Andar per mostre: 8888 volte Pulcinoelefante

Si è chiusa il 24 maggio una mostra omaggio ad una impresa editoriale unica nel suo genere. Alberto Casiraghi è editore, stampatore, poeta, artista e anima di una esperienza irripetibile e inclassificabile. Siamo dalle parti della poesia pura.


()

Mostra Cinisello Casiraghy maggio 2013 142

Potrà sembrare bizzarro parlare di una mostra quando ha da poco chiuso i battenti. L’alternativa era però quella di non parlarne affatto e sarebbe stato un (piccolo) torto nei confronti di Alberto Casiraghi che di quella mostra era il protagonista assoluto.

Se non fosse un po’ equivoco verrebbe da chiamarlo “Il Mago di Osnago” dove “mago” qui sta per “colui che sa e vale di più” (magis) mentre, come noto, la parola “ministro”, senza offesa epistemologica per alcuno, deriva dal latino “minus”.

Il Mago di Osnago ha composto 8888 libri di autori vari e diversissimi tra loro sul suo torchio di altri tempi, imprimendo lettere e immagini su carta di particolare pregio, con tirature che difficilmente superano i 33 esemplari.

La Casa dei Libri di Andrea Kerbaker, in occasione della stampa del libro numero 8888 (numero altamente evocativo), gli ha dedicato una curiosa mostra perché era sobriamente allestita in un appartamento che si nutre della stessa luce di cui gode il nuovo Palazzo Lombardia da cui dista poche decine di metri.

Alberto Casiraghi stampa libri che hanno in sé una evidente componente magica (e qui ritorna il termine “magis”), in un equilibrio assoluto tra parola e immagini che, spesso, lui stesso definisce in colori e forme luminosamente solari.

Casiraghi è anche maestro di aforismi. Uno per tutti, folgorante :”Se riusciranno a legarmi scapperò nell’aria”, che la dice molto lunga sul suo liberissimo autore.

In mostra avreste potuto vedere libri stesi a prendere il sole, un banco di lavoro con piombi e giraffe, segni e disegni di un artista che giorno dopo giorno inventa un modo anomalo di fare arte. Non poteva mancare un omaggio alla signora Alda (Merini) che per i tipi atipici di Casiraghi aveva composto centinaia di poesie e di aforismi, straziante, tra gli altri: ”La lobotomia è il tocco finale di un grande parrucchiere”.

Se avete perso questa mostra, ce ne saranno altre che siete pregati di non perdere. Ci sono molte librerie a Milano che ospitano i libri di Casiraghi acquisibili ad un prezzo più che equo. Fate anche una piccola ricerca in rete e troverete immagini e suggestioni di un poeta che vive di leggerezza e di coerenza in una piccola casa anch’essa magica condivisa con un gatto, una gallina, una capra e 8888 capolavori di Pulcinoelefante, cibo per lo spirito e per gli occhi.

Se potete, poi, andate a visitare la Casa dei Libri di Andrea Kerbaker in Largo De Benedetti 4 a Milano. E’ un po’ come stare a casa propria in un appartamento al sesto piano pieno di luce e di intelligenza.


(Massimo Cecconi)




Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha