Andar per mostre: Enrico Baj. Segni e disegni

Sino al 19 ottobre la Fondazione Marconi ospita una mostra di disegni di Enrico Baj, uno degli artisti più significativi del ‘900. Da vedere. ()

baj attrattore particolare webIl Grande attrattore, 1990 (particolare)

La Fondazione Marconi è un’istituzione di respiro internazionale che ha fatto conoscere a Milano e all’Italia alcuni dei più importanti artisti contemporanei.
Nella sua storica sede di via Tadino 15 sono stati ospitate mostre che hanno segnato l’evoluzione artistica del nostro paese e non solo.
A dieci anni dalla morte, La Fondazione Marconi ospita sino al 19 ottobre una imperdibile mostra di disegni di Enrico Baj.
L’artista, tra i più chiacchierati del ‘900, anche per via di sue scelte spesso provocatorie, è stato un protagonista assoluto del panorama internazionale e a lui, in occasione di questo triste decennale, sono dedicate mostre alla Biennale di Venezia, al Museo CAMeC di La Spezia e alla Fondazione Pomodoro di Milano.

Nelle belle sale bianche della Fondazione Marconi si colgono i “segni e i disegni” di un autore prolifico e multiforme. In mostra 24 bozzetti realizzati su carta di ricalco, studi preparatori, appunti, annotazioni di lavori che poi verranno diversamente sviluppati.


Famiglia Baj, 1980, carboncino su tela,
160 x 270 cm

Sono anche esposti tre grandi teli: Famiglia Baj, a carboncino; Studio per Apocalisse e Ubu, realizzati invece con “dripping di vernice nera su tela”. Completa la mostra Il Grande attrattore del 1990, un combinato/composto di 27 pannelli, sorta di studio dedicato alla folla, realizzato con un collage di specchi (in apertura d'articolo ne riportiamo un particolare).                      


A sinistra: Claudia de’ Medici, duchessa d’Urbino, 1975, matita su carta, 70 x 50 cm
A
destra: Ubu, 1985, vernice nera su tela, 230 x 230 cm

 
Nei segni e nei disegni sono contenute tutte le “bizzarrie” dell’autore, la sua ironia, il suo senso dello humor, potente e dissacrante.
Piace qui ricordare, tra le tante esposizioni di Baj, la grande retrospettiva organizzata presso Spazio Oberdan della Provincia di Milano dopo la sua scomparsa avvenuta il 16 giugno del 2003.
La bella mostra in corso presso la Fondazione Marconi è un’ottima occasione per rituffarsi nel mondo stralunato, surreale e visionario di Enrico Baj.

Massimo Cecconi


Enrico Baj, Segni e disegni
Fondazione Marconi
Via Tadino, 15
Sino al 19 ottobre
Martedì-Sabato 10-13, 15-19
Ingresso gratuito
www.fondazionemarconi.org




Tags:
Enrico Baj, Fondazione Marconi

Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha