The Last Duel

L’ultimo film di Ridley Scott racconta una storia antica con ampi risvolti contemporanei. Grande gusto della narrazione epica. ()

last duel immagine
XIV secolo, Francia, regnante Carlo VI. Il primo processo per stupro e l’ultimo “Duello di Dio”. The Last Duel è la storia vera di Jean de Carrouges e Jacques Le Gris, scudieri del re dapprima amici e poi duellanti fino all’ultimo sangue. Le vicende che portano allo scontro finale sono presentate in tre versioni differenti. L’episodio viene raccontato prima secondo la versione di Jean de Carrouges (Matt Damon), poi quella di Jaques Le Gris (Adam Driver) e infine quella di Marguerite de Thibouville (Jodie Comer), moglie di Jean. I tre “film” hanno immagini e punti in comune (tre al prezzo di uno).

Durante una delle numerose assenze del marito per doveri militari, Marguerite rimasta sola nel castello viene raggiunta con l’inganno da Jaques Le Gris che la stupra e le dice di non raccontare nulla a Jean perché potrebbe ucciderla. Invece la sposa incredibilmente rivela tutto e ancora più incredibilmente il marito le crede. Gli attriti tra Jean e Jaques già nati per questioni di eredità e di favori di Pierre d'Alençon (un ossigenato Ben Affleck), conte e cugino del re Carlo VI, diventano insanabili. Essendo lo stupro un delitto non contro la donna ma contro i “possedimenti” dell’uomo, Carrouges chiede il duello per stabilire la verità, la “verità di Dio” si intende, perché solo chi vincerà avrà ragione. Ma per affrontare un duello è necessario avere l’approvazione del Parlamento di Parigi che lo concederà. Così il 29 dicembre 1386 si terrà l’ultimo “Duello di Dio”. Se vincesse Carrouges vorrà dire che Marguerite è stata sincera, in caso contrario la moglie verrebbe spogliata, legata a un palo e bruciata viva. A parte il palo e il rogo (ma neanche tanto) non molto è cambiato dal XIV secolo, le donne preferiscono tacere per evitare il peggio. Quindi il fatto per l’epoca fu piuttosto straordinario.

Donne, cavalier, arme e amori si susseguono in una saga appassionante dove il furioso Matt Damon, rozzo e tozzo come non mai, si impone quanto la bellezza di Jodie Comer la vera eroina e protagonista della storia. Ridley Scott con armi e duelli ha già una dimestichezza consueta (I Duellanti, Il Gladiatore…) e le riprese entrano nel profondo, nella carne, nel peso delle armature e nella lotta per la sopravvivenza. Una nota anche per la sceneggiatura scritta anche da Matt Damon e Ben Affleck con Nicole Holofcener. Per chi volesse documentarsi dettagliatamente il libro di Eric Jager “The Last Duel: A True Story of Crime, Scandal, and Trial by Combat in Medieval France”, pubblicato nel 2004,
Storico.

In programmazione al Cinema Plinius.


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha