Girovagando. Osteria dell'Utopia&Libreria Zivago

Sino a quattro anni fa all'angolo di via Vallazze con viale Lombardia c'era la Libreria Utopia. Di quel passato qualcosa è rimasto come rivelano le colorate insegne alternate su fondo giallo o rosso. ()

20171020 153231Fogli colorati sono attaccati alle vetrine per informare delle iniziative  e una lavagna presenta le proposte del menù del giorno. L'interno è spazioso, pitturato di bianco, con un bancone a mattoni pieni bianchi, alte librerie a coprire le pareti nella parte retrostante, ma anche nella parte sulla strada e un lato ampio e molto luminoso dedicato ai bambini. Sui muri omini stilizzati con un unico tratto nero, opera di una artista di strada francese, dispensano pillole di saggezza.

Dialogo con Luca, che, con altri cinque soci, porta avanti il progetto.

Com'è avvenuta la trasformazione dalla Libreria Utopia a questa pluralità di proposte?

All'inizio eravamo stati chiamati dalla Libreria Utopia per ravvivare il locale con una caffetteria; dopo 10 mesi la Libreria Utopia si era ritirata e al suo posto era subentrata la libreria Baravaj, che si era poi spostata in zona Arco della Pace e noi cinque abbiamo deciso di rischiare.
Sia io che i miei soci abbiamo avuto precedenti esperienze di lavoro nelle Cooperative sociali, nell'Arci e ONG, abbiamo unito le nostre esperienze e specializzazioni e deciso di utilizzare le nostre capacità in questo locale che rispecchia il nostro modo d'essere. E' stato un azzardo, che però ci fa sentire bene, a nostro agio, qui ci sentiamo sempre “a casa”.

Vuoi cominciare a parlare della Libreria Zivago? Oltre le scaffalature, vedo espositori per libri che sono cassette della frutta o la valigia di cartone della coperta Somma, un interessante riciclo.

Lo spazio libreria ha la particolarità di accostare offerte di libri nuovi e un'ampia disponibilità di libri usati a metà prezzo o addirittura a un euro, con una scelta che va dall'arte figurativa, alla musica, alla letteratura, fantascienza, gialli, cura del verde e sulle pareti vecchie immagini pubblicitarie. Libri e disegni, foto sono onnipresenti, ma nello spazio bambini abbiamo lasciato che avessero più spazio libero per muoversi.

Quindi come integrate queste offerte di cultura e cibo?

Agli amici e clientiproponiamo diverse attività: presentazione di libri, musica dal vivo, teatro e cabaret. La disponibilità di spazio ci consente di accogliere proposte diverse, anche da clienti, come la mostra di pseudo farfalle di carta di un'artista iraniana, che occhieggiano nella sala retrostante, o feste per bambini con un animatore.  Quei fogli appesi ai fili sono di brani di testi che vengono letti da attori che invitano poi il pubblico a cimentarsi, magari a leggere brani propri.
Il CICAP - comitato eventi sul paranormale- una volta al mese presenta una conferenza per dimostrare che non esiste il paranormale. 
Abbiamo anche gli aperitivi con conversazione in lingua spagnola o francese o inglese con cadenza regolare, per un costo minimo; aiutano chi voglia mantenere o incrementare l'uso della lingua straniera.


E quali sono le vostre offerte culinarie?

Proponiamo cene con autore, aperitivi in lingua e non, abbinamenti con concerti jazz. La nostra cucina non è fideistica, bensì etica, perchè puntiamo alla genuinità  dei prodotti di fornitori che conosciamo da anni, sia per la degustazione di vini, sia del cibo. Proponiamo piatti vegetariani e vegani, ma anche salumi da allevamenti non intensivi e  vini di giovani viticoltori che appoggiamo.

 
Nel nostro sito : www.osteriadellutopia.it si possono trovare tutte le indicazioni dettagliate.


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha