“La ripartenza” del Teatro Menotti

Presentata nell’assolato cortile della Biblioteca Sormani il programma estivo del teatro. ()

Sormani  Milvia MariglianoChe il sole sia di buon auspicio per questa ripartenza di un teatro che aveva trovato una soluzione ai suoi problemi di sede giusto poco prima che scoppiasse la pandemia, grazie all’intervento mecenatesco di Filippo Perego il cui nome è stato abbinato a quello del teatro stesso.

Si riparte dunque per dirla con Emilio Russo che è il direttore artistico del Menotti: "Ripartenza. Parola carica di luce e speranza, ma anche di responsabilità a cui non possiamo sottrarci…Il mondo dell’arte, della musica, dello spettacolo dal vivo ha subito più di altri settori le morse dell’emergenza sanitaria, in una sospensione surreale della propria possibilità espressiva. Eppure non ha sospeso la propria creatività…".
Da questa scintilla di creatività scaturisce una proposta di ripresa che, a partire dall’8 giugno prossimo, prevede in sede l’allestimento di quattro spettacoli complementari tra di loro.

Si parte con “Possiamo salvare il mondo prima di cena”, tratto da un romanzo di Jonathan Safran Foer che affronta la cruciale questione della crisi climatica del nostro pianeta. In scena il Collettivo Menotti, diretto da Emilio Russo. Segue, dal 15 al 20 giugno, un’altra versione teatrale tratta da un romanzo, in questo caso, di Kurt Vonnegut.
“Mattatoio n.5” è un notissimo atto d’accusa contro la guerra, trasposto anche al cinema nel 1972 da George Roy Hill, giocato tra storia e fantascienza, alla ricerca di un’identità umana e sociale a favore della pace.
Noto l’aforisma di Vonnegut secondo cui “Dio mi conceda la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare quelle che posso e la saggezza di comprendere sempre la differenza”.
In scena ancora il Collettivo Menotti diretto da Emilio Russo.
Dal 22 al 24 giugno bella prova di attrice di Milvia Marigliano in “Un marziano a Roma” di Ennio Flaiano, ancora un testo letterario in cui l’autore si interroga con ironia sulle contraddizioni scatenate dal tema della diversità. Satira sociale e umana. Con la Marigliano, Raffaele Kohler alla tromba.
Chiude il programma una proposta dell’Associazione Elikya che porta in scena due testi di monsignor Mario Delpini, arcivescovo di Milano: “Uomini con il fuoco dentro” e “La via del sale”. Spettacolo che si interroga sul valore della felicità la cui ricerca non può prescindere dai malesseri della vita quotidiana con le sue incongruenze, debolezze e malvagità. E’ prevista la partecipazione dell’autore.
In qualità di prologo di questa tranche di stagione, il 7 giugno alle ore 19 il teatro verrà aperto al pubblico per una visita alla sua nuova disposizione, dopo un lungo lavoro di ristrutturazione.

La scena si trasferisce poi presso la Corte d’Onore di Palazzo Sormani per una serie di eventi che, dall’1 luglio all’1 agosto, animeranno questo prezioso luogo cittadino.
Si parte giovedì 1 luglio alle ore 19.30 con il concerto “Il carnevale degli animali” dedicato a Camille Saint-Saëns, a cura di MaMu Cultura Musicale, mentre alle ore 21.30 la compagnia Carrozzeria Orfeo propone lo spettacolo “Le canaglie”.
Poi, con cadenza giornaliera, seguono iniziative di arte varia tra le quali si segnala “La Milano della mala” con Paolo Roversi (3 luglio), “Angelo Fausto Coppi” con Nino Formicola (8 luglio), “El blues di Loi”, dedicato a Franco Loi con Milvia Marigliano (9 e 10 luglio), “Italiani cincali” con Mario Perrotta (14 luglio), “I paroll d’on lenguagg”, omaggio a Carlo Porta con Marco Balbi, Gianna Coletti e Alarico Salaroli (15 luglio), “Variazioni furiose” con Federica Fracassi (17 e 18 luglio), “Masculu e fiammina” con Saverio La Ruina (21 luglio), “Le Olimpiadi del 1936” con Federico Buffa (22 luglio), “Ubu re” con Skenè Company (30 luglio).

Con Emilio Russo, hanno fatto gli onori di casa Filippo Del Corno, assessore alla cultura del Comune di Milano, Stefano Parise, direttore della Biblioteca Sormani e Caterina Antola, presidente del Municipio 3.
E che sia una buona ripartenza…

Per la programmazione completa e le modalità di accesso (biglietti, orari…) è opportuno consultare il sito o telefonare alla biglietteria 02/36592544.
Per i residenti nel Municipio 3 è prevista una significativa riduzione sul costo dei biglietti.



Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha