Ritorna Danae, festival performativo

Dal 26 settembre al 24 ottobre ritorna lo storico festival di arti performative creato dal Teatro delle Moire. ()

Danae 2021 1080x600 1080x600All’origine (1997) era il Teatro delle Moire, che prende il nome dalle dee greche del destino, da cui, qualche tempo dopo, nasceva l’idea di un festival dedicato a forme spettacolari complementari tra loro e interagenti: danza, teatro, performance e suono in una rilettura originale e, spesso, provocatoria.
Siamo ora alla ventitreesima edizione di Danae, la fonte è ancora una volta nelle mitologia greca, che, in varie location cittadine, propone spettacoli di grande impatto visivo e sonoro, senza trascurare la parola e il movimento.

Per i curiosi si rimanda al sito www.teatrodellemoire.it per avere informazioni esatte sul programma e sulle modalità di accesso, ricordando che, tra gli altri, sono previste performance di artisti quali Enrico Malatesta e Cristina Kristal Rizzo, Boris Kadin, Francesco Marilungo e Ioannis Mandafounis.
I direttori artistici, come sempre, sono Alessandra De Santis e Attilio Nicoli Cristiani a cui va il merito, in quasi venticinque anni di attività, di avere indagato con determinazione e coerenza artistica nuove forme di linguaggio.

Perché ci occupiamo del Festival Danae? Oltre alla validità assoluta della proposta culturale, il loro atelier creativo (Lachesilab) è in via Porpora 43.


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha