Officina Enoica, per gli amanti del vino....e non solo!

Un’associazione “sui generis”, etilica, dove il vino fornisce anche l'occasione per uno sguardo sulla vita di oggi con leggerezza e spirito critico. ()

Lepetitriens3
Ricevo da un’amica vignaiola l’invito ad una mostra che si terrà a breve a Milano sul vino, che segnaliamo tra gli eventi. Tra gli organizzatori figura Officina Enoica, associazione culturale senza fini di lucro, che coniuga l’amore per il vino con la passione per il territorio, l’ambiente e le persone che lo producono.

E mi sembra doveroso parlarne e farla conosere agli amici ed a quanti vogliano condividere la conoscenza di coloro che sono impegnati a coltivare le proprie vigne alla ricerca non solo della qualità e dell’eccellenza del vino, ma anche di una diversa modalità di lavoro e di impegno sociale.

Il motto che leggo sul sito dell’associazione è: Officina Enoica quando il bere vince sempre sul male e, aggiungo io, mette di buon umore. Chi ama il vino, che da millenni ci viene offerto dalla terra e dal lavoro paziente dell’uomo, oggi sente più forte e impellente di altri la spinta a preservare sia l’ambiente, la terra, sia nella stessa misura la dimensione sociale, il lavoro, dell’uomo. Penso sia questo il motivo che spiega il sincero interesse di Officina Enoica quando dichiara di voler “contrastare l’omologazione dilagante che rischia di ridurre il vino, bene culturale a tutti gli effetti in quanto testimonianza di varietà ed espressione di territorio, al rango di prodotto seriale e massificato, in una parola industriale”.

Aver cura della dimensione “politica” del vino e del cibo oggi rappresenta un impegno al quale non possiamo sottrarci e credo che l’unico modo proponibile sia quello. sull’esempio dell’associazione Officina Enoica, di “lavorare per proporre dal basso un modello economico e di relazioni alternativo, basato sulla centralità della terra e della persona e di conseguenza antitetico a quello che ci ha condotti in una crisi dalla quale si stenta a vedere una via d’uscita. Officina Enoica è composta da persone che rigettano il paradigma liberista e mercantile imperante e si battono per la salvaguardia del bene comune, della piccola produzione, delle economie di territorio, dell’ambiente”.

Ho ripreso questa dichiarazione che condivido in pieno e che rappresenta l’unica alternativa oggi praticabile dal comune cittadino, quale mi sento innanzitutto, di fronte all’emergenza, per non dire caos, ambientale, sociale, umano, che ci sta di fronte.

Intanto un buon bicchere non può far male...salute!!

Officina Enoica
https://www.officinaenoica.it/mivino/the-show-must-go-wine/


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha