Spese mediche e scolastiche: il rimborso dovuto al genitore convivente con i figli

Secondo la Corte di Cassazione, il rimborso delle spese mediche e scolastiche si pu ottenere sulla base dell'atto di separazione, senza necessit di rivolgersi nuovamente a un giudice.

()

soldi1 web

Molti atti di separazione stabiliscono che il genitore non convivente con i figli - in genere il padre - oltre a dover pagare un assegno mensile per il loro mantenimento, deve sostenere per la met (o integralmente, se i suoi redditi sono molto superiori a quelli dell'altro genitore) le loro spese mediche e scolastiche.

Questa disposizione pu essere contenuta nella sentenza che conclude la separazione giudiziale, nei provvedimenti provvisori che il presidente emette nel corso di quella separazione, o nel verbale sottoscritto dai coniugi se la separazione consensuale.

Accade che il padre, obbligato a versare l'assegno mensile, non lo faccia, o salti qualche mese.

Accade poi spesso che il genitore convivente con i figli - in genere la madre - si trovi ad anticipare le loro spese mediche e scolastiche e non riesca a ottenerne il rimborso spontaneo dall'altro genitore.

Pu trattarsi di un momento di difficolt economica di quest'ultimo, specie data la crisi in corso. Ma se siete stanche di pazientare, o di chiedere e chiedere inutilmente, rivolgetevi a un avvocato. Talvolta basta una lettera del legale, o un contatto fra il vostro avvocato e quello di vostro marito, perch il problema si risolva, magari con versamenti rateali concordati.

Se per questo non sufficiente e il padre dei vostri figli si ostina a non pagare, come potete ottenere il versamento di quanto da lui dovuto per contributi mensili arretrati, oppure per rimborso delle spese mediche e scolastiche?

In entrambi i casi, gli atti di separazione sopra indicati costituiscono un c.d. titolo esecutivo idoneo a far ottenere alla madre, tramite un avvocato, il pignoramento dei beni del padre (immobili o mobili), o di una quota del suo stipendio, o di suoi crediti verso terzi.

Se il mancato versamento riguarda assegni per il mantenimento, l'avvocato dovr solo indicare l'importo dovuto al mese secondo l'atto di separazione e moltiplicarlo per le mensilit scadute.

Se si tratta di spese mediche e scolastiche, la madre dovr fornire al legale i documenti dai quali risulta quando e quali somme ha anticipato, somme normalmente non indicate nell'atto di separazione. Ma, fatto questo, si potr procedere al pignoramento nei confronti del padre inadempiente, senza doversi prima rivolgere a un giudice perch accerti quali importi egli deve rimborsare.

Ci stato stabilito dalla Corte di Cassazione la quale, con sentenza n. 11316 del 23 maggio 2011, ha chiarito che gli esborsi per l'istruzione e le cure mediche dei figli devono ritenersi statisticamente ordinari, di probabilit tale da potersi definire sostanzialmente certi e la cui quantificazione oggettivamente agevole, sulla base di documenti rilasciati da strutture pubbliche o da altri enti o soggetti (scuola privata, medico specialista), indicati nell'atto di separazione o concordati fra i genitori.

Quindi, madri che vi trovate cos spesso a pagare voi la retta della scuola, i libri, il pediatra, il dentista per i vostri figli: non scordatevi mai di farvi rilasciare le ricevute.

Naturalmente, resta salvo il diritto del padre di contestare che le somme a lui addebitate siano dovute: per esempio perch non si tratta di spese mediche o scolastiche necessarie (un intervento meramente estetico, un corso di mero svago); oppure, in caso di spese straordinarie, perch queste non sono state concordate.

Avv. Francesca Agnisetta


Tags:
rimborso spese mediche e scolastiche, genitori, figli, separazione