Andar per mostre... Andata e ricordo. Souvenir de voyage

Ci spingiamo questa volta ben oltre i confini della zona e di Milano per raggiungere il MART di Rovereto dove il 21 giugno verrà inaugurata la mostra "Andata e ricordo-souvenir de voyage" nella quale sarà esposta una installazione di Julio Paz.

()

parete destra ingresso WEBIl MART di Rovereto vale (quasi) sempre il viaggio. La struttura è imponente e austera così come poteva essere concepita da un architetto svizzero, dominata da vetro e acciaio. Le mostre ospitate sono spesso straordinarie, testimonianza di arte moderna e contemporanea declinata ai massimi livelli e senza pregiudizio alcuno.
Vi consigliamo però di spingervi in questa pacata località del Trentino (oltre il museo solo una cittadina molto ordinata e pulita), perché la mostra citata ospita una installazione di Julio Paz, la cui casa-museo sta dalle nostre parti, in quel di via Bazzini, a due passi dalla Metro Piola.

Julio Paz era/è un artista argentino che, anche grazie ai militari che hanno funestato il suo paese, scelse di vivere e lavorare a Milano. Per dirla molto sommariamente apparteneva a quella genia di artisti visionari che, in pittura e in letteratura, hanno rappresentato con grande forza e coraggio tutte le contraddizioni del sud dell’America.
La mostra che si inaugura a Rovereto il 21 giugno prossimo e che chiuderà i battenti l’8 settembre (fatidica data), quindi abbiamo tutta l’estate per visitarla, è un enorme contenitore (detto nel senso migliore del termine) che “mette in relazione lo sguardo del turista e lo spazio del turismo” attraverso fotografie, diari di viaggio, pubblicità turistiche, provocazioni della Pop Art, video e installazioni. Ci saranno immagini del Grand Tour compiuto nel 1983 da Andrej Tarkovsky in compagnia di Tonino Guerra. Ci saranno i più strani souvenir che i viaggiatori di ogni epoca portavano a casa quasi a fissare per sempre nella loro (e nella nostra) memoria le sensazioni e le pulsioni del viaggio appena compiuto. Ci saranno le fotografie del sublime fotografo Luigi Ghirri che ha interpretato magnificamente i paesaggi da lui frequentati o i sarcasmi di Tano Festa contro il turismo di massa.

Ci sarà, per quello che ci interessa più da vicino, l’installazione P.G.R. – Per grazia ricevuta/Per grazia riciclata che Julio Paz ha costruito nel tempo, composta da oltre 200 tra ex voto e costruzioni (1977-2009).
Scrive Paz: «L’ex voto era un oggetto offerto a Dio o a un determinato santo per la grazia ricevuta o per un miracolo realizzato in nostro favore…un miracolo ogni tanto aiutava a sollevare il morale ed era tema di conversazione per parecchi mesi. Dopo, i miracoli si fecero ogni volta più rari e, quando ne accadeva qualcuno, era un vero miracolo».
Gli ex voto di Paz sono costruiti con oggetti comuni “piccoli Duomi con formaggio Bel Paese, crocifissioni con la Pasta del Capitano, altari di Helena Rubinstein e Sans Souci o, nientemeno, di Toblerone”, esaltando l’arte del riciclo e la improntitudine dell’ironia.
L’ex voto è testimonianza di un viaggio molto particolare che, proprio per questo, merita di essere ricordato nei luoghi sacri. L’installazione di Paz era collocata su più pareti del suo studio, sedimentata nel corso degli anni nella ricerca di piccole verità quotidiane e di verità assolute. Nell’opera, che chiude idealmente la grande mostra del MART a cui è stata donata dalla famiglia dell’artista, c’è tutto il lungo viaggio di Julio Paz dall’Argentina all’Europa e ritorno sino a quando il viaggio si è inopinatamente interrotto a Milano nel 2010.

Tra gli altri, in mostra, Maxime Du Camp, considerato il capostipite degli inviati speciali, Marcello Dudovich, Emilio Isgrò, Bruno Munari per dire solo di nomi universalmente conosciuti, senza con questo oscurare tutti gli altri “testimoni” che concorrono alla costruzione di una mostra dal fascino irripetibile.

Tutte le informazioni del caso su www.mart.trento.it e su www.juliopaz.com

Massimo Cecconi


Tags:
julio paz, Mart, trento

Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha