Ultimi appuntamenti per il Festival MILANO MUSICA

Al Teatro dell’Elfo e al MEET quelli in Zona 3. ()

milanomusicaVolge al termine nel mese di novembre l’edizione 2021 del Festival Milano Musica e alcuni appuntamenti riguardano location in Zona 3: il Teatro Elfo Puccini di Corso Buenos Aires e il MEET Digital Culture Center di Porta Venezia.
La storica rassegna di musica contemporanea (che compie trent’anni) da diverso tempo ha aperto a sedi decentrate e a programmi insoliti, anche multimediali.
Ad esempio, all’Elfo lunedì 8 novembre si può assistere al concerto di una inconsueta formazione di soli contrabbassi, l’italiano Ensemble Ludus Gravis, affiancati da un pianista e da un percussionista. Sono cinque composizioni di cui una, scritta dal direttore del gruppo Daniele Roccato, è in prima esecuzione assoluta.

Giovedì 11 e sabato 13 novembre ci si sposta al MEET: l’11 alle 18 con il convegno "Luigi Nono remastered. Nuove frontiere per archivi digitali”, a ingresso libero con prenotazione obbligatoria, mentre il 13 si tengono due repliche (alle 18 e alle 21) della performance audiovisiva “Opus” di Matteo Franceschini, anch’essa in prima esecuzione, con Éric-Maria Couturier al violoncello e Tovel (lo stesso Franceschini) ai live electronics. La realizzazione sonora è di IRCAM-Centre Pompidou, mentre video e scenografia sono di 1024 architecture.

Milano Musica prosegue poi nella sede prestigiosa del Teatro alla Scala con l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, diretta da Michele Gamba, esegue musiche di Rebecca Saunders, Wolfgang Rihm e Benjamin Britten. Al pianoforte Nicolas Hodges.Ci si sposta quindi al Piccolo Teatro Studio Melato, dove il Trio Accanto (sassofono, pianoforte e percussioni) offre una nuova versione di “That Time”, ancora della compositrice inglese Rebecca Saunders, accanto a prime esecuzioni italiane di brani di Misato Mochizuki, Evan Johnson e Georg Friedrich Haas.
Chiusura in bellezza giovedì 25 e venerdì 26 novembre nella suggestiva sede dell’Hangar Bicocca, sotto le “torri” di Anselm Kiefer, con “Flu水o. An Encounter with Water”, spettacolo che fonde rievocazioni e reinterpretazioni di performance di artisti dell’Asia Orientale degli Anni Sessanta legate all’acqua con una rappresentazione della sarcastica opera da camera “Mare Nostrum” di Mauricio Kagel. La regia è di Alessandro Sciarroni, le scene e i costumi di Andrea Anastasio. Arnaud Arbet dirige l’Ensemble "G. Bernasconi" dell'Accademia Teatro alla Scala.


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha