Commissioni congiunte Territorio e Qualità dell'ambiente Urbano e Qualità: resoconto seduta del 4/11/2011

Sono all'ordine del giorno i seguenti ! argomenti: 
 1) Comunicazioni dei Presidenti;
2) Posizionamenti stalli bici/moto: definizione criteri localizzazioni e attivazione gruppo di lavoro;
3) Riqualificazione Benedetto Marcello; definizione linee guida e attivazione gruppo di lavoro;
4) Presentazione proposta di delibera delle Commissioni "Sport e Benessere e Qualità dell'Ambiente Urbano e Mobilità" relativa al Giardino di via Zanoia;
()

IL Presidente Monzio Compagnoni   pensa sia meglio trattare il punto 3) dell OdG come primo punto. e spiega che si riunisce la commissione congiunta territorio e ambiente, senza la commercio perchè da una parte si tratta della riqualificazione di Via Benedetto Marcello e dall'altra dell'eventuale dislocazione del mercato. Verrà quindi istituito il gruppo di lavoro costituito da consiglieri e cittadini per quanto riguarda la riqualificazione dell'area verde della via. Le persone, verranno scelte in base anche alle competenze riguardo il problema (presenza in CdZ da anni) (in realtà sono tutti volontari a cui si sono chieste le caratteristiche riportate)Occorrerà recuperare le informazioni pregresse e verificare quanti soldi siano stati stanziati dalla Cooperativa che ha costruito i box e soprattutto se siano disponibili, sono infatti tutti finiti in un "calderone" e devono essere recuperati.  Occorrerà quindi arrivare ad una proposta per la riqualificazione che dalla commissione passerà al Consiglio.
Quanto sopra dà per scontato la dislocazione del mercato o parte di esso. Il Presidente della Commisisone Urbanistica/Territorio, ing. Mariani, avrebbe voluto 3 commissioni includendo anche quella sul lavoro, occorre sentire ambulanti e cittadini.
Il Consigliere Sacerdoti presenta la situazione del mercato dicendo che è molto complessa  e che ritiene più opportuno trattarla a Commissione completa e non come Gruppo di Lavoro, ne parlerà mercoledì 9 in commissione. Occorrerà valutare il numero delle bancarelle, la tipologia. Per la riqualificazione del verde comunica che i soldi dovrebbero essere Euro 885.661,03 e che occorrerà dare mandato ad una commissione tecnica per la sistemazione del parterre centrale, il consigliere  Sacerdoti ha già parlato con l'ing. Valtorta del Comune per verificare se i soldi siano ancora disponibili per la riqualificazione della via. In passato se ne erano occupati Vallone e Cadeo, ma Rossin, sempre del Comune,  ha detto di non esserne al corrente. Sempre Sacerdoti ha comunicato che nella giornata di sabato 5 novembre avrebbe effettuato un sopralluogo per verificare la tipologia delle bancarelle poichè 56 potrebbero essere spostate in via A. Doria, 120 devono essere ricollocate.Una volta riqualificata la zona le bancarelle non troverebbero posto al centro poichè il mercato è su 6 file ma i passanti non avrebbero possibilità di passaggio. Ci sono poi canoni ben precisi per la collocazione delle bancarelle: spazio tra loro stesse e spazio per gli acquirenti, non permeabilità del suolo, ecc.Si potrebbe mettere il mercato sulla strada, ma ciò "bloccherebbe" le uscitte dei residenti venendo le bancarelle a trovarsi davanti ai portoni. Bisogna ridurre il numero delle bancarelle, ma le stesse hanno avuto il rinnovo da parte del comune sino al 2021 e la Commissione non può togliere le licenze.
Il Presidente Monzio Compagnoni comunica che è necessario dividere le commissioni e che più del problema mercato sì/no si tratta del mercato dove.
Interviene un residente Maurizio Ravasio comunicando che i banchetti sono circa 200 in una zona congestionata e di difficile ricollocazione. Il mercato inoltre, per talune tipologie di prodotto, si sovrappone all'ampia offerta di C.so Buenos Ayres., mentre mancano i negozi di alimentari.
Il Consigliere Cosenza, che si era occupata del problema nella passata legislatura, comunica di recuperare tutti i documenti pregressi  inclusa la delibera del 2002. Il Gdl del Consiglio di Zona decide quindi di riunirsi venerd' 18 novembre dalle ore 18 alle ore 19. Alfredo Ferappi farà parte del GdL sulla riqualificazione in modo da monitorar ela situaizone di Via Benedetto Marcello in toto (riqualificazione are averde e mercato)
 
2) Si passa quindi al punto degli stalli per le biciclette.
 
Il Consigliere Fossati comunica che il Comune dispone di 200.000 euro per posizionare gli stalli nella città. Un cittadino fa presente che sarebbe auspicabile che gli stalli fossero simili a quelli di via Bonardi, ma sembra che la tipologia sia già stata scelta. (Ala commissione è stato chiesto da parte dle comune) è la Commissione, col suo presidente, che ha proposto di stilare u elenco di priporità e di conseguenza un elenco di luoghi in cui gli stalli dovrebbero essere collocati. Si stabilisce quindi ch ei criteri saranno i seguenti: luoghi di interscambio con le fermate della metropolitana e la stazione di Lambrate dove la consilgiera De Luca suggeisce di verificare la possibilità di collocare delle vere stazioni per biciclette (stalli coperti). Si passa poi agli edifici pubblici come scuole, uffici postali, sedi ASL, anagrafe. Pilotta comunica di aver già pronto un elenco di scuole, ASL e poste che andrebbe solo riportato su pianta, aggiunge il suggerimento di coinvolgere l'università (Politecnico e Scienze Politiche in particolare sociologia urbana e urbanistica) per siglare un accordo con i vari Istituti in modo da coinvolgere gli studenti nella raccolta dei dati.
Viene costituito un GdL di cui faranno parte, oltre ai Consiglieri, Biscaro come Ciclobby e Pilotta, entrambe del Comitato.
 
 4) L'ing. Mariani spiega che per i giardini di Via Zanoia ha avuto rassicurazioni in merito al fatto che non verranno modificati anche se il Politecnico dovesse costruire il Campus
Il pres. monzio compagnoni illustra la proposta di delibera congiunta tra le commissioni ambiente e sport, che chiede comunque lo scorporo del giardinetto dall'area interessata dai lavori del politecnico, e che sarà all'ordine del giorno del consiglio di giovedì 10 novembre.
In coda all'intervento di Mariani Vincenzo obustelli ha fatto un piccolo intervento che va ben oltre il fatto che i giardini non saranno toccati.
E questo riguarda tutta la politica del Politecnico e anche dell'Università statale, a cui le varie giunte comunali non hanno mai detto nulla, che è stata negli ultimi 40 anni di cementificare tutta la zona senza equilibrarla con servizi agli studenti (alloggi, mense, impianti sportivi, luoghi di ritrovo, biblioteche, luoghi di studio, ecc) e cercando di togliere, in parte riuscendovi, anche quel poco esistente (Giuriati, mensa via Golgi, casa studente di viale Romagna)


Tags:
bicicletta, ciclobby, Politecnico, via Benedetto Marcello, via Zanoia

Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha