Torna JAZZMI, dal 29 settembre al 9 ottobre in tutta Milano

Settima edizione del festival jazz della città di Milano: in undici giorni più di duecento eventi diffusi sul territorio, anche in Zona 3.

()
unnamed 6

Dal 29 settembre al 9 ottobre JAZZMI propone oltre 200 tra concerti, incontri, mostre e proiezioni, coinvolgendo oltre 40 spazi, distribuiti sul territorio di 9 Municipi della città e in cinque Comuni dell'area metropolitana. 80 appuntamenti sono ad ingresso gratuito. Il tutto all’insegna di un genere musicale, il jazz, che è simbolo di integrazione tra culture, di inclusione ed impegno civile. JAZZMI dà spazio ad artisti internazionali affermati e a giovani band, un mondo musicale tornato ai concerti dal vivo dopo le restrizioni della pandemia.

Divenuto in sette anni uno dei maggiori festival jazz in Italia ed in Europa, è organizzato da Ponderosa Music e Triennale Milano in collaborazione con Blue Note, con il contributo del Comune di Milano, del Ministero della Cultura e di numerosi sponsor. Il programma è a cura di Luciano Linzi e Titti Santini.

Triennale Milano Teatro ospita il giorno inaugurale il Fabrizio Bosso Quartet con “We Wonder”, omaggio a Stevie Wonder realizzato con lo special guest Nico Gori. Il giorno dopo, 30 settembre, il duo Uri Caine & Theo Bleckmann affronta canzoni d’arte classica mentre l’1ottobre doppio set: Ilhan Ersahin’s Istanbul Sessions seguiti dal trombettista jazz/hip-hop Michael Leonhart con il rapper Jswiss. Il 2 ottobre Antonello Salis e Simone Zanchini, mentre il 4 ottobre arriva il compositore e pianista americano Vijay Iyer e il 6 l’Hypnotic Brass Ensemble. Sempre in Triennale segnaliamo anche il 7 ottobre l’eclettica Emma-Jean Thackray, l’8 il grande trombettista e compositore Keyon Harrold e il 9 il Claudio Fasoli “Next” Quartet. Il Blue Note Milano propone, tra l’altro, il 29 settembre le contaminazioni musicali del gruppo inglese Matt Bianco, il 30 Paolo Fresu con un omaggio a David Bowie, il 2 ottobre Billy Hart & Ethan Iverson Quartet, il 6 il Bob Reynolds Group e il 7 la voce soul di Myles Sanko.

Dalle due sedi principali, Triennale Teatro e Blue Note, il festival si irradia in tutta Milano. Alcuni concerti si tengono in teatri ed auditorium cittadini, come il Teatro Dal Verme, che il 29 settembre propone un doppio concerto trasversale ai generi: Venerus in piano solo e i Casino Royale con ospiti Saverio Tasca e Marta Del Grandi. Il Teatro degli Arcimboldi il 2 ottobre vede il ritorno del crooner Mario Biondi con l’High Five Quintet. Il Conservatorio G. Verdi, ospita il 6 ottobre Jeff Mills e Jean-Phy Dary con un progetto elettro-jazz e il 9 la chiusura del festival con Raphael Gualazzi.

Numerosi gli appuntamenti in locali e club: i Magazzini Generali ospitano il 29 settembre i C’Mon Tigre, mentre al Santeria Toscana 31 il 1° ottobre si esibisce il pianista Alfa Mist e l’8 è la volta di Bobby Solo e Boogie Boy con un tributo ad Elvis Presley e Johnny Cash. All’Alcatraz il 5 ottobre arriva da Londra The Cinematic Orchestra, a cavallo tra jazz, elettronica e musica da film. E poi ci sono Santeria Paladini 8, mosso, Corte dei Miracoli, Garage Moulinski, Vapore 1928, Circolo ARCI Grossoni, Après Coup, Birrificio La Ribalta, ARCI Bellezza, Sapori Solari Bistrot, Moebius Milano, Bachelite cLab, Santeria Toscana 31, Osteria Democratica, ARCI Biko, ecc.

Quest’anno JAZZMI, insieme a vari partner sul territorio, offre oltre ottanta eventi ad ingresso gratuito in diversi quartieri cittadini, con una visione di metropoli policentrica. Il Volvo Studio Milano ospita il 15 e 22 settembre una selezione di giovani musicisti che si contendono un posto nel cartellone di JAZZMI il 9 ottobre al Blue Note. E Volvo Studio ospita anche: il 30 settembre Judi Jackson e la band Mammal Hands, mentre il 7 ottobre l’Artchipel Orchestra e la Mamud Band. Mercoledì 5 ottobre l’Armani/Silos vede Enrico Rava assieme all’inventore della glitch music austriaca Christian Fennesz e a U.T. Gandhi in un evento inedito, un percorso tra suono e moda. Sempre il Silos ospita, tutti i giovedì dal 6 ottobre al 3 novembre, la rassegna cinematografica “The Body of Jazz”. Altri eventi “free” si tengono all’ADI Design Museum (l'8 ottobre Louis Sclavis con il Federica Michisanti trio), in Piazza Gae Aulenti, a CityLife e alla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, così come in alcuni importanti hotel della città, lo Sheraton Diana Majestic, il The Westin Palace, lo Sheraton Milan San Siro, l’Hilton Milan e il Senato Hotel. Giovedì 6 ottobre presso Apple in Piazza Liberty concerto fuori programma di Yussef Dayes. Venerdì̀ 30 settembre al Teatro PuntoZero, presso l’Istituto penale per minorenni Beccaria, Enrico Intra accompagnato da un quartetto d’archi di giovani allievi della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado. Il 4 ottobre JAZZMI è al Bicocca Village con un percorso musicale e un concerto finale della band Frank Sinutre. Il nuovo polo culturale del quartiere Romolo e mare culturale urbano al quartiere San Siro ospitano varie esibizioni legate al progetto Nuova Generazione Jazz.

Presso Magnete, al quartiere Adriano, si tengono incontri e performance nei sabati del festival. Altre presentazioni ed incontri con gli artisti, si tengono al Parco Sempione: presso la Cascina Nascosta e il Teatrino dei Burattini della Triennale. E percorsi musicali in altri quattro spazi verdi della città: Cascina Centro Parco del Parco Nord, Cascina Sant’Ambrogio/CasciNet, Cascina San Romano e Abbazia di Chiaravalle.

Anteo Palazzo del Cinema ospita due proiezioni: “Straight Outta Compton” di F. Gary Gray e “Whiplash” di D. Chazelle e proiezione fuori programma presso la Sala Nobel di Eataly Milano Smeraldo: “Jazz Noir: Chet Baker tra jazz, passione e mistero” di Rolf van Eijk.

Infine, JAZZMI ospita nel suo programma due mostre: “William P. Gottlieb – A Jazz Story. La Storia Raccontata dalla Fotografia” dal 17 settembre al 31 dicembre presso la Casa di Vetro e Roberto Polillo – Jazz Drummers” dal 28 settembre al 31 dicembre al Blue Note.

Concerti anche in Comuni dell’hinterland: il 1° ottobre ad Opera nell’Abbazia di Mirasole (in collaborazione con Fondazione Comunità e Cuore Visconteo), il 2 ottobre al Parco del Centenario di Trezzano sul Naviglio, l’8 a Corsico, presso il nuovo Ponte della Musica e il 9 ottobre a Carugate e a Rozzano. Appuntamento speciale a Buccinasco, al Bonaventura Music Club, residenza artistica di Antonio Faraò con tanti ospiti d’eccellenza.

Chiudiamo con un dettaglio degli appuntamenti del festival in Zona 3 a Milano:

- Il 30 settembre alle 21, alla Santeria Paladini 8 (in Via Paladini) concerto del Martino Vercesi Trio

- Il 2 ottobre alle 19.30, allo Sheraton Diana Majestic (in Viale Piave) concerto dei Maguey Plant

- Il 4 ottobre alle 19.30, al Sapori Solari Bistrot (in Via Stoppani) concerto del Niero-Taramella Duo

- Il 7 ottobre alle 17, all’Auditorium Casa dello Studente del Politecnico (in Via Pascoli), workshop “The Mathematical Structures of Bebop Music” con Dave Schroeder e Antonio Figura

- Il 7 ottobre alle 20, alla Santeria Paladini 8 (in Via Paladini) concerto di Motel Kaiju


Il programma completo di JAZZMI è sul sito www.jazzmi.it dove vengono annunciate eventuali modifiche nonché indicate le modalità di accesso ai singoli appuntamenti.


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha