La Isla Mėnima

 Un buon noir spagnolo, incalzante e teso che va ben oltre l’esplicitazione narrativa apparente. Da vedere.

()

La isla minima immagine

Profonda Spagna, anno del Signore 1980. Il Caudillo Francisco Franco č morto da cinque anni, nel paese č in atto un cambiamento radicale nel complesso passaggio verso la democrazia. Si verificano i primi scioperi dopo decenni di dittatura. Si respira aria nuova, anche se il vecchio paese e il vecchio regime sono decisamente duri a morire.

Due poliziotti cittadini vengono inviati in Andalusia a risolvere una serie di omicidi nei confronti di giovani donne, opera, sembra, di un serial killer. Nel paesaggio inquietante delle paludi del Guadalquivir, grande fiume patriarcale, si consuma l’incontro/scontro tra il vecchio e il nuovo, tra l’insano e il sano che poi tanto sano non č. A cominciare dai due poliziotti che, secondo collaudato schema, fanno (a turno, invero) la parte del buono e del cattivo, con cinico mestiere l’uno, con turbamento l’altro. Nelle loro indagini incontrano una umanitā depressa e rassegnata, dedita a piccoli commerci anche oltre i limiti del lecito, in un ambiente che ricorda il sud degli Stati Uniti ma anche le nostre paludi dalle parti del delta del Po.

In uno scenario dove nessuno č innocente, contraddistinto da omertā e rassegnazione, i due detective arrivano con ostinata e lacerante pervicacia a risolvere il caso. Punto.

“La Isla Mėnima” č film intenso, notturno, sporco e acre. Le riprese dall’alto del paesaggio desolato danno la dimensione di un territorio difficile da vivere e da interpretare. La metastoria č la Spagna in trasformazione con le sue contraddizioni e con le sue speranze, l’evidenza č un racconto noir ben registrato e ben interpretato.

In patria il film ha vinto ben dieci Premi Goya, probabilmente tutti meritati. Da noi dobbiamo dire grazie al cinema Palestrina che lo ripropone con lungimirante determinazione dopo blanda attenzione da parte dell’esercizio commerciale. Affrettarsi.


La Isla Mėnima

di Alberto Rodrėguez

con Javier Gutérrez e Raųl Arévalo

Spagna 2014 105’


In programmazione al cinema Palestrina



Commenta

Re: La Isla Mėnima
18/01/2016 La Redazione di z3xmi
Veramente molto bello,
al Palestrina rimarrā probabilmente anche il prossimo weekend.
Consiglio a tutti


 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha