Inaugurato l'Emporio Solidale presso l'oratorio SS. Nome di Maria in via Pitteri 54 , venerdì 31 maggio

Lambrate, Barona, e poi Niguarda. Sono tre, nati da un'idea che si è sviluppata a Roma. La Caritas Ambrosiana e la Fondazione Cariplo danno vita al supermercato per le famiglie in difficoltà “Carrello sospeso”. ()

20190604 173317La folla ha riempito il salone, le scale, l'atrio e non poteva essere altrimenti in un quartiere ad alta partecipazione come l'Ortica. Numerose le autorità presenti: il Sindaco Sala, Mons. Delpini, la Presidente del Municipio 3 Caterina Antola e i fautori del progetto della Caritas e della Fondazione Cariplo.

Il Sindaco Sala ha ricordato che ” il discorso delle periferie oggi vale come un nuovo traguardo per la città che si trasforma e diventa un successo là dove la politica opera in collaborazione con altri corpi che interagiscono. Questa è Milano, dove lo sviluppo si associa alla solidarietà. La città che riesce ad alzare il livello della discussione e della riflessione per un pensiero diverso, nuovo e positivo. I milanesi vogliono essere parte del discorso politico-sociale della città.”

Padre Eugenio Brambilla , responsabile della Caritas, ha presentato il progetto come una sfida materiale alla povertà, ma che porta con se' un intento spirituale di educazione alla dignità degli individui, che non sono costretti a chiedere l'elemosina.
La crisi ha portato i 180 centri di ascolto di Milano a trasformarsi, organizzandosi come centri di distribuzione di pacchi viveri, poiché si tratta di riattivare delle vite fornendo prodotti alimentari e di igiene personale. Ma esiste anche l'associazione San Bernardino che aiuta chi si è indebitato.

Anche Mons. Delpini ricorda che questi possono essere definiti empori di democrazia della città intelligente; rendere partecipi i destinatari del servizio diventa consapevolezza di far parte di una comunità.

Al progetto partecipa la Fondazione Cariplo raddoppiando la donazione di ogni carrello acquistato, perché rientra, spiega Elena Jacob della Fondazione Cariplo, nel progetto CU BI 2018-2021 rivolto ai bambini poveri nella difficile situazione attuale, che provvede anche a fornire abiti, farmaci, aiuti nei percorsi scolastici e la malattia, persino con un asilo nido per i bambini malati di cancro.

Giovanni Foschi di Intesa S. Paolo ribadisce che non si può tollerare la povertà dei bambini, che rappresentano il futuro della città. Come aiutare? I cittadini possono acquistare un carrello da 10 o 40 euro attraverso un sistema on line, piattaforma For Funding di Intesa S. Paolo. Chi acquisterà un carrello riceverà un biglietto gratuito per il concerto di Paolo Jannacci alla “Balera dell'Ortica”. Sulla piattaforma si dà riscontro di quello che si fa insieme.

Si potrà sostenere l'Emporio anche con una donazione sul conto intestato a Caritas Ambrosiana Onlus con la causale : “Empori della solidarietà”, deducibile fiscalmente, ma anche aiutare come volontaria/o, oppure indicando famiglie in difficoltà ai Centri d'Ascolto Caritas, o acquistando generi alimentari per i poveri. Indicazioni su : www.caritasambrosiana.it


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha