Rifkin's Festival

Ritorna Woody Allen con un film che strizza l’occhio alla cinefilia. Empatico. ()

rifkin immagine
Woody Allen è per i cinefili un po’ come quei compagni del liceo che ci portiamo appresso da decenni, nel bene e nel male, con i pregi e i difetti ma così familiari da sentirli quasi parenti. In questo ultimo film che ha atteso un anno per uscire nelle sale come si conviene (merito e onore non aver ceduto alle piattaforme!) Allen gioca e diverte con il Cinema, il grande Cinema che ha fatto la storia.

Il suo alter ego Mort Rifkin (Wallace Shawn) uomo non bello e di una certa età, racconta all’analista il suo soggiorno a San Sebastian durante il festival del Cinema. Ha accompagnato la moglie Sue (Gina Gershon) ufficio stampa del giovane regista Philippe (Louis Garrel) considerato grande rivelazione di un film capolavoro. Mort sospetta una tresca amorosa tra i due, così il tormento e l’ipocondria lo portano dalla affascinante dottoressa Rojas (Elena Ayana) inventandosi una varietà di sintomi pur di frequentarla. Ma Rojas a sua volta vive con Paco (Sergi Lopez) un pittore un po’ energumeno e passionale che tra una tela e un pennello la tradisce con la modella. Tutto qui? Sì, se non fosse che i fatti e il racconto si intrecciano illustrati da citazioni cinematografiche di alto livello.

E qui Woody Allen sfoggia tutta la sua cultura e il suo amore cinefilo ricreando episodi di film celebri (in bianco e nero, con la fotografia del fido Vittorio Storaro) Cito a caso: Quarto potere, Jules e Jim, Fino all’ultimo respiro, L’angelo sterminatore… Dichiarazioni d’amore infinite per il Cinema di un tempo, soprattutto europeo, per tutti quei registi che hanno accompagnato la vita di Allen. Fellini, Bergman, Welles, Truffaut, Godard, Lelouch e Buñuel vengono nominati più volte. Una delle citazioni più divertenti: Il settimo sigillo di Bergman con la morte interpretata da Christopher Waltz.

L’umorismo e la vena ironica di Woody Allen non sono mai andati perduti. Da vedere e rivedere.
Cinefilo.

In programmazione all’Arcobaleno Film Center


Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha