietra come il dovere di riconoscere e far conoscere coloro che iniettano nella città che abitano la stessa energia progettuale e ideativa che investono nell’allestimento del proprio appartamento. Le paline sono manufatti, un po’ artistici e un po’ di design, che attraverso apparati informatici indicano e forniscono informazioni sui gruppi che si occupano dello spazio in cui sono state posizionate.

Obiettivo primario del progetto è di affermare che la città è quella fatta in un dato momento dai cittadini che la abitano, con i loro desideri e le loro aspettative, le loro memorie e le loro azioni. E che questo aspetto vale tanto quanto la città che permane, quella di pietra, costituita dagli edifici e dai monumenti.

Il secondo obiettivo è introdurre un nuovo standard comunicativo che possa diffondersi in tutta la città. Immaginiamo cento, mille paline che indichino altrettanti gruppi diffusi e operanti a difesa e cura del territorio di Milano. E una mappa online che ne indichi le posizioni, a rafforzamento della rete che già tra alcuni di loro è costituita.

La prima di queste paline è stata collocata nel Municipio 9, presso la caserma Mameli, e affidata all’Osservatorio Mameli (nella foto). A seguire queste del Municipio 3 si stanno valutando ulteriori possibilità di posizionamento nei Municipi 2 e 7.


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha