ImbianchiamoCI la nostra scuola Bonetti: progetto pilota tra pubblico e privato

“ImbianchiamoCI la nostra scuola Bonetti” è lo slogan che abbiamo ideato noi genitori degli alunni della scuola elementare di via Tajani in zona Città Studi a Milano. Sabato 31 Marzo e domenica 1 Aprile con rulli, pennelli, vernice bianca/gialla e tanta buona volontà partirà un progetto pilota di incontro tra pubblico e privato: imbiancheremo i due piani della scuola primaria. ()

La situazione del nostro edificio è complessa: nasce come scuola superiore, diventa scuola elementare, poi metà e metà e dal 1987 prende il definitivo nome di Scuola primaria PierFranco Bonetti in onore del soldato partigiano medaglia d’oro al valor militare alla memoria. In autunno abbiamo avuto problemi con l’impianto di riscaldamento che il Comune ha riparato nel giro di qualche settimana; adesso, in primavera verranno assegnati i nuovi appalti, ma i fondi a disposizione non si possono destinare all’imbiancatura, priorità va data agli interventi per il rifacimento delle tubature, degli scarichi, dei bagni, per la riparazione delle perdite e degli impianti di riscaldamento.


Quindi, che fare? Il rifacimento dei bagni è sicuramente urgente, pertanto la Dirigente, Prof.ssa Elena Maria Borgnino, ha ripresentato domanda al Comune e a noi genitori ha proposto di gestire, con il supporto dell’associazione MilanoAltruista (www.milanoaltruista.org) il progetto d’imbiancatura. Il Comune pare abbia terminato le sue rilevazioni e la richiesta è stata accolta: non appena riassegnati gli appalti e individuata la ditta partiranno i lavori per i bagni.

Anche noi abbiamo fatto i nostri calcoli in termini di litri di vernice bianca e gialla, metri di nastro carta, sacchi di stucco, rulli e pennelli! Dopo i primi conteggi ci siamo attivati per trovare sponsor perché i fondi a disposizione dell’Associazione genitori non sarebbero bastati per acquistare tutto il materiale. Il nostro appello è stato accolto: Baldini Vernici (www.baldinivernici.it) ha effettuato un sopralluogo e ci fornirà il materiale bianco e giallo per sistemare tutta la scuola. Abbiamo anche ragazzi allergici, ma le vernici sono di nuova generazione: ipoallergenica e inodore con tempi di asciugatura molto rapidi e studiate apposta per i locali chiusi.

I commessi e i docenti sono già all’opera per preparare le singole classi: bisogna staccare i cartelloni e preparare i muri; i genitori con nastro-carta, cartoni e teli dovranno coprire tutto quello che non andrà imbiancato. Altri genitori hanno poi la responsabilità di preparare le parti comuni come i corridoi, l’aula di musica, d’inglese, di religione, di psicomotricità, la biblioteca, i laboratori d’informatica e di scienze, le aule di sostegno e dei giochi serali. Un papà della scuola ci sta aiutando per la preparazione dei muri, mentre in cortile ogni pomeriggio è attivo il banchetto del’imbianchino che oltre a vendere le spille dell’iniziativa e i biglietti elle lotteria di Pasqua, dà informazioni sul progetto e ritira i moduli di adesione.

Mancano quindi pochi giorni per questo progetto “pilota” per le scuole Lombarde che vede per la prima volta l’incontro tra pubblico e privato, tra utenti e Comune di Milano. L’interesse del territorio è notevole e non è esclusa la presenza di una troupe di Rai3 che documenti le giornate.


Imbianchiamoci la scuola Bonetti !

Cristina Gambetti

Presidente Associazione genitori Amici della scuola Bonetti

www.amiciscuolabonetti.it




Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha